Bellezza labbra

Labbra screpolate: come trattarle

labbra
06 Febbraio 2019
Con il freddo è facile che le labbra si screpolino: le basse temperature disidratano, in più, nel tentativo di lenire il fastidio, si tende a bagnarle spesso con la saliva, peggiorando la situazione. La dermatologa Magda Belmontesi ci spiega come avere labbra idratate e morbide, anche in inverno
Facebook Twitter More

Sono una delle zone più delicate, perché le labbra sono costituite da mucosa e prive di strato corneo, che è lo strato superficiale che ricopre e protegge la pelle. Per questo con il freddo vanno incontro più facilmente a screpolature ed irritazioni. A maggior ragione perché si tende a mangiucchiare le pellicine che si formano con la disidratazione e a bagnarle di continuo con la saliva che, evaporando, le rende ancora più secche.  

 

Idratarle, più volte al giorno


“Per prevenire e contrastare le screpolature, è fondamentale idratare le labbra più volte al giorno, con il classico burro cacao ma anche con prodotti più specifici, come gel ed emulsioni a base di vitamina E, che ha azione protettiva e antiossidante” consiglia la dermatologa. “L’idratante va applicato non solo sul vermiglio delle labbra ma anche su tutto il contorno, dove la disidratazione può provocare la comparsa di taglietti, soprattutto ai lati delle labbra o nella zona dei baffetti”. 

Stick ad effetto barriera


Ottimi anche i balsami in stick, simili ad un grande lucidalabbra, da applicare su labbra, contorno ma anche  fin sotto il naso o ai lati delle narici, particolarmente soggetti a screpolature ed arrossamenti quando si è raffreddati e ci si soffia il naso di continuo. “Arricchiti da estratti termali, omega 3, 6, 9, hanno un’azione barriera che difende dagli agenti esterni, in più aiutano a ripristinare la funzione protettiva di cute e mucose e leniscono subito bruciore e pizzicore” commenta Magda Belmontesi.

 

Detersione soft

Come struccanti e detergenti è bene scegliere prodotti non troppo schiumogeni o tonici astringenti, ma dare la preferenza ad un’acqua micellare o un latte detergente senza risciacquo, da passare delicatamente con una spugnetta inumidita per asportare trucco e impurità. Il contatto con l’acqua infatti potrebbe disidratare ulteriormente, a maggior ragione se si tratta di acqua molto calcarea.

 

Rossetto sì, ma “ricco”


Anche il rossetto può svolgere una funzione protettiva e nutriente in più, purché sia arricchito da sostanze emollienti e idratanti come burro di karité, olio di jojoba, vitamina E.

Quando non è solo colpa del freddo
Se la pelle appare screpolata in qualunque periodo dell’anno, probabilmente alla base c’è un problema di dermatite atopica. “Oltre ad essere disidratati, labbra e contorno appaiono arrossati, danno pizzicore e talvolta prurito a prescindere dalle condizioni atmosferiche” dice la dermatologa. “In tal caso è importante intensificare l’idratazione con gel e stick, ma anche con creme ad azione barriera a base di ossido di zinco. E curare  l’alimentazione, evitando il lattosio così come gli alimenti contenenti semi, ad esempio pomodori, kiwi, fichi, frutta secca, che sono estremamente irritanti per chi soffre di dermatite".