Al museo

"Nati con la cultura", l'iniziativa per rendere i musei "family friendly"

Di Sara De Giorgi
museo
31 Ottobre 2019
È stato creato recentemente il progetto “Nati con la Cultura”, che si rivolge ai musei, invitandoli ad andare incontro alle famiglie italiane con bambini in età prescolare e ad attrezzarsi nelle competenze, nei servizi e nella logistica. Un "Passaporto culturale" per famiglie con bimbi entro un anno servirà ad accedere gratuitamente nei musei. L'iniziativa, partita dal Piemonte, si sta diffondendo in tutta Italia. A dicembre 2019 verrà raggiunto il primo tetto dei 50.000 passaporti consegnati.

 
Facebook Twitter More

La cultura e, in generale, la bellezza fanno bene alla salute, già dai primissimi anni di vita. È noto da moltissimo tempo e lo sostengono anche numerose ricerche scientifiche.

 

Venti anni fa è giunto in Italia il progetto “Nati per Leggere” che, mediante la rete delle biblioteche, promuove la lettura in famiglia, ad alta voce, nel periodo perinatale come raccomandazione per una buona crescita.

 

È nato da poco, invece, con l'obiettivo di favorire ancora di più la diffusione della cultura già dalla primissima infanzia, il progetto “Nati con la Cultura”, ideato dalla Fondazione Medicina a Misura di Donna dell'ospedale "S. Anna" di Torino, il più grande per l'ostetricia in Europa, con oltre 7000 parti da genitori provenienti da 90 Paesi.

 

In particolare, il progetto si rivolge ai musei, invitandoli ad andare incontro alle famiglie italiane con bambini in età prescolare e ad attrezzarsi nelle competenze, nei servizi e nella logistica. L'iniziativa ha già avuto successo: attualmente soltanto in Piemonte ben 40 realtà museali sono diventate "Family and kids Friendly".

 

"Nati con la Cultura", nella fattispecie, prevede anche la consegna alle famiglie del "Passaporto culturale", rilasciato dai medici all'atto delle dimissioni ospedaliere al S. Anna, all'Anagrafe centrale alla registrazione della nascita o scaricabile via internet.

 

Con questo particolare passaporto, le famiglie con bimbi in marsupio o carrozzina nel primo anno di vita possono entrare nei musei gratuitamente e passeggiare tra le opere, nelle sale, all'interno dei giardini e scattare foto bellissime.

 

Il "Passaporto culturale" è attivo nella città di Brescia, a Cuneo e si sta diffondendo in molti luoghi d'Italia. A dicembre 2019 verrà raggiunto il primo tetto dei 50.000 passaporti consegnati.

 

LEGGI PURE: Musei per bambini, i 22 più belli d'Italia

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: