Poesie

7 poesie d'autore per la festa dei nonni

Di Sveva Galassi
16 Settembre 2016 | Aggiornato il 19 Settembre 2019
Volete fare una dedica speciale ai nonni per il giorno della loro festa, che sarà il 2 ottobre? Ecco sette poesie d'autore che renderanno felici i bambini e i loro cari nonni, che hanno e sempre avranno un valore inestimabile.
Facebook Twitter More
3nonni

1. "ALLA NONNA" di G. D'Annunzio
D’inverno ti mettevi una cuffietta
coi nastri bianchi come il tuo visino,
e facevi ogni sera la calzetta,
seduta al lume, accanto al tavolino. Io imparavo la storia sacra in fretta 
e poi m’accoccolavo a te vicino
 per sentir narrar la favoletta
 del Drago Azzurro e del Guerrier Moschino.

1nonni

E quando il sonno proprio mi vinceva
m’accompagnavi fino alla mia stanza
e m’addormivi al suono dei tuoi baci.

Agli occhi chiusi allor mi sorrideva
in mezzo ai fiori una gioconda danza
di sonni dolci, splendidi e fugaci.

2nonni

2. "DEDICATO AI NONNI" di Bruno Tognolini
Ci sono delle cose che solo i nonni sanno, son storie più lontane di quelle di quest’anno.

Ci sono delle coccole che solo i nonni fanno, per loro tutti i giorni sono il tuo compleanno.
Ci sono nonni e nonne che fretta mai non hanno: nonni e nipoti piano nel tempo insieme stanno.

4nonni

3. "IL NONNO" di Jolanda Restano
C’è un amico assai speciale
con cui gioco niente male;
con lui scherzo, parlo, rido,
e felice a lui m’affido. Se ho i compiti da fare o se invece vo’ a giocare, non importa, sai perché? Lui è sempre accanto a me! Che sia giorno, notte o sera, alba, inverno o primavera, che sia estate oppure autunno io sto bene con il nonno!

5nonni

4. "LA NONNA FILA E DICE" di S. Ferrari
La nonna fila e dice.
Suggon le sue parole
i bimbi coloriti,
le belle occhi-di-sole. Dice del minor figlio d’un re, smarrito a caccia, e de l’orco che annusa fiero l’umana traccia. De l’orco i bimbi tremano come al vento le rose, ma dentro i re si perdono le belle occhi-pensose.

6nonni

5. "LA NONNA" di L. Nason
La nonna è come un albero d’argento
che la neve ripara e muove il vento.
Dice "NO" con la testa e "SI'" col cuore;
sta presso il fuoco e prega tutte l’ore.
Quando la mamma sgrida, lei perdona:
chi sa perché la nonna è così buona!

7nonni

6. "NONNA NI NONNINA" di F. Evangelisti - M. Pagano
Dorme il gatto sopra il sofà
solo come me
e la mamma a quest’ora non c’è,
è in ufficio con il papà
meno male che ci sei tu a casa con me.

Nonna ni nonnina
domani è festa din don dan
quando din don dinda
domani il gallo canterà
il muratore non murerà,
il pescatore non pescherà
solo la nonna ni nonnina nonnerà.

Dimmi nonna è vero che,
tanto tempo fa
era piccolo anche papà
come è buffo pensare che,
stava in braccio a te
così grande e grosso com’è.

Nonna ni nonnina
domani è festa din don dan
quando din don dinda
domani il gallo canterà
il muratore non murerà,
il pescatore non pescherà
solo la nonna ni nonnina nonnerà.

8nonni

I bambini che dici tu
nonna ma perché
sono tanto più buoni di me,
quando mamma fra un po’ verrà,
nonna dille che
sono stata buona con te.
Nonna ni nonnina
domani è festa din don dan
quando din don dinda
domani il gallo canterà
il muratore non murerà,
il pescatore non pescherà
solo la nonna ni nonnina nonnerà.

Il fumaiolo non fumerà,
il girasole non girerà
solo la nonna ni nonnina nonnerà.
Solo la nonna ni nonnina nonnerà.

9nonni

7. "NONNI NONNI" di L. Dalla - A. Messini
Mangia mangia
Mangia mangia Uuuh!
Nonni nonni, ciao come va?
Certo son felice di essere qua
Ma quando vengo a casa da voi
Mi tocca di mangiare come non faccio mai
Mi sento già
Una mongolfiera che poi si sgonfierà
Zio stai con me
E quello che non mangio io lo passerò a te.
Mangia mangia Uuuh!
Nonni nonni non datemi il bis
Nemmeno una balena mangerebbe cosi’…
Non vorrete davvero che
Diventi un “ciccio bombo” anche senza i bigné
Zio prendi qua
Mangia un po’ più in fretta i nonni sono di là
Dammi il piatto che
Tutta questa pasta io la verso da te
Nonno guarda che appetito
Guarda il piatto è bello vuoto
Gli spaghetti li ho divorati
I bastoncini li ho già finiti.
La verdura, era squisita
Il prosciutto, una cannonata
Il formaggio, che delicato
Un sapore prelibato.

10nonni

Nonni nonni non voglio più niente
Non sono un elefante che ha una fame gigante
Se la frutta non mi va giù
Vuol dir che nella pancia non ci sta più
Nonno sembra che
Suoni il campanello vai a vedere chi è
Zio prendi qua
Questa macedonia che a me proprio non va.
Lo so che tu lo fai per il mio bene
E dirti una bugia a me non piace
Ma son già tondo come un pesce.
Nonno guarda che appetito
Guarda il piatto è bello vuoto
Gli spaghetti li ho divorati
I bastoncini li ho già finiti.
E la frutta sì l’ho gradita
La macedonia, era squisita
Mi dispiace solo una cosa
Che peccato, era un po' poca
Mangia mangia
Mangia mangia Uuuuhh!
Nonno nonno bevi tu il vino
Io voglio solamente starti vicino
Nonna nonna, no le banane
Mi basta unicamente volervi bene
Nonni nonni eh…
Nonni nonni eh…
Nonni nonni eh…
Nonni nonni eh…
Nonni!!!

1. "ALLA NONNA" di G. D'Annunzio
D’inverno ti mettevi una cuffietta
coi nastri bianchi come il tuo visino,
e facevi ogni sera la calzetta,
seduta al lume, accanto al tavolino. Io imparavo la storia sacra in fretta 
e poi m’accoccolavo a te vicino
 per sentir narrar la favoletta
 del Drago Azzurro e del Guerrier Moschino.
Facebook Twitter More