IL VADEMECUM

Nonni e genitori: come evitare lo scontro

Di Alice Dutto
nonnienipotiregole
04 Febbraio 2019
Non siate invadenti, coltivate i legami, non fate preferenze e rispettate le regole date dai genitori. Ecco come comportarsi per essere dei buoni secondo Gian Marco Bragadin, esperto di comunicazione e autore de “L'età della gioia. Come prenderti il meglio della vita nella tua terza età” (Sperling & Kupfer)
Facebook Twitter More

«Non c’è divertimento più bello, per le persone anziane, che diventare nonni e, come ha scritto Gene Perret, “i nipoti sono un vero affare: ti chiedono pochissimi spiccioli e in cambio ti danno un divertimento che vale una fortuna”». È questa la tesi di Gian Marco Bragadin, esperto di comunicazione, che proprio agli oltre 13 milioni di over 65 italiani ha dedicato il libro “L'età della gioia. Come prenderti il meglio della vita nella tua terza età” (Sperling & Kupfer).
 


Per l'autore, fare i nonni a tempo pieno è una delle opportunità più belle della vita. Una volta in pensione, senza più lo stress del lavoro, i “lungavita” (così come lui definisce chi ha passato i 65 anni) possono dedicarsi completamente ai piccoli di casa diventando per loro dei maestri, ma anche compagni di gioco.

 

«Liberi da orari e pressioni del lavoro, avrete tutto il tempo per arricchirvi insieme a loro – si legge nel manuale –. Da un lato i nipoti stimolano i nonni a tenersi informati e a vivere nel mondo contemporaneo, piuttosto che rifugiarsi nei ricordi; viceversa i nonni offrono ai piccoli l’opportunità di una saggezza accumulata in tutta la vita: la storia è molto più avvincente quando è raccontata da chi l’ha vissuta davvero».
 

I vantaggi per i nonni...


«Il beneficio maggiore che i nonni possono trarre dai nipoti è quello della compagnia, dell'instaurare dei rapporti veri, amorevoli, di grande profondità, perché si ha il tempo a disposizione di apprezzare il bambino, di insegnarli un modo di comportarsi, basato sul cuore, sulla solidarietà, e questo ci fa sentire importanti, utili e necessari – sottolinea Bragadin –. Non è un caso che si instaurino a volte rapporti così stretti, che durano tutta la vita, perché un nonno può darti tutto ciò che un genitore, stressato, indaffarato, a volte poco presente, non riuscirà a darti mai».

 

 

... per i nipoti...


Nella nostra società, sempre più multimediale e multirazziale, rapportarsi con gli anziani per i nipoti può essere «un’ulteriore occasione per aprire la mente, superando le barriere culturali, imparando ad accettare ciò che è diverso e a comprendere le necessità degli altri».

 

 

... e per la famiglia

 

In più, il rapporto tra nonni e nipoti ha una funzione fondamentale all'interno della famiglia: «fa da cerniera fra le generazioni e attiva lo scambio di solidarietà e conoscenze fra i membri. Inoltre, soprattutto nei casi in cui i genitori dei bambini sono separati, i nonni, con il loro incondizionato affetto, rappresentano un punto di riferimento per la stabilità dei più piccoli».
 

 

I nonni sono quindi figure indispensabili nel ménage familiare, ma il loro ruolo spesso non è chiaro, denuncia l'autore del libro: «A volte ci viene richiesto di essere intransigenti, dei veri e propri sostituti dei genitori, altre volte i nostri consigli sono mal accettati dai figli». Ecco quindi una serie di consigli per svolgere al meglio questo delicato, ma importantissimo, ruolo.

 

 

Le regole perché il rapporto nonni-genitori-nipoti funzioni

 

 

1. Siate discreti

 

 

 

«È buona regola non fare visita a figli e nipoti senza preavviso. Cerchiamo di renderci utili e collaborativi senza però imporci o prevaricare».
 

2. Rispettate le regole dettate dai genitori

 

«Facciamo un passo indietro: non spetta a noi prendere le decisioni e, anche in questo caso, rendiamoci collaborativi e comportiamoci in modo da favorire il rispetto delle regole da parte dei bambini. Facciamo parte della stessa squadra».
 

3. Date fiducia ai vostri figli


«Lodate i vostri figli, dicendo loro che sono bravi genitori… anche se ogni tanto pensiamo che noi ci comporteremmo in modo diverso».

 

 

4. Non fate preferenze


«Mai mostrare favoritismi nei confronti dei nipoti. I nonni devono rappresentare i valori più profondi della famiglia e ogni comportamento deve essere mosso da senso di giustizia ed equità».

 

 

 

 

5. Non imponetevi

 

 

 

«Molto spesso evitare di imporsi fa sentire i giovani genitori più liberi di scegliere… vedrete che alla fine accetteranno i nostri consigli ma senza essersi sentiti forzati».
 

6. Non fatevi coinvolgere nei problemi di coppia dei vostri figli

 

«I loro dissapori non ci devono riguardare. Cerchiamo di mantenercene alla larga perché è inevitabile che l’istinto ci porterebbe a dare la ragione a uno dei due. Se siamo presenti a qualche discussione tra i coniugi non interveniamo ma cerchiamo di tranquillizzare i bambini spiegando loro che talvolta è possibile divergere ma l’importante è parlare e chiarirsi».

 

7. Coltivate i legami

 

«Condividiamo e insegniamo ai nostri nipoti un hobby o un passatempo in modo da stabilire con loro un legame specialissimo. Una passione comune sarà un dono prezioso da coltivare nel tempo».

 

 

8. Siate dei veri punti di riferimento

 

«Con le famiglie troppo spesso allargate, si può creare un bailamme di compagni, compagne, e quindi nonni acquisiti, a volte suocere tremende, o nonni inquieti, tutti a cercare il proprio tornaconto "è mio", "tu non c'entri", "io gli ho dato il sangue", e così via. Non è facile venirne a capo, anche perché i grandi, specie i genitori, non si rendono conto che il caos incide negativamente sui bambini, e sarà un danno che si porteranno dietro tutta la vita. Anche in questo caso, cerchiamo di non interferire e di non imporci, ma infondere sicurezza ai nostri nipoti».

 

Sul tema nonni: