5 puntata - Blog a spasso con papà

Al via con le vaccinazioni e la scelta della babysitter!

papa-figlio
02 Maggio 2011
Sulle vaccinazioni "ho solo un consiglio da darvi: non cominciate a cercare su Google "vaccino esavalente" perché verrete subito travolti da una guerra talebana spiacevole e inutile fra accaniti detrattori e convinti sostenitori del vaccino esavalente...". Un neo papà di un bimbo di quattro mesi condivide la straordinaria avventura della paternità
Facebook Twitter Google Plus More

E' venuto il momento di vaccinare il nostro piccolo che ora ha quattro mesi. Ho solo un consiglio da darvi: non cominciate a cercare su Google "vaccino esavalente" perché verrete subito travolti da una guerra talebana spiacevole e inutile fra accaniti detrattori e convinti sostenitori del vaccino esavalente.

Da una parte notizie catastrofiche e racconti di bimbi che hanno accusato disturbi gravi (in verità spesso riportate da persone con nessun titolo per farlo), d'altra parte la semplice considerazione che se oggi non ci sono più malattie come la poliomelite è proprio per merito del fatto che generazioni di genitori hanno fatto vaccinare il proprio bambino, cosa che tra l'altro è obbligatoria per legge. Dopo aver fatto una chiacchierata con il nostro pediatra, noi abbiamo deciso di procedere.

La cosa dal punto di vista burocratico è abbastanza semplice: muniti della tessera sanitaria si telefona all'asl di competenza per fissare un appuntamento. Non fissatelo di venerdì: in caso di problemi non avreste il supporto né dell'asl né del vostro pediatra. Informate quest'ultimo dell'appuntamento preso perché è probabile che voglia vedere il bambino appena prima di procedere.

Se è tutto a posto, il bambino sta bene e non ha febbre, all’asl la cosa si conclude in poco più di un'oretta. Il vaccino esavalente rende immuni contro la difterite, il tetano, la pertosse, la poliomielite, le infezioni da "Haemophilus influenzae" di tipo b (Hib) e contro l'epatite B. Si tratta di una puntura solitamente fatta sulla coscia.

Se lo chiedete e firmate, vi faranno anche la vaccinazione facoltativa contro la meningite, la parotite e la rosolia e queste verranno fatte sull'altra coscia. Il vaccino esavalente prevede due richiami: al 5° mese e all'11°-12° mese.

Cosa succede dopo? Nella maggioranza dei casi poco: qualche linea di febbre, un po' di malessere. Probabilmente un leggero gonfiore ove sono state fatte le punture. Mio figlio Leonardo è scoppiato in qualche pianto improvviso e ha avuto la sera qualche linea di febbre messa a posto da un po' di tachipirina e tanti baci...

Cosa possiamo fare noi papà? Magari prenderci qualche ora di permesso: se il piccolo fa la vaccinazione la mattina è probabile che i disturbi comincino da metà pomeriggio, quindi la mamma sarà felice di avere un pizzico in più di supporto dopo pranzo.

L'impresa impossibile di trovare una babysitter

Non è possibile pensare che la vostra compagna o vostra moglie continui a fare tutto quello che faceva prima e contemporaneamente si prenda quotidianamente cura di un bambino ... pensarla così è il miglior modo per mandare a rotoli il vostro equilibrio familiare. E' tempo di qualche sacrificio economico: regalatevi qualche ora di supporto, ovvero una tata, una babysitter, una balia, una nurse! Le forze e la disponibilità di una nonna volonterosa, tenetele buone per qualche domenica in cui volete proprio ... staccare la spina.

Facile da dirsi, ma come cercarla? Due sono i modi più efficaci: la classica agenzia e l'affidarsi al... "neighbourhood-network" ovvero le conoscenze del vicinato. L'agenzia vi manderà personale qualificato e di alto livello, certamente affidabile ma di cui non saprete nulla. Inoltre l'esborso economico è certamente impegnativo.

Il passaparola fra le persone che vivono vicino a noi, invece, si rivelerà inaspettatamente efficace. L'edicolante sotto casa, che vi conosce bene e sa anche chi nel quartiere ha appena trovato una babysitter, che guarda caso, ha anche una sorella che fa lo stesso lavoro. O ancora la panettiera dell'angolo vi dice che da anni si serve da lei una signora che si prende volentieri cura dei bambini, oppure una delle nurse dell'ospedale ha una stretta parente in cerca di lavoro.

In un paio di settimane e qualche colloquio forse abbiamo trovato la persona giusta ...

Il discorso babysitter è lungo e complesso e certamente non si esaurisce qui: ci torneremo sopra anche per parlare della doula, figura davvero interessante che sta sempre più prendendo piede anche in Italia.

a presto,

Alessandro

Il prossimo mese

Ancora documenti e la prima… “prova vacanze”!

Chi è l'autore del blog

Alessandro Casnedi fa il webmaster, è appassionato di moto da quando aveva dieci anni, di barche a motore e di ... dolci. Che però mangia solo in ufficio perché la dolce metà lo tiene a stecchetto (sssssshhh non fate la spia).

La sua frase più ricorrente: “Da quando c'è Leonardo, niente è più come prima.” Il piccolo (nato il 23 dicembre 2010) gli ha regalato un sorriso perenne stampato sulle labbra, qualche ora di sonno in meno la notte, ma svariati decibel di tolleranza in più per i colleghi più casinisti!

Leggi le puntate precedenti:

La mamma è sempre la mamma

Finalmente a casa

I primi documenti del neonato

La prima volta che ho visto mio figlio