Home Famiglia Papà

Esercizio fisico per papà per mantenersi in forma (e in salute)

di Rosy Maderloni - 29.05.2023 - Scrivici

esercizio-fisico-per-papa
Fonte: Shutterstock
Come mantenersi in forma dopo la nascita di un bambino? Facendo esercizio fisico per papà con i consigli del personal trainer.

In questo articolo

Esercizio fisico per papà

Ci piaccia o meno, ma forse più no che sì, anche gli uomini devono fare i conti con le oscillazioni di peso nel periodo della vita in cui si apprestano a diventare genitori e ancora negli anni da neo papà. La tendenza, secondo alcuni studi raccolti in una review sulle conoscenze disponibili sull'argomento, è piuttosto univoca: anche il corpo maschile è soggetto a meccanismi - comportamentali, psicologici e ormonali - che sarebbero all'origine di quei chiletti in più che prima della paternità non c'erano.  Perché accade ciò? Ma soprattutto, ci si può soltanto rassegnare di fronte alle 'maniglie dell'amore perinatali'? L'esercizio fisico per papà può aiutare a ridurre i rischi per la salute a lungo termine dovuti a un aumento di peso sottovalutato? Ne parliamo con Luca Anzano, personal trainer e group trainer.

I cambiamenti nell'uomo durante la gravidanza della partner e con la paternità

Le novità stravolgono le abitudini e quando si fa spazio in casa per l'arrivo del bebè sono tre gli ambiti su cui nell'uomo avvengono cambiamenti che possono portare a una variazione nel peso secondo gli studiosi: 

> Comportamentali: riduzione delle ore di sonno prima e dopo il parto della partner. In particolare con la nascita del piccolo, i papà supportano e si alternano nelle cure soprattutto nelle ore serali e di notte, se sono stati fuori casa per lavoro durante il giorno; il tempo per la palestra o per la corsetta al parco è generalmente sacrificato alla nuova routine da ricreare in famiglia e anche l'alimentazione può risentire di mancanza di tempo per la preparazione di pasti sani e per seguire una dieta equilibrata, con la conseguenza di mangiare frettolosamente alimenti già pronti, spesso ricchi in zuccheri e grassi.  

> Ormonali: le oscillazioni dei livelli di testosterone e cortisolo incidono sul metabolismo

> Psicologici: è importante dirlo, anche i neopapà possono vivere un periodo di sintomi depressivi o di forte stress dovuti ai cambiamenti che una gravidanza e la nascita portano con sé.

Ne è un esempio la sindrome della couvade, per cui l'uomo percepisce gli stessi stati fisici (come la nausea o l'aumento di peso) e non solo della gestante.

Esercizio fisico per papà e alimentazione

"I neo papà ingrassano per un cambio radicale nel loro stile di vita e a una tendenza a trascurare la propria persona in virtù delle attenzioni dedicate al nuovo arrivato - chiarisce Anzano -, è importante dunque curare l'alimentazione nonostante sia normale cercare delle scorciatoie ai pasti regolari per dare tempo alle esigenze della famiglia: ma concedersi del tempo per l'attività fisica e mangiare sano porterà benefici da subito e nel tempo anche al benessere del bambino". 

Perché l'aumento di peso dei neo papà non è da sottovalutare?

"Facciamo chiarezza: il grasso addominale si differenzia in sottocutaneo e viscerale (quello che avvolge gli organi) e il suo eccesso si associa a un rischio più elevato di malattie cardiache, ipertensione e diabete. Introducendo nell'organismo più calorie di quelle consumate ci sarà un aumento di peso con conseguente aumento di grasso, per questo è importante una regolare e mirata attività fisica, per prevenire nel tempo l'insorgenza di patologie croniche cardiovascolari".

Esercizio fisico per papà: quanto tempo dedicare?

"Il tempo da dedicare all'allenamento dovrebbe essere da due a quattro ore a settimana per attività fisica aerobica di moderata intensità o un'ora e mezza, due a settimana di attività fisica aerobica vigorosa - precisa il personal trainer -: per ottenere benefici maggiori è consigliato eseguire attività di rafforzamento muscolare che vada a coinvolgere i principali gruppi muscolari".

Da quali esercizi iniziare per un allentamento efficace dei papà?

"Gli esercizi consigliati per rimanere in forma sono quelli più funzionali, ovvero che rappresentano dei movimenti di tutti i giorni come - spiega Anzano -:

  • lo squat, che va a simulare il sedersi sulla sedia: allenando glutei e cosce mantenendo i piedi larghi come le spalle con le punte leggermente verso l'esterno;
  • affondi sempre per gambe e glutei simulando il movimento per andare ad allacciarsi una scarpa;
  • il plank, che aiuta nella stabilità e consente di rafforzare la parete addominale. Oltre all'addome, nel plank si allenano anche i muscoli della parte inferiore e superiore del corpo, prestando attenzione a non inarcare la schiena ma rimanendo stabile;
  • un esercizio molto utile sono i piegamenti facendo piegamenti sulle braccia, che vengono chiamati erroneamente flessioni. Si posizionano le mani in linea con le spalle e si piegano le braccia fino a quando i gomiti non formano un angolo di 90 gradi. Dopodiché ci si spinge verso l'alto per tornare al punto di partenza. Iniziamo a svolgere questo esercizio con le ginocchia appoggiate a terra e quando avremo preso confidenza col movimento potremo provare a eseguirli solo con l'appoggio a terra delle punte dei piedi.

Ultimo consiglio.

va benissimo iniziare da soli con semplici esercizi, ma farsi supportare da un professionista o seguendo corsi in centri specializzati si ha la sicurezza di fare i movimenti giusti e nel rispetto della propria personale condizione fisica". 

L'intervistato

L'intervistato è Luca Anzano, personal trainer e group trainer Virgin Active, presente su instagram con un profilo molto seguito, è a Rimini Wellness dall'1 al 4 giugno 2023 per incontrare il pubblico ad allenamenti aperti a tutti nella Fiera del fitness più importante d'Italia.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli