Nuove famiglie

Famiglie allargate, aumenta il rischio di depressione per i papà secondo uno studio USA

Di Sara De Giorgi
n10-1528236
06 Febbraio 2015
Gli uomini che hanno avuto figli con una prima moglie e figli con una seconda sono più a rischio depressione. Il doppio ruolo genitoriale e i sensi di colpa per non vivere sotto lo stesso tetto dei primi figli possono infatti rappresentare una forte causa di stress. Lo sostiene uno studio Usa
Facebook Twitter More

Gli uomini che hanno avuto figli con una prima moglie e figli con una seconda sono più a rischio depressione. Il doppio ruolo genitoriale e i sensi di colpa per non vivere sotto lo stesso tetto dei primi figli possono infatti rappresentare una forte causa di stress. 

 

Questo è quanto emerge da una ricerca appena pubblicata di due università americane, la Brigham Young University e Princeton, condotta su 6mila genitori Usasugli effetti dei ruoli multi-genitoriali. hanno condotto una ricerca che offre una panoramica sui vari modi in cui i genitori vivono lo stress. 

 

"Se si parla di genitorialità e di depressione, la gente pensa soprattutto alle donne nella fase post parto.  Invece anche chi vive situazioni di famiglie allargate con più ruoli genitoriali può vivere un grande stress", dice Kevin Shafer, docente di discipline sociali presso la BYU a sciencedaily.com.

 

Dalla ricerca emerge che tanti più ruoli genitoriali si ricoprono, quanto più aumenta lo stress. La situazione più stressante sarebbe quella degli uomini con triplice ruolo genitoriale, ovvero che hanno figli da una prima moglie, vivono con la seconda compagna che a sua volta ha dei figli di primo letto e insieme hanno un bambino. 

 

Lo studio ha rilevato che i genitori con tre ruoli hanno il 57% di probabilità in più di sviluppare una depressione rispetto a quelli con un solo ruolo. 

 

Shafer ha sostenuto che oltre alla situazione complicata di per sé, questi uomini potrebbero soffrire di sensi di colpa perché trascorrono più tempo con la nuova famiglia rispetto alla precedente. 

 

A essere più a rischio stress sono i padri con ansia di perfezione nei confronti di tutti figli, suoi o acquisiti. "Lo stress deriva da ottime intenzioni. Vogliono essere bravi genitori con i primi figli, bravi patrigni con i figli acquisiti e bravi genitori del neonato," dice Shafer. 

 

Dalla ricerca emergono due tendenze. La prima è che gli uomini chiedono meno aiuto psicologico anche se ne hanno bisogno. La seconda è che le famiglie allargate sono un fenomeno sempre più comune e che la società dovrebbe diventare più consapevole dello stress legato a questi ruoli multipli. 

 

Shafer ha dichiarato che spera che questi studi portino i genitori ad avere l’aiuto di cui necessitano. Secondo lo studioso, i professionisti della salute mentale dovrebbero anche riconoscere che la depressione può manifestarsi in modi differenti: "Ci auguriamo che i medici riconoscano che i genitori manifestano la depressione in modo diverso da come lo fanno i non genitori".

 

Lo studio, pubblicato sulla rivista Social Work, segue un altro studio sui rapporti tra patrigno/matrigna e figli acquisiti.  

Potrebbe interessarti l'articolo Terzo genitore, 10 consigli per andare d'accordo con i figli del tuo compagno

Vuoi confrontarti con altri genitori? Entra nel forum