Arancini ai broccoli

Cavolo, che supplì!

arancini-broccoli-01
27 Marzo 2012
Cavoli, broccoli o cavolfiori? Basta solo sentirne il nome e i bambini spesso storcono il naso. Eppure sono un concentrato di vitamine e sali minerali. Ecco come proporli in modo sfizioso ai più piccini.
Facebook Twitter More

Di solito i bambini faticano ad apprezzare la famiglia del cavolo, da broccoli a cavolfiori. Eppure sono un concentrato di vitamine e sali minerali, con proprietà antitumorali. E l’odore, che spaventa molti, può essere neutralizzato aggiungendo una semplice fetta di limone nell’acqua di cottura. Nella ricetta di oggi abbiamo reinventato un classico della cucina siciliana, gli arancini di riso, inserendo all’interno delle cimette di cavolo romanesco, simili a punte stellate, piselli e formaggio e prevedendo una versione leggera cotta in forno: perfetta per proporre qualcosa di sfizioso e colorato per i più piccoli.

Ingredienti (per una ventina di arancini)

  • 200 g di riso superfino

  • cimette di cavolo romanesco

  • 150 g di piselli fini

  • 200 g di latteria dolce

  • pangrattato

  • parmigiano Reggiano e pecorino dolce

  • sale

  • cipollotto

  • 1 tuorlo sbattuto

  • olio extravergine d’oliva

  • eventuale brodo vegetale

Procedimento

1. Prepariamo il riso. Lessatelo in acqua salata, facendo in modo che si consumi quasi tutta in cottura, scolatelo appena pronto e lasciatelo raffreddare per bene. Nel frattempo affettate il cipollotto in un cucchiaio di olio e aggiungete i piselli: fate cuocere per una decina di minuti.

2. Sbollentate le cimette di cavolo in acqua bollente con una fettina di limone per una decina di minuti. Scolatele e raffreddatele sotto l’acqua per mantenere un bel colore brillante.

3. Prendete il riso e mescolatelo con i piselli, l’uovo sbattuto, parte del parmigiano e pecorino e il latteria a pezzetti piccoli. E ora via con gli arancini: con le mani fate delle piccole porzioni di riso e formate delle piccole pere, inserite all’interno di ognuno una cimetta di cavolo. Passateli quindi nel pangrattato mescolato al resto del parmigiano e pecorino avanzati. Appoggiateli su di un piatto.

4. Passiamo alla cottura. Per un risultato più leggero potete cuocere gli arancini in forno: adagiateli su carta da forno e passateli a 175° per 15 minuti. Se invece, volete rispettare la tradizione, via con la frittura in abbondante olio di oliva o semi: tuffateli e rigirateli da tutti i lati, quindi appoggiateli su carta assorbente e servite ben caldi.

Il consiglio. Il segreto per formare in maniera veloce le piramidine degli arancini sta nella lessatura corretta del riso, quest’ultimo deve risultare asciutto, compatto e quasi appiccicoso: vi basterà utilizzare una quantità di acqua che possa venir assorbita quasi tutta in cottura. Rispetto ai tradizionali qui la la cimetta fa da sorpresa e potete coinvolgere i bambini nell’inserimento.

Le autrici della ricetta e delle foto

Miralda Colombo, giornalista e blogger,
per nostrofiglio.it ha una missione: elaborare ricette di piatti sani e completi che piacciano ai bambini e anche agli adulti. Miralda ha un blog www.ilcucchiainodialice.it nato in occasione dello svezzamento della figlia Alice e da cui è scaturito il libro di cucina per bambini "Il cucchiaino", ed. Gallucci.

Cevì (Cecilia Viganò) è un'artista, fotografa e illustratrice diplomata all'Accademia di Brera. Scatta le foto e illustra i piatti di Miralda per mostrare alle mamme che con un tocco di creatività e fantasia anche le ricette più semplici possono diventare più gustose. Perché anche l'occhio vuole la sua parte.

Vi è piaciuta la ricetta? Lasciate un commento qui sotto oppure scrivete nel forum sezione Cucina e ricette

Leggi anche la ricetta degli spaghetti mimosa per la giornata della donna

TI POTREBBE INTERESSARE
  1. Spaghetti mimosa