Ricetta bambini

L’amatriciana che sa di zucca

spaghetti-farro-zucca-speck_MG_4516
10 Ottobre 2012
E se colorassimo la solita amatriciana con una bella nota di arancione che sa di autunno? Oltre tutto la ricetta è di quelle semplici, piatto completo che potete preparare in anticipo e assemblare in quei quindici minuti, quindici che vi avanzano prima della cena.
Facebook Twitter Google Plus More

Utilizzate al posto della solita pancetta dello speck di cotto, saporito ma più delicato, di sicuro gradito ai più piccoli. E bilanciate il sapore dolciastro della zucca con della pasta al farro o integrale.

Ingredienti (per 3)

  • 1 fetta di zucca

  • 1 cipollotto

  • 250 g di spaghetti o altro formato di farro

  • 100 g di speck di cotto in un’unica fetta spessa

  • 100 g di latteria saporito

  • sale

  • 1 cucchiaio di parmigiano

Procedimento

Pulite e cuocete la zucca al vapore. Quando è morbida frullatela con qualche cucchiaio di acqua di cottura, potete aggiungere un cucchiaio abbondante di latte per renderla più cremosa. Aggiustate di sale.Tagliate lo speck a cubetti e rosolatelo con qualche fettina sottile di cipollotto in padella per qualche minuto. Ora cuocete gli spaghetti, una volta pronti saltateli in padella con lo speck e la crema di zucca. Servite con il latteria a scaglie e una spolverata di Parmigiano.

L’idea in più. La zucca si presta a tante preparazioni sia dolci sia salate. Le varietà sono tante, privilegiate quelle più dolci, come l’hokkaido di origine orientale, da usare con la scorza, tenera e sottile, che va frullata con la polpa.

Le autrici della ricetta e delle foto

Miralda Colombo, giornalista e blogger,
per nostrofiglio.it ha una missione: elaborare ricette di piatti sani e completi che piacciano ai bambini e anche agli adulti. Miralda ha un blog www.ilcucchiainodialice.it nato in occasione dello svezzamento della figlia Alice e da cui è scaturito il libro di cucina per bambini "Il cucchiaino", ed. Gallucci.

Cevì (Cecilia Viganò) è un'artista, fotografa e illustratrice diplomata all'Accademia di Brera. Scatta le foto e illustra i piatti di Miralda per mostrare alle mamme che con un tocco di creatività e fantasia anche le ricette più semplici possono diventare più gustose. Perché anche l'occhio vuole la sua parte.

Vi è piaciuta la ricetta? Lasciate un commento qui sotto oppure scrivete nel forum sezione Cucina e ricette

Leggi anche le altre nostre ricette