Nostrofiglio

Cucinare con i bambini: le crepes

Crepes: le ricette da fare con i bambini

Di Alessia Calzolari
copiadiipa_keknkm

22 Febbraio 2018
Le crepes non solo sono adatte a piatti dolci e salati, comfort food di giornate piovose e idea salva-merenda evergreen: sono anche perfette per essere preparate con l'aiuto dei bambini. Scoprite come prepararle nella versione classica, vegana e senza glutine

Facebook Twitter Google Plus More

Prima che andassero di moda i pancake – frittelline soffici e spesse, tipiche delle colazioni americane – c’erano le crepes (o crespelle, per dirla all’italiana), cialde sottili, morbide ed elastiche dal sapore delicato.

 

Le crepes sono la ricetta ideale da fare con i bambini e mangiare con tutta la famiglia, dalla colazione alla cena, passando per pranzo e merenda. Scopriamo come prepararle nella versione base, senza glutine e vegan (ovvero senza latte né uova, perché non contengono derivati animali). Leggere con pazienza la ricetta, procurarsi gli ingredienti e dare una mano concreta nella realizzazione del piatto aiuterà i piccoli a sviluppare coordinazione e manualità, oltre che a passare un bel pomeriggio assieme a mamma e papà.

 

 

Crepes, perché sono la ricetta ideale da fare con i bambini?

 

Non richiedono passaggi complessi, si preparano con ingredienti facilmente reperibili in casa e, inoltre, le crepes si cucinano in pochi minuti e non necessitano tempo di riposo: l’ideale per bimbi impazienti e dispense vuote.

Dato che si tratta di un impasto dal gusto neutro si prestano ad essere farcite sia con ripieni dolci, come la mitica crema alle nocciole, che con ripieni salati, diventando così ricchi primi piatti. Proprio per questa caratteristica, sono anche l’ideale per invogliare i piccoli a mangiare frutta e verdura, usandola per creare ripieni sfiziosi.

Dato che si possono preparare in anticipo e conservare in freezer e separate da un foglio di carta da forno se non ancora condite, sono anche l’ideale da tenere come merenda golosa dell’ultimo momento o se gli amichetti passati per fare i compiti si fermano anche a cena.

 

Cosa insegna questa ricetta

 

La preparazione aiuta a sviluppare la manualità dei bimbi, che dovranno travasare gli ingredienti nella ciotola uno ad uno, mescolare e, se abbastanza grandini, magari versare anche l’impasto in padella sotto la supervisione di un grande o addirittura cuocerle in autonomia.

Libero sfogo alla creatività, invece, per la farcitura: i piccoli si divertiranno a scegliere il ripieno e, allo stesso tempo, dovranno essere attenti e precisi a non riempire troppo le crepes.

 

La storia della ricetta delle crepes è anche un modo per insegnare ai bimbi che gli errori possono diventare opportunità. La leggenda narra, infatti, che alla fine del XIX secolo il maldestro garzone del cuoco di corte, rovesciò sul fornelletto usato per cuocere le crepes del brandy. Divampò, ovviamente, una fiamma che incendiò una pila di crepes imbevute di liquore e per evitare l’incendio il garzone versò dello zucchero sulle crespelle. Il ragazzo, senza perdersi d’animo, servì il piatto a Edoardo VII, principe di Galles e futuro re d’Inghilterra, spacciandola come rivisitazione delle classiche crepes. Il re ne fu entusiasta e decise di chiamarle Suzette in onore di una bella commensale che si chiamava così ed era a tavola con lui.

 

Cucinare insieme è, infine, sempre un ottimo modo per passare del tempo e raccontarsi, magari proprio di quella volta in cui voi grandi eravate piccoli e cucinavate con la nonna o con il papà.

Gli ingredienti, inoltre, sono un ottimo punto di partenza per parlare di stagionalità – perché a dicembre non possiamo farcire le crepes con le fragole? e perché ad agosto, quelle salate, non possiamo prepararle con i broccoli? – e scoprire sapori, che magari accostati in abbinamenti nuovi conquistano, finalmente, e ampliano i gusti dei bambini meno mangioni.

 

Ricette di crepes dolci e salate per bambini: un piatto passepartout

 

Le crepes sono versatili non solo nei ripieni, ma anche nei modi d’uso. A colazione e a merenda sono perfette farcite con la marmellata, la frutta fresca e secca o la crema di nocciole. A pranzo diventano golosissime farcite con salumi, formaggi, verdure e poi passate in forno a gratinare con del parmigiano, del sugo o della besciamella. Con la crema pasticcera o una fonduta di cioccolato diventano un dessert elegante e goloso, mentre per la cena basta tagliare le crepes a striscioline e servirle con del buon brodo.

 

 

Le ricette

 

1. Crepes: la ricetta base e come prepararle con i funghi

 

Questa ricetta, tratta dal libro ”Ricette sane e veloci per mamme impegnate” (di C. Lombardini, Compagnia Editoriale Aliberti), prevede una farcitura ai funghi, tipicamente invernale, ma una volta preparate le crepes, possono essere usate poi nel modo preferito.

Per i bimbi, ad esempio, si possono sostituire i funghi con del prosciutto cotto e del formaggio (fontina o emmental ad esempio)

 

Ingredienti per 4 persone 

Per le crepes

  • 2 uova
  • 120 g di farina
  • 1 pizzico di sale
  • 30 cc di latte
  • burro per friggere

 

Per il ripieno

  • 100 g di funghi porcini secchi
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • sale
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 8 fette di speck

 

Per la besciamella

  • 50 g di burro
  • 2 cucchiai di farina
  • 50 cc di latte
  • noce moscata
  • sale

 

Procedimento

Per preparare le crespelle, rompete le uova in una ciotola e fatele sbattere leggermente. Aggiungete farina e sale e fate continuare i bambini a mescolare la pastella con una frusta, in modo da eliminare i grumi. A questo punto aggiungete il latte a poco a poco, fino ad ottenere una pastella omogenea e piuttosto liquida. Scaldate una noce di burro in una padella piccola e dai bordi bassi e fate versare un mestolino di pastella in padella, inclinandola così da spanderla su tutta la superficie. Fatela cuocere e dorare da un lato, prima di girarla con una palettina e farla dorare anche dall’altro. Procedete allo stesso modo fino a finire la pastella.

 

Per la farcitura, mettete a bagno i funghi per almeno due ore, sciacquateli e cuoceteli in padella con olio, aglio, prezzemolo, pomodoro e un dito d’acqua. Regolate di sale e fate cuocere per circa una mezz’oretta.

Preparate la besciamella, facendo sciogliere il burro in un pentolino. Spegnete il fuoco e aggiungete la farina setacciata (potete farlo fare anche ai bimbi) e mescolate con una frusta da cucina per amalgamare burro e farina senza grumi. Fate versare il latte nel pentolino ai bambini e riaccendete il fuoco. Condite con sale e noce moscata e portate ad ebollizione, mescolando continuamente per evitare i grumi. Fate cuocere finché la besciamella non si addensa.

 

Ora tocca ai vostri piccoli aiutanti: fategli farcire ogni crespella – evitando di riempirle troppo – con i funghi, un cucchiaio di parmigiano, uno di besciamella e dello speck tagliato a striscioline. Fate piegare le crepes a metà ai bimbi e fategliele disporre delicatamente in una teglia imburrata. Coprite con besciamella e parmigiano e cuocete in forno a 200 gradi per circa 20 minuti.

 

Crepes vegan - Il Goloso Mangiar Sano
Crepes vegan - Il Goloso Mangiar Sano | Il Goloso Mangiar Sano

2. Crepes vegan

 

Niente latticini, nè uova per queste crepes tratte dal blog Il Goloso Mangiar Sano, per un risultato comunque goloso. Potete usarle esattamente come le crepes tradizionali, farcendole quindi con i ripieni che preferite, dolci o salati che siano.

La ricetta prevede una punta di curcuma per colorarle e dargli il tipico colore giallino, che hanno di solito grazie alle uova. Se non ne avete in casa, nessun problema, non comprometterete il risultato della ricetta.

 

Ingredienti

  • 240g farina 0
  • 140g acqua
  • 400ml latte (vegetale o vaccino)
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 punta di curcuma

 

Procedimento

Pesate la farina e fatela mettere nella ciotola ai bambini. Versate ora a poco a poco i liquidi nella terrina, prima il latte, poi l’acqua e poi l’olio e regolate di sale. Nel frattempo i bimbi dovranno mescolare con una frusta, fino ad ottenere una pastella liscia, omogenea e senza grumi. Fate riposare la pastella in frigo per circa 30 minuti.

Trascorso questo tempo, ungete leggermente la padella (basterà passare un foglio di carta da cucina leggermente bagnato d’olio sulla superficie) e fatela scaldare. Dite ai bimbi di versare un mestolino di impasto nella padella, stando attenti a farla spandere per bene.

Fate cuocere pochi minuti per lato e servite o usate per le vostre ricette.

 

Crepes senza glutine - Mammager
Crepes senza glutine - Mammager | Mammager

 

3. Crepes senza glutine

 

Che sia perché vi piace variare o perché, invece, c’è l’esigenza di mangiare senza glutine, queste crepes del blog Mammager non vi deluderanno.

A base di farina di riso, di mais ed olio di cocco (che si trova facilmente nei negozi biologici, ma preferite quello extra vergine, proprio come l’olio d’oliva) sono leggere e croccanti il giusto. Non si attaccano alla padella e se volete farcirle con un ripieno dolce, potete aggiungere anche un paio di cucchiai di zucchero grezzo di canna alla pastella.

 

Ingredienti per circa 15 crepes

  • 100g di farina di riso
  • 100g di farina di mais
  • 30g di fecola di patate
  • un pizzico di sale
  • 4 uova
  • 600ml di latte (anche vegetale)
  • 60g di olio di cocco

Procedimento

Fate mescolare ai bambini le farine con la fecola, il sale ed eventualmente lo zucchero. In una ciotola a parte, invece, fategli amalgamare il latte con le uova. Unite i liquidi alla farina e dite ai bimbi di mescolare fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi. Aggiungete, infine, anche l’olio di cocco (eventualmente fatto fondere ed intiepidire) e lasciate riposare la pastella per almeno mezz’ora.

Scaldate una padella antiaderente e fatevi versare un mestolino di impasto, cuocete per qualche minuto su entrambi i lati.

Proseguite così fino ad esaurire la pastella, ricordandovi di mescolare l’impasto prima di cuocere ogni nuova crepe, dato che la farina di mais tende a depositarsi. Servite con farciture a piacere.