Attualità

Sei uomo? Sposati! Sei donna? Forse non sempre conviene

Di Sara De Giorgi
matrimoniodivertente.600
4 giugno 2019
Secondo l'affermazione di un professore inglese, che ha raccolto numerose prove scientifiche, le donne non sposate e senza figli sarebbero la categoria più felice della popolazione e sembrerebbero essere anche le più longeve. In realtà, ci sono altri studi che non sostengono ciò: in particolare, secondo un'altra ricerca recente, le donne non sposate vivrebbero un forte stress psicologico soprattutto in età avanzata. Gli uomini invece trarrebbero soltanto giovamento dal matrimonio.

Sono più felici le donne sposate oppure quelle single? Meglio avere figli oppure no? Gli uomini stanno meglio da soli o se si sposano? Abbiamo raccolto una serie di studi, che ci hanno suggerito alcune riflessioni attuali su donne, relazioni, famiglia e uomini.

 

LEGGI PURE: 14 super storie emozionanti di mamme single

 

 

Donne non sposate? Sembrerebbero le più felici

 

Le donne non sposate e senza figli sarebbero la categoria più felice della popolazione e sembra anche che vivano più a lungo.

 

A fare questa dichiarazione è stato Paul Dolan, professore di scienze comportamentali alla London School of Economics, che, parlando all'Hay Festival (Inghilterra), ha affermato che le prove scientifiche più recenti hanno dimostrato che i "marcatori" tradizionali usati per misurare il successo personale non erano correlati alla felicità, in particolare nel matrimonio e nell'educazione dei figli.

 

Dolan ha affermato: «Se sei un uomo, dovresti probabilmente sposarti; se sei una donna, non preoccuparti di farlo. Gli uomini hanno beneficiato del matrimonio perché si sono "calmati": da sposati hanno meno rischi, guadagnano più soldi al lavoro e vivono di più. Lei, invece, deve sopportare di più». Il sottogruppo più sano e più felice della popolazione è, dunque, secondo lo scrittore, composto da donne che non si sono mai sposate o che non hanno mai avuto figli. Ma sarà vero?

 

È proprio nel suo ultimo libro, Happy Ever After, che Dolan ha citato le prove dell'American Time Survey (ATUS), ente che ha analizzato e confrontato i livelli di piacere e di miseria in individui non sposati, sposati, divorziati, separati e vedovi.

 

 

Le donne si risposano meno degli uomini

 

Un'altra indagine per la quale sono stati revisionati ben 18 studi ha rilevato che le persone generalmente non diventano più felici dopo il matrimonio. Nella migliore delle ipotesi, diventano un po' più soddisfatte delle loro vite nel periodo delle nozze; poi tornano a sentirsi soddisfatte (o insoddisfatte) esattamente com'erano quando erano single.

 

In più, sempre secondo questo studio, sia gli uomini sposati sia le donne sposate diventerebbero sempre più insoddisfatti della loro relazione nel tempo e sarebbero le signore a manifestare per prime l'insoddisfazione nei loro matrimoni prima degli uomini.

 

Parlando di divorzio, inoltre, sembrerebbero loro , più degli uomini, ad essere più propense ad abbandonare il matrimonio. Attualmente, negli Usa, il numero dei divorzi gravita attorno al 70 per cento. E dopo la separazione, difficilmente le donne si risposano: i tassi di nuovi matrimoni sono quasi il doppio tra gli uomini piuttosto che tra le donne.

 

 

 

LEGGI ANCHE: Separazione, quali sono i problemi che affrontano i figli

 

 

Ci sarebbe però più stress psicologico per le donne single in età avanzata

 

Esiste però uno studio secondo il quale le donne non sposate vivrebbero un forte stress psicologico soprattutto in età avanzata. Infatti, dai dati raccolti da un campione di 200 donne non sposate, è emerso che i problemi emotivi sarebbero comuni tra donne non sposate che sono più in là con l'età.

 

Inoltre, sempre in base alla ricerca, tra le donne single possono esserci sintomi depressivi (con eventuale peggioramento) - nel 17% dei casi - come perdita di interesse per le attività quotidiane, disperazione, bassa autostima, autocritica, difficoltà di concentrazione e difficoltà nel prendere decisioni, evitamento delle attività sociali, sensi di colpa e preoccupazioni sul passato, ecc. Ma, soprattutto, l'impatto emotivo sulle persone non sposate e che sono nelle fasi avanzate dell'età ha conseguenze più negative e la ricaduta psicologica può essere più grave.

 

TI PUO' INTERESSARE: Tutto sul matrimonio

 

 

Sempre meno matrimoni

 

In base a quanto riportano numerose indagini, i tassi di matrimonio stanno diminuendo, ossia ci si sposa sempre meno. Un ulteriore studio, che si concentra su interviste approfondite e svolte a laureati e a professionisti tra i 35 e i 50 anni che non si sono mai sposati, ha identificato i seguenti fattori che hanno portato a questo cambiamento: livelli più elevati di libertà economica da parte delle donne, tassi più elevati di divorzio, individualismo maggiore e indebolimento dei legami tra l'avere e il conseguente crescere dei figli e del matrimonio come istituzione.

 

Fonti: The Guardian, Psichologytoday.com, Sciencedirect.com

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: