Nostrofiglio

Separazione

Separazione: 10 consigli per comunicarlo ai figli nel modo giusto

separazione

29 Giugno 2016 | Aggiornato il 05 Febbraio 2018
Come dare ai figli la notizia che vi state separando? Secondo lo psicoterapeuta Carlo Alfredo Clerici e l'avvocato Armando Cecatiello, autori del libro "I miei genitori si dividono. E io?" (Red), è importante farlo insieme, lasciando da parte conflitti e liti e unirsi nell'interesse superiore dei figli. Perché non è la separazione di per sé a provocare danni ai bambini, bensì la costante conflittualità tra genitori. 

Facebook Twitter Google Plus More

 Sono molte le coppie con figli che arrivate a un certo punto decidono di separarsi. Il primo pensiero quando si deve affrontare questo passo va ovviamente ai figli. A come la prenderanno e qual è il modo migliore per comunicarglielo. 

 "Ogni bambino prova malessere per la separazione dei genitori. Tentare di negarlo produce solo effetti negativi" spiegano Carlo Alfredo Clerici,  psicoterapeuta, e  Armando Cecatiello, avvocato matrimonialista, nel libro "I miei genitori si dividono. E io?" (Red).

 "Ma il vero disagio dei figli non si manifesta tanto perché i genitori si separano, ma per l'intensità del conflitto e per la presenza di problemi nella relazione tra genitori e figli.

 E' quindi molto importante che i genitori, nell'interesse dei figli, cerchino di instaurare tra loro una buona relazione per essere uniti nella separazione, a partire dal trovare insieme un accordo su come e quando comunicare la notizia ai figli.

Leggi anche: Separazione e divorzio quando ci sono i bambini

 

Ecco i consigli dei due esperti: 

 

1 Sospendete il conflitto nell'interesse dei figli
Prima di comunicare ai bambini la decisione di separarvi, dovete concordare insieme una strategia sui modi e i tempi per farlo. 

"Mettersi d'accordo su questa comunicazione significa sospendere temporaneamente il conflitto personale con l'obiettivo di tutelare il bisogno superiore dei figli. E' un momento importante per sperimentare il nuovo ruolo di genitore separato ma unito nell'interesse dei figli" spiegano gli esperti.

 

2. Raccontategli la situazione in modo veritiero, ma senza coinvolgerli nel conflitto
E' giusto spiegare la realtà della situazione ma evitando di coinvolgere i figli in recriminazioni e dolori che riguardano la crisi di coppia e che non devono riguardare i figli.

 

3. Mai un solo genitore
Qualsiasi sia la causa della separazione la comunicazione va fatta da entrambi i genitori. Non è giusto che uno solo si assuma tutta la responsabilità.

 

4 Comunicatelo con affetto
E' bene scegliere un luogo calmo e protetto da interferenze e interruzioni. Mostratevi affettuosi e sedetevi accanto a loro.


Il messaggio fondamentale da dare: è che mamma e papà hanno bisogno di vivere separati perché non vanno più d'accordo. Per questo motivo hanno bisogno di due case diverse.

E' certo che li continuerete ad amare come prima e che farete di tutto per  andare d'accordo come genitori.

 

Se ci sono più figli, comunicate la notizia a tutti, ma poi concedete la possibilità di parlare separatamente con ciascun figlio in modo da ascoltare domande e preoccupazioni personali. 

 

5. Date il giusto peso alle reazioni dei figli
Le reazioni immediate dei figli possono essere varie e non troppo indicative.
Ad esempio, un bambino potrebbe apparire sereno solo perché si sforza di compiacere i genitori, ma in realtà fatica ad accettare la separazione, un altro potrebbe esplodere in rabbia e pianti,  reazione liberatoria a dimostrazione che si sente libero di esprimere i propri sentimenti e anche di elaborarli rapidamente.


L'importante è che davanti a una crisi di pianto non cerchiate di tranquillizzarli con una versione edulcorata della realtà. I  bambini non devono coltivare false speranze da cui rimarrebbero delusi. 
Siate chiari: le decisioni di coppia non riguardano la relazione con i figli. 

 

6. Offrite la giusta rassicurazione
E' bene che i  piccoli abbiano ben chiaro di non essere i responsabili della vostra separazione.
Rassicurateli che il vostro amore di genitori per loro non cambierà mai.
Se l'amore tra marito e moglie può cambiare nel tempo, è importante che i vostri figli sentano che l'affetto nei loro confronti non verrà mai a mancare.

 

Spiegategli che potranno vedere e amare i genitori come sempre e che la separazione non interferisce sulla possibilità di volersi bene fra genitori né impedirà a mamma e papà di continuare a essere dei buoni genitori.

 

7. Valorizzate gli elementi positivi della vita in comune
L'impatto negativo della comunicazione della decisione di separarvi può essere mitigato se gli trasmettete gli elementi positivi che ci sono stati nella vostra vita di coppia: di come vi siete conosciuti, di quanto vi siete amati, della decisione di avere figli...

In questo modo contrastate la tendenza a raccontare solo gli eventi negativi che vi hanno portato alla separazione. Ricordate: i ricordi positivi sono di particolare sostegno all'angoscia e all'autostima dei bambini e restituisce loro l'immagine di una coppia che li ama.
E serve anche a ribadire che la decisione della separazione non è colpa loro.

 

 

 

8 Separarsi non è per forza un evento distruttivo
Il divorzio è un momento molto critico e generalmente comporta un dolore all'intero nucleo familiare. Ma può anche essere che dopo la difficoltà iniziale ci siano degli sviluppi positivi: per esempio, dopo la separazione i rapporti e la vita quotidiana possono migliorare, anche perché la fine della convivenza può attenuare i conflitti legati alla condivisione della quotidianità. 

 

9 Rimanere insieme per il bene dei figli non è mai una buona idea
Alcune coppie fanno uno sforzo di stare insieme per il bene dei figli, ma così si rischia di sottoporli a conflitti ininterrotti e investire i bambini di responsabilità nei panni di mediatori. 

Le scienze psicologiche hanno dimostrato che non è la separazione di per sé a provocare danni, bensì la costante conflittualità tra genitori.


10 Perché non bisogna negare la verità ai figli
Alcuni genitori pensano di proteggere i figli negando la crisi di coppia. Ma la mancanza di spiegazioni può essere deleteria perché un figlio accorgendosi dei 
problemi azzarda delle spiegazioni e magari interpreta la realtà in modo errato fino a sentirsi ingiustamente colpevole.
Non esiste un realtà così difficile che non possa essere spiegata, ovviamente in modo adeguato all'età. Comprendere quello che sta accadendo aiuta i bambini a ritrovare la tranquillità.
Leggi anche: Separazione, come gestirla quando ci sono bambini