Sessualità

Sesso: consigli per neogenitori per ritrovare l'intesa sessuale

Di Sara De Giorgi
sessualita
01 Febbraio 2019
A volte la sessualità non viene valorizzata abbastanza all'interno di una coppia di neo genitori, i quali sono, giustamente, assorbiti dalle necessità del neonato. E spesso, sono soprattutto le donne ad avere difficoltà. Abbiamo intervistato la ginecologa Marialessandra Panozzo, chiedendole di raccontarci qualcosa in più sulla sessualità e di indicarci alcuni suggerimenti per le neo madri che vogliono ritrovare l'intesa con il proprio compagno.

 
Facebook Twitter Google Plus More

Spesso, dopo aver dato alla luce un bimbo, la coppia fatica a ritrovare un'intesa sessuale e questo può, alla lunga, logorare il benessere dei due genitori. A dare consigli per superare questo momento critico della coppia ci ha pensato Marialessandra Panozzo, ginecologa omeopata e psicoterapeuta, autrice del libro "Il corpo, il sesso, l'amore" (Terra Nuova Edizioni), un testo utile per comprendere la sessualità, entrando in contatto con il corpo e con i propri sentimenti più profondi.

 

Il libro è rivolto non solo a neo mamme che hanno partorito da poco, ma anche a donne e uomini, giovani e adulti: praticamente a tutti coloro che desiderano avere informazioni mediche esatte e spunti di riflessione sul corpo e sull’amore. Abbiamo intervistato Marialessandra, chiedendole di raccontarci qualcosa in più sulla sessualità e di indicarci alcuni suggerimenti per le neo madri che hanno da poco avuto un bambino e vogliono ritrovare l'intesa con il proprio compagno.

 

LEGGI ANCHE: Sesso dopo il parto, sei consigli della sessuologa

 

Sessualità, come cambia in base alle diverse età della vita

 

Marialessandra ci ha spiegato che la sessualità è molto diversa a seconda delle età. Più esattamente, è legata alla fase di vita che si vive e alle emozioni che si provano in un determinato periodo. «Se, per esempio, le ragazze giovani hanno più energia e provano più desiderio sessuale legato agli ormoni, con il passare degli anni il bisogno fisico diventa più una necessità di calma e di un contatto profondo. Soprattutto dopo la menopausa: in questo delicato periodo di vita della donna sono infatti più importanti l'intimità e la profondità. Anche per una donna che ha appena partorito è così: il bisogno di contatto è un bisogno di intimità e non prettamente un bisogno sessuale».

 

 

Principali "tappe del piacere", quali sono?

 

Secondo la ginecologa è importante individuare le tappe che riguardano il piacere. «C'è una prima fase che è quella del desiderio, la seconda è quella dell'eccitazione legata a cambiamenti ormonali nel corpo, poi c'è il momento del piacere, fase in cui l'eccitazione è soddisfatta. Segue la fase dell'orgasmo. Però, per ogni tappa, si può verificare un problema: ad esempio, ci possono essere persone che non hanno desiderio, mentre altre lo provano, ma non arrivano all'orgasmo. Queste tappe sono importanti per identificare con sicurezza il momento in cui si verificano dei problemi e, conseguentemente, intervenire».

 

TI PUO' INTERESSARE: Sesso dopo il parto

 

Uomini e donne: qual è la principale differenza?

 

La differenza tra uomini e donne è fondamentale e fa sì che agli uomini piacciano le donne e viceversa. Anzi, è proprio la differenza che fa la bellezza. Dal punto di vista sessuale, la principale diversità è la seguente: «L'uomo, solitamente, ha una sessualità più diretta, semplice, precisa, "facile", invece le donne portano nella relazione la creatività, la diversità e anche la capacità di uscire dagli schemi».

 

Praticamente, l'uomo ha il vantaggio di essere diretto ed è in grado di "riportare alla realtà" le donne, che tendono ad essere più cerebrali.

 

 

LEGGI PURE: Quiz, il sesso dopo il parto

 

Come può una neo mamma ritrovare la fiducia in se stessa e il desiderio?

 

Secondo la ginecologa è molto importante che i neo genitori trovino tempo da trascorrere assieme. Certamente è importante stare con il bambino, ma non bisogna mai perdere il contatto con il partner. Occorre, qualche volta, uscire a cena, vedere un film abbracciati, fare una passeggiata, lasciando magari il piccolo dalla nonna.

 

«È fondamentale ritrovare la fiducia nella vita di relazione, che comprende ovviamente la sessualità, anche se c'è un bimbo che richiede molte attenzioni o se c'è stato un parto difficile. Importantissimo, a mio parere, è partecipare a gruppi di mamme: stare con altre donne che hanno vissuto le stesse esperienze, parlare e confrontarsi è fondamentale per riprendere la fiducia in sé, soprattutto, magari, se i gruppi sono gestiti da ostetriche intelligenti», dichiara Marialessandra.

 

Consigli per le donne che hanno partorito da poco

 

Ecco quali sono i consigli di Marialessandra Panozzo per aiutare le neo mamme a ritrovare la fiducia in se stesse e il desiderio sessuale:

 

1) La cosa più difficile da portare a termine, ma che occorre assolutamente impegnarsi a fare è mantenere il dialogo con il partner. «È vero, il bimbo stravolge i tempi e non consente di avere tempo per il confronto. Ma occorre che il figlio non sia l'unico centro di tutto: la coppia deve avere dei momenti di comunicazione».

 

2) Per mantenere la complicità, è importante che la coppia condivida le decisioni sul bambino. La possibilità di confidarsi con il partner e di chiedere cosa pensa è fondamentale.

 

3) I gruppi di mamme, come già detto, sono importanti: stare con altre donne che hanno vissuto le stesse esperienze e confrontarsi con loro è fondamentale per ritrovare la fiducia in sé.

 

4) Non bisogna assolutamente chiudersi in casa, occorre invece uscire con i piccoli, anche se fa freddo, e cercare di frequentare le amiche. Mai restare nella solitudine delle 24 ore in casa. «Purtroppo le donne italiane sono esagerate: i bimbi sono iperprotetti e spesso sono sempre chiusi in casa, con molto stress da parte delle mamme», spiega Marialessandra.

 

5) Nel primo anno di vita il bimbo spesso sta nel lettone: papà e mamma devono trovare comunque il modo di fare l'amore sul divano o di mantenere la loro relazione sessuale, che è veramente importante.

 

Un libro sulla sessualità

 

Marialessandra Panozzo, infine, conclude raccontandoci perché ha scelto di scrivere un libro sulla sessualità. «Negli ambulatori di ginecologia si parla spesso di sesso: molte donne mi chiedevano consigli su cosa leggere e alla fine mi son decisa a scrivere un libro io stessa. Con il testo "Il corpo, il sesso, l'amore" voglio mandare il seguente messaggio: la sessualità è una cosa importante in una coppia e va nutrita, come una piantina. È un pezzo di noi che non deve morire, perché ci verrebbe a mancare una forte energia creativa. Ovviamente la mercificazione del sesso e la pornografia non c'entrano nulla con ciò, occorre, invece, riportare il sesso alla sua vera essenza, ossia un dono di Dio».

 

Marialessandra Panozzo è ginecologa, omeopata e psicoterapeuta. Responsabile dell’ambulatorio di ginecologia per la donna dell’Asl 2 di lucca, è libera professionista a Prato e a Verona.
Il suo sito:

www.ginecologiaomeopatica.it

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: