Aiuti alla famiglia

Calabria, bonus bebè per il 2011

22 Febbraio 2011
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter More

La Regione affida alle singole amministrazioni il compito di realizzare una serie di interventi per le famiglie con basso o bassissimo reddito, e con numero di figli pari o superiore a quattro (compresi bambini in affido). La griglia per i comuni include contributi sui servizi essenziali quali energia elettrica, gas, acqua potabile, utenze telefoniche (telefonia fissa). Tra le altre voci figurano: trasporti locali, frequenza scolastica, accesso alle strutture sportive, culturali e ricreative, frequenza a corsi di specializzazione e per l’arricchimento culturale e professionale e servizio di trasporto locale per i portatori di handicap che devono sottoporsi alle attività riabilitative.

Al momento, i Comuni stanno spendendo i fondi della delibera regionale del 2008, i finanziamenti per proseguire queste attività della successiva delibera (476/2010) non sono ancora stati erogati dalla Regione perché attende le relazioni a consuntivo. La Regione invita a controllare gli avvisi del Comune di residenza per non perdere eventuali bandi di interesse.

REGGIO CALABRIA

Il comune di Reggio Calabria ha emesso un bando per erogare un contributo per il canone d'affitto 2010 alle famiglie che avranno i requisiti indicati. Il termine per la presentazione della domanda scade il 21 febbraio 2011. Occorre ritirare e compilare il modulo negli Uffici di Segretariato Sociale, presso le circoscrizioni della città, o all’Ufficio Urp (Ce.Dir di Via S. Anna II tronco) e riconsegnarlo direttamente agli stessi uffici o spedirlo con A/R al Settore Politiche Sociali, Via Magna Grecia,13, 89128 Reggio Calabria. Per usufruire del contributo, è indispensabile avere la residenza nel Comune e non abitare in alloggi pubblici. Quanto al valore ISE, è fissato fino a 11.913,20 € per la fascia A e da 11.913,20 € a 17.000 € per la fascia B, a questi due gruppi corrisponderà un diverso calcolo dell'importo del contributo. L'entità della cifra è legata anche all'incidenza del canone di affitto annuo sull'indicatore ISE.

COSENZA

Il comune di Cosenza riconosce l'assegno di maternità alle madri disoccupate che sottopongono la domanda presso i Servizio Attività Sociali, via Piave n 84, Cosenza (tel. 0984/813405). Per richiederlo, l'indicatore ISE per l'anno 2010 non deve superare i 32.448 euro per un nucleo di tre persone.