Il Black Friday e i suoi vantaggi

Il Black Friday: cos'è, quand'è e perché conviene

Di Chiara Dalla Tomasina
ipad-820272_1280
30 Ottobre 2018 | Aggiornato il 19 Novembre 2018
Il 23 novembre ricorrerà il Black Friday del 2018. Scopriamo insieme cos'è, perché si chiama così e perché conviene acquistare proprio quel giorno (ma anche prima).
Facebook Twitter Google Plus More

Si chiama Black Friday, ma è un venerdì tutt’altro che… nero: questa usanza, che abbiamo importato direttamente dagli Stati Uniti (un po’ come Halloween) cade ogni anno nell’ultimo venerdì di novembre, quindi nel 2018 sarà il 23 del mese. Il quarto giovedì di novembre si tiene il cosiddetto Thanksgiving Day, ovvero il “Giorno del Ringraziamento”, e la giornata successiva lascia spazio proprio al Black Friday. Se però siete appassionati di tecnologia, tenete d’occhio fino al lunedì successivo, chiamato Cyber Monday, che nel 2018 cadrà il 26 novembre ed è un giorno dedicato esclusivamente alle offerte e agli sconti degli articoli di elettronica.

 

Che cos’è il Black Friday


Si tratta di un giorno (ma più propriamente durerà una settimana) in cui, dal 1932, si effettuano sconti record per dare il via, incentivare e spronare gli acquisti natalizi. Dagli anni Ottanta l’usanza ha preso sempre più piede anche al di fuori degli Stati Uniti, diffondendosi poi in varie parti del mondo, Italia compresa: nelle grandi città ci sono già vetrine dei negozi con l'indicazione del Black Friday, per far capire che l’esercizio commerciale “aderirà” a questa tradizione. La particolarità è che i saldi arrivano ben prima del Natale, e non dopo, come accade abitualmente (gli sconti cominciano il 6 gennaio nelle maggiori città italiane), quindi la scelta e la disponibilità degli articoli è ancora totale e non si vendono solo le rimanenze. Per farvi capire la “portata” di questo fenomeno negli Stati Uniti, centinaia di catene e brand di abbigliamento, accessori e megastore aprono addirittura alla mezzanotte per accogliere la (già) lunghissima fila di incontenibili clienti. Ma non parliamo solo di negozi: aderiscono all’iniziativa anche molte compagnie aeree, abbonamenti a riviste e giornali, palestre, attività e servizi acquistabili online. 


Le origini del nome 


Ci sono due teorie accreditate sull’origine del nome Black Friday. La prima si basa sul fatto che, in passato, i commercianti tenevano i registri contabili a penna, usando inchiostro nero per i conti in attivo e quello rosso per le perdite: il venerdì dopo il Ringraziamento, grazie ai prezzi in ribasso, i conti erano sempre in attivo, da qui il nome "black" (nero) friday. La seconda spiegazione, meno accreditata, attribuisce il nero allo smog provocato dalle macchine di chi si reca a fare acquisti.


Quanto dura


La giornata ufficiale del Black Friday, dicevamo, è il 23 novembre, ma la maggior parte delle offerte nei siti internet e nei negozi partono ufficialmente il lunedì precedente, ovvero il 19 novembre, anche se già dal weekend del 17 novembre in alcuni negozi fisici e online ci sarà una selezione di articoli in forte promozione.

 

Il Black Friday in Italia


Anche se diversi negozi, come dicevamo, hanno già adesivi che inneggiano all’imminente arrivo del Black Friday, in Italia questo fenomeno è legato principalmente alle vendite sul web, soprattutto dei grandi store online, Amazon in primis, considerato il “re” del Black Friday grazie all'incredibile proposta di migliaia di articoli sottocosto (si arriva anche all’80%) rispetto al prezzo originale.

 

Qualche numero sul Black Friday

Secondo una statistica elaborata da Idealo, portale per la comparazione dei prezzi degli acquisti online, nel Black Friday 2017 le intenzioni di acquisto dei consumatori sono salite di oltre il 99% rispetto al 2016, che a sua volta raggiunse un +99,70% nei confronti del 2015, segno che di anno in anno la considerazione degli italiani è aumentata moltissimo. La maggior parte degli utenti coinvolti dal Black Friday del nostro Paese si concentra nell’Italia del Centro-Nord, con un divario abbastanza importante con le regioni meridionali. I prodotti più venduti nel 2017? Gli smartphone, seguiti da Tv, console e asciugatrici.


Quando è meglio collegarsi


«Non c’è un orario migliore per collegarsi anche se di solito le mamme per i loro acquisti preferiscono gli orari della mattina presto e della sera dopo cena», ha spiegato l’anno scorso Beatrice Tedone, vendor manager della categoria Baby di Amazon, il consiglio quindi è di «farsi qualche giorno prima un’idea di quello che si vorrebbe acquistare e poi di visitare spesso il sito nella settimana degli sconti per essere sempre aggiornati sulle nuove promozioni».

 

Leggi anche: idee scontate per bambini, idee scontate per mamma e papà

 

| Pixabay