Genitori con le idee

L'usato doc per i bambini

Di Francesca Paola Rampinelli
baby-bazaar-3
30 Settembre 2010
Dopo la nascita dei due figli, Silvia Ingravallo abbandona la professione di interprete e apre a Sesto San Giovanni (Milano) un Baby Bazar, negozio in franchising dell'usato per bambini dove le mamme comprano, vendono e dove c'è spazio per fare due chiacchiere.
Facebook Twitter Google Plus More

Un negozio dove comprare ma anche vendere, un posto dove le mamme possono fermarsi a chiacchierare e a farsi consigliare sapendo di trovare un interlocutore preparato ma soprattutto che è passato attraverso le stesse esperienze.

Questa era l’idea di Silvia Ingravallo, 34 anni, interprete e responsabile esteri di una società di Sesto San Giovanni che dopo la nascita di due bimbi, Simone sei anni e Gabriele quattro, ha lasciato la professione e ha deciso di aprire, sempre a Sesto, un Baby Bazar.

“Volevo rimettermi in gioco, cercando di sfruttare le mie capacità, la propensione a stare con la gente e soprattutto lo spirito imprenditoriale che ho sempre avuto fin da bambina”. Spiega Silvia, “inoltre con i bambini piccoli non potevo continuare a viaggiare anche se in realtà il negozio è un attività che mi occupa a tempo pieno”.

Il Baby Bazar di Sesto San Giovanni, è partito nel 1997, e ci lavorano anche la mamma di Silvia e una ragazza che le aiuta.

I Baby Bazar sono negozi di usato per bambini nell’ambito di una catena di franchising fondata nel 1988 da Alessandro Giuliani che, con la società Leotron, si occupa esclusivamente di mercatini dell'usato.

“Volevo capire la differenza tra un normale negozio in proprio e l’idea di Leotron”, spiega ancora Silvia, “e quando ho conosciuto Alessandro ho capito che la sua era la soluzione per me”.

La condivisione gratuita delle informazioni per aprire un negozio dell'usato, con oggetti in conto vendita da privati è infatti il modo di presentarsi della società che poi punta a vendere una filosofia precisa di approccio al pubblico e dei software o delle iniziative comuni per realizzarla.

Il costo annuo dell’affiliazione è di 900 euro per il pacchetto base più una serie di possibilità facoltative come la pubblicità su internet. In compenso oltre a offrire appoggio logistico per l’avvio (nessun aiuto economico invece) Leotron tiene in contatto tra di loro tutti i negozi delle rete (ormai circa 25 in Italia e uno in Svizzera) e aiuta a organizzare, per esempio, due feste di fidelizzazione all’anno con varie attività per genitori e bimbi.

Tra i vantaggi di Leotron ci sono servizi come il “cerco oggetti” per cui se un cliente non trova disponibile in negozio quello che vuole acquistare il software svolge una ricerca tra gli iscritti (Silvia vanta una mailing list di circa 3900 indirizzi) e la mattina successiva l’oggetto è pronto a disposizione per essere visionato.

Inizialmente vanno considerate le spese fisse, che quasi sempre, e soprattutto in una realtà come la nostra, si riducono all’affitto del negozio. Scegliendo la location è fondamentale considerare spazi “carrozzinabili” quelli cioè che le mamme sono solite percorrere durante la passeggiata quotidiana, solitamente si tratta di strade dove, oltre a passare agevolmente il mezzo, ci sono altre vetrine su cui buttare l’occhio, servizi di quotidiana frequentazione (negozi di alimentari, ecc.) e bar.

“Lo spazio è fondamentale”, insiste Silvia, che quest’anno ha traslocato per ingrandire il negozio, “perché noi vogliamo che le nostre mamme si sentano a loro agio, possano fermarsi tranquillamente a chiaccherare con il passeggino o il bimbo per mano e non debbano semplicemente passare a lasciare gli oggetti usati da rivendere o a cercare quello che serve al volo”.

In questo senso Silvia è anche riuscita a far comprendere che uno spazio come il suo ha un’utilità sociale e ha ottenuto il patrocinio del comune di Sesto San Giovanni per molte iniziative.

La prossima idea in fase di realizzazione è quella dello Spazio Bimbi Baby Bazar che sarà organizzato di fianco al negozio, una proposta di servizi dedicati ai bambini e ai loro genitori, tra cui animazione, aiuto compiti, feste di compleanno, laboratori creativi con la collaborazione di strutture convenzionate.

Qui trovi tutte le info per aprire e gestire un Baby bazar

Sul tema genitori con le idee: Divento tagesmutter e apro un nido in casa, La scarpa che si allunga, la radiolina.it, la web radio per i bambini

Sei anche tu una mamma che si è inventata un lavoro quando sei rimasta incinta o è arrivato il bambino? Scrivi a redazione@nostrofiglio.it