Aiuti alla famiglia

Marche, bonus bebè per il 2011

22 Febbraio 2011
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter More

E' appena stato approvato (nel mese di febbraio 2011) dalla Giunta un intervento di tipo economico per gli studenti universitari che hanno un genitore disoccupato (da almeno tre mesi), in mobilità, in cassa integrazione straordinaria e in deroga. Per ottenere il contributo pari a 400 euro, è necessario avere un reddito famigliare ISEE massimo di 30mila euro. Sarà stilata una graduatoria per stabilire l'erogazione del finanziamento.

PESARO

Tutti i neonati residenti nel comune ricevono la Carta Bimbi già in ospedale o possono richiederla nelle farmacie qualora nascessero in un altro comune. Questa carta dà diritto a un kit che include quattro pannolini lavabili, alcuni “grattini” per i parcheggi e un servizio di reperibilità pediatrica e ginecologica al numero verde 800 955 107 (sempre solo per i residenti a Pesaro). In più, è possibile avere degli sconti nei negozi convenzionati.

I genitori dei bambini in età scolare possono partecipare a dei corsi di supporto e educazione al loro ruolo compilando un modulo che sarà distribuito nelle scuole.

ANCONA

Il comune promuove numerose iniziative per le famiglie e i bambini e, in generale, è molto attivo in campo sociale.

Per i più piccoli, accanto al tradizionale asilo nido, è presente il Tempo per le Famiglie, un servizio alternativo per genitori e figli da 0-tre anni. Questo spazio si rivolge alla coppia adulto-bambino ed è un luogo di scambio e gioco, dove si va insieme 1/2 volte alla settimana. L'iscrizione (circa 20 euro) si può effettuare in qualsiasi momento dell'anno e la frequenza dipende dalla disponibilità di posti. Per informazioni, contattare il numero 0712222132.

Ai più grandi, a partire dai tre fino ai 14 anni, sono invece dedicati i Centri di Aggregazione (gestiti da Associazioni e Onlus) che offrono attività significative in base all'età: giochi di manipolazione, lettura di fiabe, bricolage, teatro e drammatizzazione e anche educazione all'ambiente. Si trovano diverse sedi nel territorio comunale, per conoscerle, si può contattare l'ufficio del servizio tel. 0712222153.

Sul versante del sostegno alle famiglie, è possibile usufruire della mensa per le scuole dell'infanzia e quelle primarie a prezzi agevolati nel caso di difficoltà economiche. La domanda per la prenotazione del servizio mensa deve essere, comunque, inoltrata da tutti (anche da chi non richiede tariffe speciali) alle stessa scuola nel mese di giugno. Per esenzioni parziali o totali, occorre presentare il reddito ISEE, per informazioni si può chiamare il Comune al numero 0712224050.

Sempre in tema di aiuti finanziari, per le famiglie numerose, è prevista anche la gratuità per il terzo figlio che frequenta l'asilo nido, la scuola materna o elementare. I genitori possono fare domanda allegando i documenti (stato di famiglia) al Servizio Unico delle Entrate (Via Piave, 10).

Al momento non c'è ancora il bando, ma dovrebbe uscire in autunno, il contributo per le famiglie monoparentali (genitore vedovo, separato e anche single). L'importo varia in base agli stanziamenti regionali e comunali, nel 2010 è stato di 200 euro al mese per i genitori con un ISEE di 7.500 euro. In attesa del bando, per saperne di più, rivolgersi all'Ufficio Politiche per la Famiglia (viale della Vittoria, 39).