Bonus

Novità: il bonus verde per terrazzi e giardini

casagiardino
18 Ottobre 2017
Detrazioni del 36% per curare il verde privato: terrazzi, giardini, anche condominiali. E' una delle novità previste dalla legge di bilancio 2018.
Facebook Twitter Google Plus More

"Al via #bonusverde: detrazioni 36% per la cura giardini e terrazzi. Misura contro l'inquinamento e opportunità per nostro florovivaismo".

Questo l'annuncio su Twitter del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina.

 

Questo "bonus verde" è stato approvato dal Consiglio dei Ministri e la voce passa ora al Parlamento. Prevede la detrazione per la "sistemazione a verde" di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere (terrazzi, giardini, anche condominiali), anche mediante impianti di irrigazione. Ma anche lavori di recupero del verde di giardini di interesse storico.

Una manovra che riguarderà soprattutto ville, villini e palazzi di pregio ma anche normali condomini.

 

Come rivela il Sole 24 ore, con il bonus per il verde urbano per il 2018 sarà detraibile una cifra pari al 36% delle spese documentate relative al verde, fino a un massimo di 5mila euro per ogni unità immobiliare.

Le detrazioni attualmente esistenti (50% e 65%) coprono, infatti, solo gli interventi sugli edifici ma non il verde urbano. Il nuovo sconto, allora, sarà dedicato alla sistemazione a verde "di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni".

 

Una detrazione che vale anche per i condomini. Anche in questo caso si applica il tetto massimo di 5mila euro per unità. 

 

Più verde contro lo smog

"A fronte dei cambiamenti climatici che interessano sempre di più anche i nostri ambienti urbani è importante che nella prossima legge di bilancio dello Stato siano previste le misure di defiscalizzazione per il verde. Infatti piante e fiori sono la prima barriera contro lo smog" ha commentato il presidente di Coldiretti Lombardia, Ettore Prandini. Secondo una stima del CNR - spiega Coldiretti Lombardia - i duemila ettari di verde di Milano sono in grado di assorbire fra le 60 e le 100 tonnellate di PM10 e gas ogni anno".