EDUCAZIONE AL RISPARMIO

Quando aprire un conto corrente a un ragazzo?

Di Alice Dutto
aprirecontocorrente.600
3 marzo 2017
Arriva un momento in cui, per stimolare l'autonomia del proprio figlio e la sua responsabilità nella gestione del denaro, si può decidere di aprire insieme un conto in banca. Ecco un po' di consigli per farlo nel modo migliore

 

Avete deciso qual è l'importo e la frequenza della paghetta, ma non avete ancora pensato ad aprire un conto corrente a vostro figlio? Ecco un po' di consigli per affrontare questo passaggio.

«Avere un conto in banca può essere molto utile per un ragazzo: stimola la sua autonomia e la sua capacità di gestione del denaro – spiega Miriam Cresta, direttore generale di Junior Achievement Italia, la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola –. Il momento ideale per farlo è nella preadolescenza, verso gli 11-13 anni».

 


 

 

Come aprire un conto corrente giovani

 

risparmio

 

 

LEGGI ANCHE: Come insegnare il valore dei soldi ai bambini

 

risparmio

 

salvadanaio

 

conto

 

 

Come gestire il conto

 

una tantum

 

300 e i 1.000 euro

 

 

PER APPROFONDIRE: Tutti i nostri articoli su soldi e lavoro

 


 

 

L'importanza degli errori

 

Aprire un conto corrente, per un ragazzo, è una prima esperienza di autonomia, «Per questo è importante che il genitore non sia troppo vincolante, ma che conceda al figlio la possibilità sbagliare. Magari lui spende tutto il suo budget mensile in una sola settimana: è importante lasciarglielo fare, così capirà che, avendo speso tutti i soldi, dovrà aspettare fino al mese successivo per acquistare le altre cose che desidera. In quest'ottica, l'acquisto diventa ponderato, in una necessaria mediazione tra desideri, bisogni e possibilità».