Aiuti alla famiglia

Sardegna, bonus bebè per il 2011

22 Febbraio 2011
Guarda se hai diritto a bonus, aiuti, finanziamenti.
Facebook Twitter Google Plus More

La Regione Sardegna ci informa (in modo un po' vago) di alcune iniziative per le famiglie che dovrebbero essere attive nel 2011. Tra queste, figura il Contributo ore preziose (Fondo POR Sardegna) destinato alle famiglie con bimbi tra i tre e i 36 mesi per usufruire dei servizi socio-educativi per la prima infanzia. L'importo dovrebbe essere intorno ai 200 euro e la gestione sarà affidata ai comuni. Il Direttore Generale delle Politiche Sociali riferisce anche di un contributo di circa 1.000 euro per le famiglie numerose (4 o più figli) e di un Fondo per l'assistenza ai disabili, fino a 14.000 euro per famiglia, previsto anche per i minori.

CAGLIARI

Per alleviare il carico delle spese che incidono sulle famiglie, il Comune ha pensato agli adolescenti che vivono lontano dagli istituti scolastici. Ai suoi studenti pendolari residenti in città, ha deciso di assegnare un contributo per gli abbonamenti CTM. L'intervento riguarda i ragazzi che frequentano le scuole secondarie pubbliche e private parificate di primo e secondo grado. La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno 2011 agli uffici dell'Assessorato delle Politiche Scolastiche (viale San Vincenzo n. 2), per informazioni si può chiamare i numeri 0706776435 - 0706776436.

Sempre in modo indiretto per le famiglie, ecco un altro servizio per i ragazzi: a Cagliari si può ritirare la Carta Giovani Euro<26 per il 2011 che si rivolge a tutti i ragazzi a partire dai 14 anni presso il Centro Giovani in Via Dante 11. La Carta dà diritto a tante convenzioni per eventi culturali, ricreativi, sportivi ed è frutto di un accordo tra la Regione Sardegna e l'Associazione Carta Giovani. Chi vive in comuni che non aderiscono all'iniziativa può comunque chiederla in città.

Per i più piccoli (3-36 mesi), è previsto un servizio di baby-sitter a domicilio e micronido, per verificare la possibilità di usufruirne, bisogna rivolgersi agli Uffici dell'Assessorato delle Politiche Sociali - (Piazza De Gasperi 1), telefono 070/6778414.

ORISTANO

Il comune ha messo a punto un programma per il contrasto della povertà che si rivolge alle famiglie in condizione di grave disagio economico. Un primo intervento consiste in un sussidio ai nuclei familiari con un reddito ISEE fino a 5.500 euro accompagnato da un piano di “impegni” personalizzato. In altre parole, chi beneficia del sostegno economico deve, per esempio, seguire un percorso di formazione per migliorare la sua situazione, aiutare il rientro scolastico di uno dei componenti della famiglia o dedicarsi ad attività sociali. La definizione di un progetto ad hoc con i servizi sociali è vincolante per ricevere il contributo che varia tra i 150 a 250 euro in base al punteggio stabilito dalla graduatoria. La scadenza è fissata al 28 febbraio 2011, la domanda deve essere presentata all’Ufficio Protocollo e i moduli sono disponibili online o presso la sede dell'Urp (Piazza Eleonora 44).

Una secondo iniziativa, destinata alle famiglie con un ISEE non superiore a 7.000 euro, riguarda l’abbattimento dei costi dei servizi essenziali quali affitto, energia elettrica, Tarsu, acqua, riscaldamento, asili nido. In questo caso, il sostegno mensile va da un minimo di 125 euro a un massimo di 200 euro, sempre secondo il punteggio. Anche la scadenza, 28 febbraio, e le modalità per la domanda sono le stesse del primo bando.