Home Famiglia Soldi e lavoro

Un mese di congedo parentale in più, retribuito all'80%

di Nostrofiglio Redazione - 23.11.2022 - Scrivici

flessibilita-del-congedo-di-maternita
Fonte: Shutterstock
La premier, Giorgia Meloni, ha annunciato in conferenza stampa una novità che riguarda il pacchetto famiglia: un mese in più di congedo parentale retribuito all'80% dello stipendio

In questo articolo

Un mese in più di congedo parentale pagato fino all'80%

All'indomani del Consiglio dei ministri sulla Manovra, la premier, Giorgia Meloni, ha annunciato in conferenza stampa una novità che riguarda il pacchetto famiglia: un mese in più di congedo parentale retribuito all'80% dello stipendio.

La proposta, inserita nella Legge di Bilancio 2024, prima di entrare in vigore dovrà passare al vaglio del Parlamento.

Chi può richiederlo

Il mese in più di congedo parentale può essere richiesto dalle mamme in difficoltà entro i sei anni di età dei figli. Come avrebbe affermato Giorgia Meloni in conferenza stampa, questa misura è pensata per molte madri che non si possono permettere di prendere il congedo con il 30% della retribuzione. 

Attualmente il congedo parentale Inps, conosciuto anche come maternità facoltativa, è un periodo di astensione retribuito dall'attività lavorativa. Oltre alla maternità obbligatoria (Dlgs 151/2001) che di fatto spetta per un massimo di 5 mesi (2+3 - 1+4 - 0+5), può essere richiesto un ulteriore periodo di congedo:

  • sei mesi al massimo per la madre (oltre alla maternità obbligatoria di cinque mesi)
  • sei mesi al massimo per il padre, o sette se il tetto è stato alzato a undici mesi
  • il genitore single (o chi ne ha l'affido esclusivo) può arrivare a undici mesi complessivi

genitori possono usufruire del congedo parentale contemporaneamente.

Si può chiedere un congedo fino ai 12 anni di età del figlio o della figlia, per un periodo massimo di dieci mesi. I mesi diventano undici se il papà si astiene per un periodo minimo di tre mesi continuativi. 

Quanto si percepisce?

  • Per i dipendenti l'indennità varia in base all'età del minore:
    • fino ai 6 anni spetta un importo pari al 30% della retribuzione media giornaliera, calcolata considerando la retribuzione del mese precedente l'inizio del periodo di congedo
    • dai 6 agli 8 anni il congedo viene retribuito al 30% solo nel caso in cui si dimostri un forte disagio economico del lavoratore
    • dagli 8 ai 12 anni del bambino non spetta alcuna retribuzione
  • Per le partite Iva il congedo parentale è retribuito al 30% della retribuzione convenzionale prevista per l'anno in cui viene richiesto ed è necessario che prima di procedere a presentare apposita domanda si verifichi di disporre del requisito contributivo
  • Mentre la dipendente incassa contributi e indennità tramite rimborso diretto del datore di lavoro, la mamma con la partita iva incassa i contributi e le indennità direttamente da Inps
  • Nel pubblico impiego invece la contrattazione collettiva nazionale prevede che i primi 30 giorni siano interamente retribuiti.

Misure del pacchetto famiglia

La proposta di aggiunta di un mese di congedo parentale in più, retribuito fino all'80 %, farebbe parte del pacchetto da un miliardo e mezzo destinato alla famiglia, uno dei punti cardini, insieme alla crescita, sui quali il governo ha scelto di far camminare la manovra.

Nella manovra di bilancia sono state annunciate altre novità che riguardano gli aiuti alla famiglia. Vediamole insieme:

  • L'aumento dell'assegno unico che salirebbe del 50% a tutti per il primo anno di vita del bambino e del 50% per tre anni per le famiglie numerose.
  • Per le famiglie che si trovano in condizioni di disagio economico e fisico verrebbe inoltre confermato e rafforzato il meccanismo che consente di ricevere il bonus sociale bollette, esteso al primo trimestre del 2023, con un innalzamento della soglia Isee da 12.000 euro a 15.000 euro.
  • Verrebbe inoltre confermato l'assegno per i disabili.
  • Come annunciato, arriverebbe un aiuto sul fronte delle spese per i prodotti della prima infanzia per i quali l'iva sarà abbassata al 5%. 
  • Nella manovra di Bilancio entra anche un Fondo da 68 milioni dedicato, dal 2023, ai centri estivi per i ragazzi.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli