Home Famiglia

Arrivano le stelle di San Lorenzo, ecco dove e come guardarle

di Viola Stellati - 08.08.2023 - Scrivici

stelle-di-san-lorenzo-come-e-dove-guardare
Fonte: Shutterstock
Stanno per arrivare le notti delle stelle di San Lorenzo e noi abbiamo scritto una piccola guida su come osservarle e dove vederle

In questo articolo

Stelle di San Lorenzo: come e dove guardare

Quella tra il 10 e l'11 agosto è una notte attesa da grandi e piccini: per gli adulti è una delle più romantiche dell'anno, mentre per i bambini è il giorno perfetto per esprimere più desideri possibili. Per quale motivo? Perché è il giorno in cui cadono le stelle di San Lorenzo, uno spettacolo unico e fonte di numerose emozioni. Ma cosa bisogna fare per guardarle e, soprattutto, dove?

Stelle di San Lorenzo: come vederle

C'è da fare subito una premessa, quest'anno sarà possibile ammirare le Stelle di San Lorenzo al loro massimo culmine tra il 12 e il 13 agosto, momento in cui l'orbita della Terra entrerà in una posizione tale da permettere la visione delle stelle cadenti.

Che poi, a dire la verità, ciò che si può osservare è lo sciame meteorico delle Perseidi i cui corpi celesti bruciano non appena entrano a contatto con l'atmosfera. È così, infatti, che rilasciano la loro bellissima scia luminosa, ovvero dei detriti di ghiaccio e polveri della Cometa Swift-Tuttle.

La prima cosa da fare per vedere le stelle di San Lorenzo è recarsi in un luogo il più possibile buio. Ovviamente il cielo deve essere ben visibile e possibilmente senza presenza di lampioni nei paraggi.

In secondo luogo, sappiate che non è necessario utilizzare cannocchiali o binocoli perché è molto più efficace la nostra vista. È anche sconsigliato utilizzare smartphone per catturare il momento del passaggio delle stelle di San Lorenzo.

E poi armatevi di pazienza senza dimenticare, però, che spesso è anche questione di fortuna.

Dove vederle

Come vi abbiamo accennato in precedenza, per osservare le stelle di San Lorenzo occorre recarsi in un luogo che sia il più buio possibile e privo di lampioni. Certo, in città potrebbe sembrare un po' più complicato trovare un luogo come questo, ma basta spostarsi qualche chilometro e rifugiarsi in una campagna per trovare lo spot ideale.

E poi ancora, per facilitare l'avvistamento delle stelle di San Lorenzo occorre guardare nella direzione giusta: bisogna rivolgere il proprio sguardo verso Nord-Est. Il motivo è molto semplice: è proprio lì che brilla nel cielo la costellazione di Perseo da cui si irradiano le stelle cadenti. Si trova vicino a quella di Cassiopea che è facilmente osservabile perché possiede una peculiare forma a W.

Infine, sappiate che in giro per tutta Italia esistono una serie di osservatori astronomici che realizzano apposite serate proprio per avvistare le meravigliose stelle di San Lorenzo che illuminano i cieli.

Perché si chiamano stelle di San Lorenzo

Abbiamo capito dove e come guardare le stelle di San Lorenzo, ma a questo punto è anche interessante sapere perché si chiamano proprio così.

In passato gli antichi non avevano la minima idea di cosa fossero queste particolari scie luminose. Tuttavia, avevano anche loro il bisogno di dargli un significato, e per questo attribuirono la "caduta" di questi astri alle lacrime del cielo per il martirio di San Lorenzo.

Tale martirio accadde il 10 agosto del 258 d.C. Fu così, quindi, che nacque la credenza che l'avvistamento di una di queste "lacrime" potesse realizzare un desiderio.

Come via abbiamo detto prima, il picco massimo quest'anno è tra il 12 e il 13 agosto, ma a livello generale le stelle cadenti si possono avvistare durante tutto l'anno, anche se le notti tra il 10 e il 17 di questo mese regalano sempre uno spettacolo naturale mozzafiato.

Non resta che cercare un posto al buio, guardare verso Nord-Est e armarsi di pazienza per godere di nottate ricche di desideri, sia per grandi che per piccini

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli