Nostrofiglio

Viaggi

Tre cose gratis da fare a Londra con tuo figlio

Di Simona Regina
londrabambini

13 Aprile 2018
Tra bellissimi parchi, musei, teatri... c'è davvero l'imbarazzo della scelta: qui vi consigliamo tre cose da fare insieme ai vostri figli e alle vostre figlie. 

Facebook Twitter Google Plus More

Un weekend a Londra

 

Hyde Park o St. James Park possono essere la vostra meta per fare lunghe passeggiate o un bel pic nic, tra scoiattoli e pappagalli…

 

Andando al Natural History Museum potete "perdervi" tra le meraviglie che custodisce e lasciarvi trasportare indietro nel tempo ripercorrendo le tappe principali dell’evoluzione umana, o alla scoperta dei grandi dominatori del pianeta...

 

Se volete invece ammirare la città dall'alto, imperdibile salire a bordo della London Eye, la grande ruota panoramica adagiata sulla riva del Tamigi che domina il paesaggio.

 

Insomma tra bellissimi parchi, musei, teatri, mercatini... c'è davvero l'imbarazzo della scelta.

 

Qui vi suggeriamo 3 cose da fare gratuitamente insieme ai vostri figli o alle vostre figlie, per trascorrere piacevolmente qualche ora nella capitale inglese, all'insegna di Harry Potter e non solo... 

 

 

Sulle zebre di Abbey Road

Al civico 3 di Abbey Road è tuttora in attività lo studio di registrazione dove i Fab Four hanno inciso, nel 1967, l’album Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band. Dopo circa 700 ore trascorse nello Studio 2.

Come indicato nella guida Panny Lane (Giunti) che vi suggerisce come andare alla scoperta dei luoghi leggendari dei Beatles a Londra e Liverpool, gli studi si trovano nella zona nord-occidentale della capitale inglese: scendete alla fermata della metropolitana St. John’s Wood e poi basta seguire le indicazioni.

 

| Pixabay

“Per i fan dei Beatles, Abbey Road è una specie di santuario” scrivono Alfredo Marziano e Mark Worden. C’è chi scrive la propria firma o una citazione delle canzoni più famose sui muretti dell’ingresso, chi entra nell’Abbey Road shop per comprare un “souvenir” ma, immancabile per chi arriva fin là, è la foto sulle strisce pedonali che si trovano proprio a ridosso dell’ingresso degli studi. Ragazzi e ragazze, adulti, anziani, nonni con i nipotini o mamme e papà con figli e figlie: arrivati lì ci si mette in fila per farsi ritrarre mentre si attraversa la strada come all’epoca, l’8 agosto 1969, fecero John Lennon, Ringo Starr, Paul Mc Cartney e George Harrison, immortalati dal fotografo scozzese Iain McMillan.

 

Immagine che ha poi fatto il giro del mondo, essendo stata usata per il fronte copertina di Abbey Road, album pubblicato il 26 settembre 1969.

 

Un must per le mamme e i papà beatlesiani.

 

Abbey Road Studios

3 Abbey Road, NW8

Metro: St. John’s Wood

 

Tutti insieme alla Tate Modern

Dimora dell’arte internazionale dal 900 a oggi, la Tate Modern Gallery è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18 e fino alle 22 il venerdì e il sabato. La visita alla collezione permanente è gratuita e può essere una bella occasione per avvicinare all’arte moderna e contemporanea i piccoli di casa, davanti al Lobster Telephone di Salvator Dalì, a una composizione di Piet Mondrian…. o facendoli partecipare a una delle varie attività pensate appositamente per loro. E chi ama disegnare, può creare la propria opera d’arte al Bloomberg Digital Drawing Bar (Livello 1).

 

La galleria è accessibile da due ingressi principali: l’entrata della Turbine Hall su Holland Street e l’entrata dal Fiume che vi porta direttamente al Livello 1, dove è possibile noleggiare guide multimediali (in inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo).

 

Il consiglio è di accedere dalla Turbine Hall, sdraiarvi sul coloratissimo tappeto e osservare almeno qualche oscillazione del grande pendolo. Fino all’inizio del mese di aprile era anche possibile andare in maxi altalene per tutta la famiglia, grazie all’installazione artistica SUPERFLEX. One Two Three Swing! Ma le installazioni si rinnovano di continuo. 

 

Tate Modern

Bankside, London SE1 9TG

Metro: le fermate di Blackfriars e Mansion House (Circle e District Line), di Soutwark (Jubilee Line) e di St Paul’s (Central Line) distano circa 10 minuti a piedi.

 

Una foto al binario 9 e ¾

Se anche tua figlia o tuo figlio ha divorato i libri della saga di Harry Potter o ha apprezzato i film che si ispirano alle storie del giovane maghetto, di Ron ed Ermione nate dalla penna di JK Rowling, non potete non andare alla Stazione ferroviaria di King's Cross dove si trova l’ormai famosissimo binario 9 e ¾ .

 

Non c’è nessun Hogwarts Express da prendere al volo, ma una foto spingendo il carrello portabagagli è ormai un must per grandi e piccini, che possono scegliere se indossare la sciarpa di Grifondoro come Harry Potter, o quelle delle altre casate di Hogwarts.

 

Non fatevi scoraggiare dalla fila, né tanto meno dall’idea di dover pagare per la foto: dovete pagare (9,50 sterline) solo se decidete di comprare la foto fatta (e subito stampata) dal personale dell’Harry Potter shop, che si trova subito alla sinistra del binario e che ricorda il negozio di bacchette di Ollivander.

 

Sempre in tema Harry Potter, fate almeno una passeggiata nel cuore della City al Leadenhall Market: un mercato vittoriano coperto in cui sono state girate diverse scene dei film. Vi ricorderà infatti il magico quartiere di Diagon Alley.

 

Dico almeno. perché altri scorci londinesi ricorderanno inevitabilmente ai fan della saga alcune avventure di Harry: per esempio il Tower Bridge, che Harry sorvola a cavallo della sua scopa, e il Millennium Bridge che fa una brutta fine a causa dei Mangiamorte.

 

Ci sono ovviamente anche tour guidati e la possibilità di visitare i Warner Bros Studio per entrare così nel cuore dei set cinematografici, ma a pagamento.

 

Buon weekend a Londra e sappiatelo: è molto probabile che avrete voglia di tornarci...