IN GITA

Gite nel bosco con i bambini: idee e consigli per i genitori

Di Alice Dutto
ipa_almf02f8r
15 Agosto 2018
Vivere un'esperienza unica, avvicinandosi alla natura e mettendo alla prova le proprie capacità. Fare una gita in un bosco con mamma e papà è questo e molto altro: ne abbiamo parlato con Antonio Brunori, dottore forestale e segretario generale del PEFC Italia
Facebook Twitter Google Plus More

Avete in mente una gita nel bosco in compagnia dei vostri bambini? Si tratta di un’esperienza bellissima che li avvicinerà alla natura insegnandogli il rispetto per l’ambiente.

 

Ma come organizzarsi? Come vestirli e quali giochi proporre? Ne abbiamo parlato con Antonio Brunori, dottore forestale e segretario generale del PEFC Italia, ente normatore della certificazione di gestione del patrimonio forestale e dei suoi prodotti.
 

 

Il valore educativo di una gita nel bosco

Il bambino che viene portato nel bosco ha l'occasione di vivere un'avventura unica e, allo stesso tempo, educativa.

«Lo sentirà come un ambiente che gli appartiene, ma allo stesso tempo come un luogo di tutti: ecco perché bisogna insegnargli a non strappare foglie o rompere i rami degli alberi trasmettendogli il concetto di rispetto per la natura».

Ove consentito, potete proporgli anche di campeggiare: «sarà un momento estremamente importante per la crescita dei bambini, che spesso vivono un timore reverenziale verso il bosco e le sue creature (anche se quelli frequentati dalle famiglie non sono poi così pericolosi!). Potendo dormire in tenda, vivranno il bosco anche di notte: un'esperienza unica da condividere con mamma e papà».
 

Come vestire il bambino


È bene vestire i bambini in modo adeguato, proteggendoli da eventuali insetti o rovi. «Optate quindi per pantaloni lunghi, scarponcini, per evitare di scivolare, e delle polo».

Una buona idea è quella di dotarli di una borraccia per l’acqua e un cordino, che possono usare per legare i legnetti o tirare la borraccia dentro l’acqua. In più, è utile anche per l’insegnamento dei nodi, che possono essere utili quando si fa campeggio.

 

Giochi fare nel bosco

Una gita nel bosco stimola il senso di scoperta dei piccoli: si tratta di un ambiente vivo, pieno di novità e di esperienze da fare, che i genitori possono stimolare attraverso sfide e piccoli giochi.
 

  • Allenate i loro sensi 
    Coinvolgete i piccoli chiedendogli di descrivere i suoni e gli odori del bosco, oppure facendogli dire quanti fiori diversi hanno visto. In questo modo eserciteranno la vista, ma anche l'olfatto e l'udito.
  • Il gioco di Kim
    Ispirato all'opera di Kipling, “Il libro della Giungla”, prevede che si mettano sotto una coperta 10 oggetti presi dalla natura. Date al bambino l’opportunità di guardarli per un minuto, poi copriteli e chiedetegli di raccontare che cosa ha visto. In questo modo, alleneranno la memoria e impareranno a riconoscere oggetti come pigne, foglie, nidi.
  • Orienteering
    Se i bambini sono un po' più grandi, potete dargli una mappa e una bussola e provare le loro abilità di orientamento. Un'attività molto importante perché sviluppa la loro autonomia.

Dove portare i bambini per vivere il bosco

Tanti sono i boschi a misura di famiglie. «Noi consigliamo di andare in quelli certificati, in cui viene garantita la continuità del ciclo vitale dell'ecosistema attraverso diversi strumenti come il rimboschimento, il rispetto del naturale ritmo di crescita della foresta e tutelando la biodiversità».
 

Un esempio è la Fattoria del Legno nel comune di Caltrano nella pedemontana veneta in provincia di Vicenza: «un bosco di 30mila metri quadrati dove svolgere attività di conoscenza del bosco e del legno organizzate anche per i bambini».
 

Il Trentino-Alto Adige è un altro luogo che offre molto per chi vuole fare una gita nel bosco in famiglia. «Qui quasi ogni comune ha un percorso o un sentiero didattico creato per le famiglie: noi consigliamo il BoscoArteStenico e il Bosco Arte Sella, ideali per stimolare la conoscenza dei boschi con percorsi semplici, accoglienti e in cui natura e arte si incontrano».