Salute in estate

Salute e vacanze: ecco come comportarsi con i farmaci durante l'estate

Di Niccolò De Rosa
medicinali
21 Luglio 2017
Caldo e uso scorretto potrebbe rendere inutile o addirittura nocivo l'effetto di molti farmaci. L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha pubblicato pertanto una guida per spiegare come conservare, trasportare e utilizzare i medicinali durante la bella stagione
Facebook Twitter Google Plus More

Durante la stagione estiva, escursione termica'umidità possono compromettere il principio attivo di molti farmaci, depotenziandone del tutto l'effetto benefico sull'organismo. A ciò va aggiunto che certi medicinali possono provocare effetti collaterali che con la calura estiva rischiano di acuirsi notevolmente (termoregolazione alterata, disidratazione ecc...).

 

Per questo ogni cittadino dovrebbe essere ben a conoscenza delle misure precauzionali da attuare anche sotto l'ombrellone.

A mettere un po' in ordine le idee ci ha pensato  l'AIFA (l’Agenzia Italiana del Farmaco), la quale ha pubblicato sul suo sito l'opuscolo Farmaci & Estate con tutte le dritte più importanti riguardo l'uso corretto dei medicinali durante l'estate.

 

Farmaci & Estate

 

 

Ecco i punti principali:

  • Verificare sul foglietto illustrativo del medicinale la corretta modalità di conservazione. Alcuni farmaci come antibiotici, insulina, analgesici adrenergetici e sedativi, ad esempio, diventano dannosi se non conservati alla giusta temperatura. In caso non siano specificati i termini, sempre meglio conservare i medicinali in un luogo fresco e mai superiore ai 25°C.
  • Non esitare rivolgersi al farmacista se il medicinale ha aspetto, colore o odore diverso dal solito. Prediligere formazioni solide a quelle liquide (che sono più sensibili alle alte temperature).

 

  • Non esporre i farmaci alla luce diretta del sole e conservarli in un contenitore termico.
  • Ipertensione arteriosa e altre malattie cardiovascolari potrebbero richiedere trattamenti opportuni al grande caldo estivo. Non sospendere mai autonomamente terapie in corso.
  • In caso di partenza non ammucchiare tutti i medicinali sfusi in un unico contenitore. Se si viaggia in aereo riporre i farmaci nel bagaglio a mano, ricordando però il limite di 100 ml per i liquidi.

FONTE: AIFA