Home Feste Carnevale

Carnevale: origini e leggende della festa più amata dai bambini

di Viola Stellati - 15.02.2024 - Scrivici

carnevale
Fonte: Shutterstock
Tra le feste più amate dai bambini c'è il Carnevale: le origini e le varie leggende di questa colorata ricorrenza

In questo articolo

Carnevale: origini e leggende

Del Carnevale sappiamo diverse cose: è una festa mobile (quindi che non ha una data fissa), ci si maschera, si fanno gli scherzi, si mangiano i dolcetti del periodo e si tirano i coriandoli. Tuttavia, probabilmente non siamo a conoscenza delle sue origini e di una particolare leggenda che ne spiega la storia. In questo articolo scopriremo insieme tantissime interessanti informazioni su una delle feste più amate dai bambini.

Carnevale: perché si chiama così

La prima cosa che scopriremo insieme è perché il Carnevale si chiama proprio così. Esistono varie interpretazioni sull'argomento, ma la più accreditata sostiene che deriverebbe dal latino carnem levare ("eliminare la carne"), poiché indicava il banchetto che si teneva l'ultimo giorno di Carnevale (martedì grasso), subito prima del periodo di astinenza e digiuno della Quaresima.

Stando ad altre ipotesi, invece, pare che il termine derivi dall'espressione latina carne levamen (che sta sempre per "eliminazione della carne"), oppure dalla parola carnualia ("giochi campagnoli") o ancora dalla locuzione carrus navalis ("nave su ruote", quale esempio di carro carnevalesco).

Lo origini

Per comprendere le origini del Carnevale, invece, occorre fare un lunghissimo salto indietro nel tempo. Pur essendo una festa legata al mondo cattolico e cristiano, essa è nata quando la religione dominante era quella pagana, e più precisamente le origini sono da ricercare nei Saturnali della Roma antica o nelle feste dionisiache del periodo classico greco.

Un po' come succede anche oggi, in passato durante questa celebrazione avevano tutti il diritto di lasciarsi andare, liberandosi da obblighi e impegni per dedicarsi allo scherzo e al gioco. Anche all'epoca, inoltre, era consentito mascherarsi ma non per goliardia come oggi, ma perché i costumi rendevano irriconoscibili il ricco e il povero. In sostanza, non c'erano più differenze sociali.

La storia di Re Carnevale e della Regina Quaresima

Secondo una leggenda, la nascita del Carnevale sarebbe opera del Re Carnevale e della Regina Quaresima.

Stando a questo racconto, Carnevale era un Re forte e generoso, a tal punto che le porte del suo palazzo erano sempre aperte per i suoi i sudditi, che qui venivano per mangiare tutto quello che desideravano.

Tuttavia, un giorno il Re si abbuffò più del solito e fu costretto a chiamare la sorella, Quaresima, perché si sentiva male. Quarisima era una donna snella e delicata, e che decise di assistere Carnevale, ma ad un patto: in cambio voleva il trono. Il Re accettò e così Quaresima diventò la Regina ma, a differenza di Carnevale, impose regole ferree per tutto il popolo.

Re Carnevale si intristì e Quaresima, per rallegrarlo, decise di concedergli tre giorni all'anno in cui l'ex Re poteva governare a modo suo: ancora oggi ricordiamo Re Carnevale festeggiando in suo onore per tre giorni l'anno con stelle filanti, scherzi e buonissime frittele.

Alcune criosità

Concludiamo questo pezzo sulla storia del Carnevale con alcuni particolari curiosità su questa festa. La prima parla di uno dei simboli di questa ricorrenza: i coriandoli. La tradizione di lanciarli risale al Rinascimento, quando i coriandoli venivano realizzati con zucchero ricoperto sui semi di coriandolo o mandorle.

Il Carnevale si festeggia in quasi tutto il mondo, ma il più lungo è quello di Putignano, in Puglia, dove si inizia a festeggiare già il 26 Dicembre, durante le celebrazioni di Natale.

Tra i dolci del Carnevale ci sono le "chiacchiere", così chiamate perché sarebbero semplici e rapide da preparare, oltre a richiedere pochissimi ingredienti (acqua, farina, zucchero) proprio come le "chiacchiere" fra amici.

Il Carnevale è una festa da non sottovalutare, perché ci insegna l'importanza della libertà di espressione e della creatività.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli