Home Feste Natale

Befana e Babbo Natale, perché regalano il carbone ai bambini cattivi?

di Sara De Giorgi - 23.12.2020 - Scrivici

carbone
Fonte: Shutterstock
Perché Babbo Natale portano il carbone ai bambini discoli? La tradizione è antica e risale al periodo in cui tutte le case avevano il camino.

Befana e Babbo Natale

Si dice che Babbo Natale e la Befana portino il carbone ai bambini che sono stati monelli durante l'anno. Ma vi siete mai chiesti perché questi personaggi fantastici portino proprio il carbone, il primo alla Vigilia di Natale e la seconda all'Epifania, e non altro? Tale usanza ha l'origine nell'antichità.

In questo articolo

La discesa attraverso il camino

Babbo Natale e la Befana sono personaggi appartenenti a culture diverse, ma entrambi hanno in comune qualcosa di importante: il camino. Ebbene, entrambi - secondo la tradizione - scendono dal camino per portare i doni ai bambini, lasciandoli nelle calze appese alla cornice, appunto, del caminetto o nelle scarpe poste lì davanti.

In particolare, San Nicola (Babbo Natale) un tempo entrava dalla finestra, ma, da quando nelle case europee iniziò a diffondersi il camino, iniziò a lasciare i regali nelle scarpe messe a scaldare di fronte al focolare.

Carbone, ecco perché

...Ma non solo. Anche aglio, cipolle e buste di sale!

Dunque, in tempi lontani e di grande povertà, Babbo Natale e la Befana, non avendo regali, mettevano nelle calze e nelle scarpe il carbone che trovavano nel camino della famiglia che andavano a visitare.

Ma non solo carbone. La Befana lasciava aglio, cipolle, rami e buste di sale ai bambini più monelli.

L'abitudine di regalare il carbone è rimasta anche dopo la diffusione della tradizione del moderno Natale. Oggi si dice ancora ai bambini che, se fanno i monelli, Babbo Natale e la Befana porteranno loro soltanto carbone.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli