Home Feste Pasqua

Caccia alle uova di Pasqua con i bambini, come organizzarla

di Sara De Giorgi - 07.04.2023 - Scrivici

bambini-e-uova-di-pasqua
Fonte: Shutterstock
Si avvicina la Pasqua. Il gioco per eccellenza da fare con i bambini in questo periodo è la caccia alle uova di Pasqua. Come organizzarne una? Lo abbiamo chiesto a Sivia Longoni di "Kikolle Lab", che ci ha spiegato come preparare una caccia all'uovo a casa o nel giardino di casa.

In questo articolo

Caccia alle uova di Pasqua con i bambini

La Pasqua è sempre una festa che mette allegria ai bambini, arrivano le giornate di sole, si attendono le soprese delle uova e c'è tanto buon cioccolato da mangiare! 

E nei giorni di Pasqua e Pasquetta oppure nella settimana che precede queste festività si possono organizzare tante attività divertenti per i bambini. Per esempio si potrebbero decorare le uova, oppure realizzare in casa delle uova di cioccoalto con i bambini. Ma, il gioco per eccellenza da fare in questo periodo è la caccia alle uova di Pasqua. Ne avete mai organizzata una? Sapete come fare?

Lo abbiamo chiesto a Sivia Longoni, di Kikolle Lab, spazio polifunzionale per bambini (Milano), che ci ha spiegato come organizzare una caccia all'uovo a casa o nel giardino di casa e che ci ha dato alcune indicazioni al riguardo che garantiscono il divertimento di adulti e di piccini.

Caccia alle uova di Pasqua, come si organizza

«Il gioco delle uova pasquali ha origine da una tradizione inglese, che prevede che nella giornata di Pasqua i bambini si divertano facendo una sorta di caccia al tesoro, al termine della quale, al posto del tesoro, trovano, appunto, le uova.

Per organizzare una caccia, basta procurarsi tante uova (di carta, legno, cioccolato, ecc.) e nasconderle in vari angoli della casa (sotto il divano, banalmente dentro il frigo, ecc.). Il gioco può essere organizzato durante la mattina del giorno di Pasqua, ma è divertente preparare i piccoli a tale festività nei giorni precedenti, facendoli entrare nell'atmosfera pasquale.

Infatti, durante la settimana che precede la domenica di Pasqua, si può creare per loro un "percorso di aspettativa", che rende poi il gioco più divertente. Si possono, ad esempio, fare dei lavoretti. Uno di questi è il lavoretto delle "orecchiette di coniglio" per bimbi. Per realizzarle basta procurarsi del cartoncino bianco, un po' di stoffa, pastelli per colorarle, un filo di spago o un nastrino.

Occorre poi ritagliare la sagoma di due vere e proprie orecchie da coniglio lasciando alle basse estremità una base di cartoncino, fare poi due fori proprio sulla base, farci passare lo spago o il nastro e decorarle con pennarelli. Saranno perfette per le testoline dei bambini! In più, potete realizzare con i bambini anche un cestino con la carta o, se preferite, con la plastilina, che conterrà tutte le uova.

La mattina di Pasqua, dopo il risveglio dei bambini, fate indossare loro le orecchiette da coniglio. I genitori possono dare ai piccoli degli indizi, scrivendo su un foglio prove o indovinelli, il cui grado di difficoltà varia in base alle età. Quindi, ha inizio la caccia all'uovo! I bambini devono trovare le uova nascoste e gli eventuali foglietti annessi. Nel caso degli indizi, per riuscire a trovare l'ovetto successivo, si deve risolvere l'indovinello, il quale magari riguarda la stanza o il luogo in cui cercare il prossimo indizio. Le prove, invece, possono consistere, ad esempio, in semplici azioni o esercizi vocali, come fare un salto "allo stesso modi di un coniglietto" oppure cantare una canzone.

Se volete, potete creare anche una sorta di segnaletica per indicare le varie tappe della caccia all'uovo, disegnando magari sulla carta coniglietti pasquali o vere e proprie frecce che indicano la strada corretta per arrivare al tesoro. In ogni stanza è possibile anche tenere nascosta una pergamena, dove i piccoli trovano il prossimo indizio. 

I piccoli si sposteranno così nelle varie stanze e cercheranno le varie uova. Al termine del percorso troveranno il tesoro, cioè il loro uovo di cioccolato.

Con questo gioco si riesce a stimolare la sfera emozionale e quella cognitiva dei bambini, passando dalla sorpresa e dalla scoperta al movimento e all'apprendimento.

Per i bambini la caccia al tesoro è stimolante e divertente e può diventare una tradizione per la famiglia, da fare sempre la mattina del giorno di Pasqua».

La caccia all'uovo in base alle fasce d'età

«Questo gioco si può fare con i bambini di tutte le età. Nei bambini dai 3 ai 5 anni viene stimolata molto, tramite la caccia all'uovo, la parte dello stupore, della curiosità, del cercare, del movimento: è questo ciò che piace loro. Nel caso dei più grandi (scuola primaria), possono anche essere coinvolte abilità come la lettura, il ragionamento e il calcolo.

In particolare, per i più piccoli la caccia al tesoro deve essere molto semplice, basata su uova nascoste, lavoretti (orecchiette), segnaletica. L'obiettivo è stimolare in loro la sfera del movimento e della ricerca. 

Per i più grandi si possono inserire, nella caccia all'uovo, anche indovinelli da capire e da risolvere o altro simile: dunque, in tal modo, si unisce al semplice movimento e allo stimolo emozionale anche la parte che riguarda lo sviluppo delle abilità». 

Uova, quali usare?

«Occorre sicuramente procurarsi delle uova. Ma queste non devono essere per forza di cioccolato: possono anche essere in legno, di carta o magari vere (e svuotate). È possibile anche creare un mix di uova di vario tipo (carta, legno, ecc.) e metterle tutte, dopo che i bimbi le trovano nel corso della caccia, nel cestino».

In giardino o dentro casa, che differenza c'è?

«Sicuramente in un giardino la caccia alle uova è divertente e richiama la primavera, iniziata da poco. Ma ci si può anche divertire allo stesso modo dentro casa.

A mio parere, è importante non dare un limite spaziale ai bambini, dicendo loro che il gioco della caccia all'uovo si dovrebbe fare per forza in giardino. Occorre invece far capire loro che la casa può essere un luogo magico che nasconde numerosi tesori e che offre grande divertimento», conclude Silvia Longoni.

Caccia alle uova di Pasqua in casa

Organizzare la caccia alle uova in casa può essere davvero divertente e la casa può diventare un luogo magico che nasconde tanti segreti. Basta scegliere i posti giusti, che siano sicuri e che sfruttino ogni angolo della casa. Dei possibili posti ad esempio potrebbero essere:

  • il forno;
  • il frigorifero;
  • vasi;
  • sotto il cuscino;
  • dentro un giocattolo;
  • in un cassetto.

Per la scelta delle uova, potrete scegliere dei piccoli ovetti colorati in plastica, polistirolo, ma anche di cioccolata. Più ovetti ci sono meglio è. E ogni tanto potete nascondere dei piccoli bonus, come un pacchetto di figurine o delle caramelle. Per la raccolta potete dare ai bambini dei cestini così sono più comodi nella raccolta. Alcune uova dovrete nasconderle meglio, per rendere la caccia più allettante, altre dovranno essere più visibili, in modo da non scoraggiarli. Per la ricerca delle uova, il sistema degli indizi e degli indovinelli è sempre quello più efficace. 

Caccia alle uova di Pasqua in giardino

Anche per la caccia alle uova all'aperto è necessario procurarsi uova, cestini e indizi. Ciò che cambia è il luogo. Se avete a disposizione un giardino sarà divertente allo stesso modo di una caccia alle uova in casa ma i bambini potranno godere del fatto di stare all'aria aperta in una splendida giornata di sole e tutto sarà più bello. Un giardino nasconde molti angoli che potrebbero accogliere le uova dei vostri bambini. Alcune potrebbero essere messe sotto qualche foglia nelle aiuole, altre vicino ai fiori, altre tra gli attrezzi da giardino...insomma a voi la fantasia in base al vostro spazio e a ciò che è presente nel vostro giardino. Naturalmente se siete in un parco dovreste delimitare la zona, affinchè lo spazio non sia troppo dispersivo.

Caccia alle uova di Pasqua indovinelli e indizi

Per far partire i bambini alla ricerca delle uova sono molto importanti gli indizi.

Potete prendere spunto dagli indovinelli per bambini per caccia al tesoro, oppure da alcuni esempi di indovinelli con risposta  che potete utilizzare per la caccia alle uova.

  • Sono alto, grosso e mangione
    quando mi chiudi devi fare attenzione
    perché il freddo non deve scappare
    se i gelati non vuoi far squagliare. (frigorifero)
  • Ha quattro gambe ma non può camminare (il tavolino)
  • Di giorno si guardano, di notte si baciano (Le ante delle porte)

Cominciate consegnando il primo bigliettino con l'indovinello dato da voi e poi man mano se i bambini sono grandicelli e sanno leggere potete far trovare il bigliettino successivo nel luogo dove sarà nascosto l'uovo e così va, fino all'ultimo uovo. Nel caso i bambini fossero più piccoli potreste accompagnarli voi e leggere i bigliettini con loro oppure farli venire da voi per il successivo indizio ogni volta che viene scoperto un uovo nascosto.

Caccia alle uova di Pasqua da stampare

Si seguito invece condividiamo alcuni indovinelli da stampare per la vostra caccia alle uova

Ecco la lista dei Beni FAI dove si svolgerà la Caccia alle Uova 2023 per bambini

  • Abbazia di Cerrate | Lecce
  • Bosco di San Francesco | Assisi (PG)
  • Castello della Manta | Manta (CN)
  • Castello di Avio | Sabbionara d'Avio (TN)
  • Castello di Masino | Caravino (TO)
  • Giardino della Kolymbethra | Agrigento
  • Monastero di Torba | Gornate Olona (VA)
  • Orto sul Colle dell'Infinito | Recanati (MC)
  • Palazzo e Giardini Moroni | Bergamo
  • Parco Villa Gregoriana | Tivoli (RM)
  • Saline Conti Vecchi | Assemini (CA)
  • Villa dei Vescovi | Luvignano di Torreglia (PD)
  • Villa Della Porta Bozzolo | Casalzuigno (VA)

Caccia al tesoro botanico

A Pasquetta (lunedì 10 aprile) in diversi giardini italiani si terrà l'evento della Caccia al Tesoro Botanico, per avvicinare i bambini alla scoperta di alberi e piante presenti nei vari parchi.

Giunta alla 26° edizione la Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani è l'evento dedicato ai bambini per avvicinarli in maniera ludica e gioiosa all'immenso patrimonio botanico, artistico e culturale custodito nei giardini del circuito.


Partecipare è semplicissimo. All'ingresso dei giardini del circuito, aderenti all'iniziativa, i partecipanti riceveranno una mappa del tesoro che guiderà i botanici in erba e le loro famiglie alla scoperta dei segreti del giardino prescelto. Un'avventura fantastica tra enigmi e indovinelli che spaziano tra curiosità botaniche e artistiche fino a raggiungere l'ambito tesoro.

Info: www.grandigiardini.it/

Tra i parchi che partecipano:

  • Parco di Pinocchio - Parco Policentrico Collodi-Pinocchio, Pistoia
  • Centro Botanico Moutan, Viterbo
  • Oasi Zegna, Biella
  • Villa del Grumello, Como
  • Giardini del Biviere, Siracusa
  • Parco Pallavicino, Stresa
  • Biblioteca degli alberi, Milano
  • Villa la Massa, Firenze
  • Giardino Giusti, Verona

Revisionato da Nicoletta Vuodi

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli