Home Giochi

Attività musicale per bambini: la "musica di carta"

di Sara De Giorgi - 16.06.2020 - Scrivici

bambino-tubo-cartone
Fonte: Shutterstock
Si può fare musica con materiali di riciclo? Sì, si possono educare i più piccoli alla percezione dei suoni provenienti dalla carta. Un'attività musicale davvero particolare soprattutto per bimbi da 0 a 6 anni è la "musica di carta", suggerita dalla professoressa Antonella Costantini, musicista, esperta di didattica della musica e membro del coordinamento nazionale di "Nati per la musica".

In vacanza ci si può divertire tanto! Ci sono tante attività da fare con i più piccoli soprattutto nella stagione estiva. Tra queste spiccano quelle "musicali", che sono in grado di stimolare la capacità di percezione, di produzione e di ascolto dei suoni e del silenzio nei più piccoli. 

Abbiamo chiesto alla professoressa Antonella Costantini, musicista, esperta di didattica della musica e membro del coordinamento nazionale di "Nati per la musica", di indicarci un'attività "musicale" originale da fare con i bambini. Si tratta del "concerto acquatico".

Il programma di "Nati per la musica" sostiene da ormai 15 anni su territorio nazionale le famiglie nel corretto apprendimento e uso del linguaggio musicale e riguarda il periodo dalla gravidanza fino ai 6 anni di vita.

L'attività presentata fa parte del SUMMER CAMP online di nostrofiglio.it del martedì. 

Fascia d'età

I benefici maggiori dell'apprendimento di suoni e musica si hanno nel periodo da 0 a 3 anni.

«Nel mondo musicale ci sono molte metodologie didattiche e, negli ultimi anni, c'è stato un fiorire di quelle strettamente legate alla fascia 0-3. L'intento di "Nati per la musica" è offrire una serie di possibilità affinché il genitore possa aiutare il bambino a trovare qualcosa di molto piacevole, stimolando il suo entusiasmo», ha affermato la professoressa Costantini. 

Attività musicale: la "musica di carta"

«Qualsiasi materiale ha un suono ben preciso: bottoni, carta, pasta, ecc. Qualunque oggetto crea nel bambino la capacità di fissare nella memoria uditiva una risposta a quella che è la memoria tattile. Così, attraverso la scoperta, si mantengono i cinque sensi dei più piccoli attivi. 

Consiglio alle famiglie un gioco molto particolare, che si chiama "la musica di carta". Iniziate dal raccogliere qualsiasi tipo di carta. Più tipologie di carta ci sono, più il panorama sonoro diventa estremamente ricco. 

COSA SERVE:

dalla carta da imballaggio a quella velina, dai giornali alla carta da pacco, dalla carta delle uova di Pasqua a quella ondulata, ecc.

COME SI FA:

si lasciano i bambini in esplorazione con tutte le varietà di carte. I tempi dei bimbi devono essere rispettati. Anzi, bisognerebbe trovare un luogo in cui le carte possano essere offerte al bambino in continuità, come, ad esempio, un piccolo angolo della casa, oppure uno scatolone di cartone sul terrazzo. In generale, è necessario dare la possibilità ai piccoli di proseguire l'esplorazione. 

Si possono anche creare dei percorsi, nel cortile o nel giardino, con fili tesi. Si stendono sopra ai fili le varie tipologie di carte, ad altezza bambino, così questo può percuoterle con le mani o con gli utensili, creando miriadi di fruscii diversi. Si può anche provare l'esperienza dell'attraversamento di questi percorsi, per fare in modo che anche il corpo sia accarezzato dai suoni, che, ovviamente, a seconda della tipologia della carta daranno anche sensazioni diverse.

Infine, sono da segnalare i tubi di cartone, che sono una risorsa incredibile per i bambini, perché, attraverso il tubo, si può far passare dentro la voce. C'è, al riguardo, il gioco del telefono senza fili oppure si può fare, sempre con i tubi, l'altoparlante, o, infine, ci si può cantare dentro, ecc.».

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli