Home Giochi Favole

Fiabe e favole per bambini

di Sara De Giorgi - 07.05.2020 - Scrivici

fiaba-bambina
Fonte: Shutterstock
Raccontare fiabe e favole ai bambini è un'abitudine bellissima. Abbiamo realizzato un approfondimento con tutti gli argomenti che ruotano attorno alla galassia "fiabe e favole": perché è fondamentale narrarle, quali sono i vantaggi, come si costruiscono e quali sono le storie che i bambini amano di più.

Il racconto di fiabe e di favole ai bambini costituisce un'attività molto importante per la loro crescita e per il loro sviluppo psicologico. Ma non solo: narrare storie ai bambini contribuisce ad alimentare la loro immaginazione e la loro creatività.

Abbiamo perciò deciso di approfondire gli argomenti che ruotano attorno al mondo "fiabe e favole": perché è importante raccontarle, quali sono i vantaggi, quali sono le storie che i bambini amano di più e molto altro. 

In questo articolo

Fiabe e favole, la differenza

Fiaba e favola sono due generi narrativi differenti. La fiaba mette in scena personaggi differenti ed eventi vari ed è generalmente  ricca di elementi fantastici e deriva dalla tradizione popolare. Esempi di scrittori di fiabe sono Charles Perrault, Carlo Collodi, Hans Christian Andersen, ecc.

Invece, la favola consiste in una breve vicenda che ha come protagonisti animali, persone o cose e il suo scopo è far comprendere un messaggio etico. Infatti, in genere, alla fine delle favole, c'è una "morale". Esempi di scrittori di favole sono Esopo, Fedro, La Fontaine, ecc.

Fiabe e favole, perché è importante leggerle ai bambini

Le fiabe classiche raccontano ai bambini i destini del mondo e offrono una visione del reale da un altro punto di vista. Quello della libertà e dell'immaginazione. È per questo che il bambino percepisce e apprezza anche una storia complessa quando è raccontata dalla voce nota e amorevole di un genitore. Che, tra l'altro, attenua i punti più 'critici' di questo genere, storicamente nato per gli adulti e poi lasciato in eredità all'infanzia (come le favole che hanno per protagonisti animali che incarnano vizi e virtù umane).

Gli elementi 'forti' delle fiabe sono utili al bambino per superare le paure, secondo la scuola psicoanalitica, e non vanno 'addolciti'. E non occorre preoccuparsi troppo per i passaggi un po' paurosi: il bimbo tende a imparare a memoria la trama e scivola spontaneamente verso il finale.

La fiaba fa scoprire il mondo al bambino: si tratta di una grande avventura che, attraverso la fantasia interpreta la realtà e i suoi grandi temi. Leggere ad alta voce a un bambino significa anche accompagnarlo per mano a scoprire la vita, le emozioni, il rapporto con gli altri e se stesso.

Fiabe e favole, perché è importante leggerle ai neonati

Iniziare fin dalla più tenera età a leggere fiabe ai bambini (anche prima che riescano a capire il significato di quello che ascoltano) sviluppa le loro capacità linguistiche: ciò è quanto era stato stabilito da uno studio realizzato nel 2006.

Recentemente una nuova indagine, portata avanti da Suzanne M. Egan e Aisling Murray dell'Istituto di ricerca economica e sociale irlandese, ha dimostrato che leggere storie ai bebè migliora anche lo sviluppo cognitivo già nei primi mesi di vita. Secondo lo studio, i bambini di 9 mesi ai quali già in età precoce vengono lette storie e fiabe ottengono punteggi più alti nei test di sviluppo cognitivo indipendentemente da altre interazioni con i genitori.

Consigli per leggere ad alta voce ai bambini

La lettura ad alta voce dovrebbe essere un rito quotidiano della famiglia dai sei mesi. All'inizio, è importante proporre semplici filastrocche per pochi minuti: il bimbo, in questa fascia di età (sei-otto mesi), è già in grado di ascoltare (pur se per un tempo limitato) ed è ricettivo. La voce ha un effetto calmante già per i neonati (che riconoscono quella materna); a pochi mesi i piccoli percepiscono il ritmo delle parole, il tono e le pause (anche se non colgono il significato).

 

Ecco alcuni consigli per la lettura ad alta voce.

  1. Scegliete un posto comodo per tutti e due, senza elementi di distrazione (niente tv!) e se il bimbo è molto piccolo tenetelo in braccio in modo che possa guardare le pagine e afferrare anche il libro se desidera.
  2. Leggete con piacere, cambiate il ritmo, fate delle pause e fatevi trascinare dal racconto ma lasciate anche spazio per le domande del piccolo (inizierà a farle presto!).
  3. Rileggete i libri preferiti tutte le volte che il bimbo lo chiede, anche la stessa storia di seguito dieci volte non è mai troppo! Non forzate la scelta dei testi, assecondate i suoi gusti, insomma.
  4. Non imponete i tempi, soprattutto ai più piccoli, ma adattatevi ai loro (pochi minuti di attenzione) senza inutili pretese. Scegliete filastrocche o storie brevi con rime, ritmo e tante ripetizioni. Quanto ai libri, optate per quelli robusti in un formato adatto alle manine e con immagini chiare.
  5. Trasformate la lettura ad alta voce in un rituale familiare, tutti i giorni, almeno 10 minuti, ma non fatelo mai diventare un lavoro.

Come inventare favole o fiabe per i bambini

Leggere una fiaba ai propri figli è bellissimo. Ma se invece di leggere inventassimo noi la storia? Non è così difficile, perché gli elementi di base si ripetono, e i contenuti più importanti arrivano direttamente dalla vita e dalle esperienze del bambino. Ne abbiamo parlato con Massimo Fancellu, formatore, autore del libro «Educare con le favole. Come inventare e raccontare storie per aiutare i bambini a crescere felici», e con Lorena Figini, insegnante, curatrice del blog Pedagogia e Didattica.

Secondo Massimo Fancellu, «Le favole hanno dei punti fermi: si parte da uno stato di benessere, poi succede qualcosa che porta una difficoltà nella vita del protagonista, che per superarla deve affrontare un viaggio, concreto o metaforico, un cambiamento, durante il quale incontra qualcuno che gli dà una mano attraverso consigli o strumenti magici, permettendogli di superare la difficoltà. Sconfitto il nemico, superata la difficoltà, il protagonista approda a una nuova situazione di benessere».

Invece, per Lorena Figini, «Premesso che la fiaba ha delle caratteristiche fisse (protagonista, antagonista, prove da superare), la cosa più importante è sicuramente che abbia una morale, un lieto fine che insegni che è possibile superare le difficoltà. Si può prendere ispirazione da Gianni Rodari: questo autore ha scritto numerose fiabe moderne, ma soprattutto, ne la Grammatica della fantasia ha insegnato come trasformare, modificare, stravolgere le fiabe, per renderle più accattivanti. Si tratta di una sorta di gioco che da una parte permettere di conoscere la struttura della fiaba e il suo significato e dall'altro di divertirsi sviluppando il pensiero divergente».

Storie per risolvere piccoli e grandi problemi quotidiani

Accade tutti i giorni di dover risolvere dei problemi in famiglia. Ci sono quelli grandi, che turbano i normali equilibri, e poi esistono anche quelli piccoli, che si risolvono subito.


Elisabetta Maùti, psicologa clinica ed esperta in letteratura per ragazzi ha spiegato: «Perché non ci facciamo aiutare dalle storie? Proviamo a dirlo con una fiaba: il messaggio arriverà in forma più diretta e chiara ai nostri bambini».

Ecco, perciò, secondo la psicologa, alcune storie utili a genitori un po' in affanno nell'affrontare i problemi di tutti i giorni.

1. SE E' ARRIVATO IL NUOVO FRATELLINO, è utile leggere Riccioli d'oro di Robert Southey. E' una favola rassicurante. La famiglia di orsi è infastidita dall'arrivo della piccola Riccioli d'Oro: nessuno la aspettava e lei è anche maleducata e antipatica. Permette di parlare dell'arrivo di un fratellino in maniera meno diretta: l'intruso (Riccioli d'Oro) ha anche delle caratteristiche negative, che nel cuore del bambino giustificano la normale avversione verso il nuovo nato. Il 'lieto fine' è il massimo lieto fine pensabile per ogni bambino: non significa che il fratellino o la sorellina non ci saranno più, ma che la sua vita sarà di nuovo felice e non subirà troppi cambiamenti.

2. PER AFFRONTARE LA SEPARAZIONE DEI GENITORI, è consigliabile Hansel & Gretel dei fratelli Grimm, perché è una favola utile per parlare di emozioni 'scomode', come l'amore-odio per i genitori. Infatti, la storia dei due fratelli Hansel e Gretel è utile per spiegare ai bambini la normale paura per la separazione dai genitori. Fa leva sul loro spirito d'iniziativa: la prima volta i due fratellini trovano la strada di casa, la seconda volta riescono a far fuori la strega. Il finale è molto importante: il papà si pente di averli abbandonati e corre a cercarli. Questo è molto utile per spiegare ai bambini anche i momenti di difficoltà che possono avere gli adulti.

Fiabe da ascoltare

È bello ascoltare fiabe e favole! Ai bambini piace tanto udire racconti di storie, di tutti i tipi. Abbiamo raccolto alcuni audio podcast di fiabe e favole per i vostri bambini, perché le possano ascoltare quando lo desiderano. Da ascoltare per addormentarsi più velocemente, nel pomeriggio prima di fare un pisolino o la mattina mentre papà e la mamma sono al lavoro. Ecco, intanto l'audio di una bellissima storia:

Fiabe e favole della buonanotte

Siete in cerca di fiabe e favole specifiche per la augurare ai vostri figli la buonanotte? Volete provare a fare ascoltare ai piccoli nel letto uno dei nostri podcast? Ecco per voi alcune storie classiche e altre meno, che i bambini ameranno:

Fiabe e favole per bambini da stampare

I vostri figli amano i personaggi delle fiabe? Allora stampate questi bellissimi disegni dell'illustratrice Cecilia Viganò e colorateli insieme a loro. Tra i vari disegni ci sono personaggi come Biancaneve, i Sette nani, la Bella addormentata nel bosco con il suo Principe azzurro, Cappuccetto rosso, il lupo, Cenerentola, Hansel e Gretel e Pollicino. Buon divertimento!

Libri di fiabe e favole per bimbi

Siete in cerca di libri di fiabe e favole da regalare o da leggere ai vostri figli? Se amate le classiche, ma siete anche alla ricerca di quelle più particolari, potete attingere dal nostro elenco di suggerimenti. Ci sono libri con storie moderne, classiche, internazionali e legate a determinate aree del mondo.

Eccone alcuni tra i più belli.

Nomi per bambini ispirati ai personaggi delle fiabe

I veri amanti delle fiabe e delle favole siete voi e sarete a breve genitori? Se state cercando un nome per il vostro bambino o per la vostra bambina, potete prendere in prestito dal mondo delle storie il nome del personaggio che più vi piace. Di seguito alcuni nomi fiabeschi. 

  1. GRETA-GRETEL è protagonista di una fiaba dei fratelli Grimm. Gretel e il fratellino Hansel vengono catturati da una strega malvagia. La storia è a lieto fine.
  2. GIACOMO. Il protagonista della fiaba "Il fagiolo magico" è un bambino di nome Giacomino. Il piccolo vende una mucca in cambio di un sacchetto di fagioli magici, che, piantati, si trasformano in una pianta altissima.
  3. ARTURO- ARTU'. Artù è un personaggio leggendario, re del regno di Camelot.
  4. FLORA. Nella fiaba della "Bella Addormentata" Flora è la fata buona che regala alla principessa Aurora il dono della bellezza.

App di fiabe e favole da scaricare

Mentre in passato le fiabe erano lette al telefono oppure si dovevano ascoltare dalle audiocassette, oggi è possibile ascoltarle dopo aver scaricato app sullo smartphone. Abbiamo fatto un ricerca e abbiamo scoperto quali sono le app di fiabe e favole più interessanti. 

  1.  "Ti racconto una fiaba": in questa app ci sono 2.500 favole gratuite selezionate dal portale Ti racconto una fiaba. Dentro è possibile trovare dai classici della tradizione alle fiabe degli autori del sito, ma anche audio e video fiabe per i bimbi più interattivi. L'app è disponibile per iPhone e iPad, ma anche per sistemi Android.

  2. Fiabe sonore (2 favole gratis e poi a pagamento in app). "A mille ce n'è / nel mio cuore di fiabe da narrar / da narrar. / Venite con me / nel mio mondo fatato per sognar / per sognar". Se ricordate questa sigla, questa è l'app da scaricare per i vostri figli. Cenerentola e Fata Piumetta sono già comprese, mentre le altre sono a pagamento. Su Google Play e Apple Store.

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli