Home Giochi Filastrocche

«C’era una volta un re» filastrocca degli incontentabili, di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 12.04.2024 - Scrivici

re-egoista
Fonte: shutterstock
«C'era una volta un re» che aveva sei castelli è la filastrocca di Mimmo Mòllica dedicata agli «incontentabili»

In questo articolo

«C’era una volta un re» filastrocca degli incontentabili, di Mimmo Mòllica

«C'era una volta un re» che aveva sei castelli è la filastrocca di Mimmo Mòllica dedicata agli «incontentabili», a coloro che vorrebbero sempre di più per essere felici, ma che proprio per questo felici non potranno mai essere. È proprio vero, a questo mondo c'è tanta gente a cui non basta mai niente.

«C’era una volta un re» di Mimmo Mòllica

C'era una volta un re che aveva sei castelli,

uno era bellissimo, gli altri eran più belli,

un dì quello bellissimo, il sire lo donò,

dopo averlo donato gli altri li ricontò.

Cinque ne rimanevano, prima erano sei:

- Se ne donassi un altro, dopo quanti ne avrei?

- Quattro, rispose subito il suo 'contacastelli',

se ne regali un altro ti restano i più belli.

- Quanti ne rimarrebbero»? – il re lo interrogò.

- Lasciami fare un calcolo, dopo te lo dirò.

Tre poi ne rimarrebbero, quattro erano prima,

fatti i dovuti calcoli, secondo la mia stima.

Donandone altri due, ne avresti poi uno solo,

secondo strani calcoli e conti fatti al volo.

- Quelli che li ricevono sarebbero contenti,

oppure ne vorrebbero trentuno o centoventi?

- Felici non sarebbero, disse il 'contacastelli',

perché gli hai dato questi anziché dargli quelli,

e inoltre a questo mondo c'è sempre tanta gente

davvero incontentabile, a cui non basta niente.

Mimmo Mòllica

Possiedo ergo sum

«Accumulare» per sentirsi sicuri, oppure «donare» e dimenticare? Gli "accumulatori seriali" sono persone cui viene riconosciuto un disturbo chiamato «disposofobia». Sono quelli che ammassano quantità enormi di cose e oggetti, persone che tendono all'accumulo in varie forme.

Gli incontentabili

Ma il senso 'spicciolo' di questa filastrocca è l'«accontentarsi» o il «non accontentarsi» mai di niente. Gli «incontentabili» sono persone che vorrebbero sempre di più per essere felici, ma che proprio per questo felici non potranno mai essere, come afferma il 'contacastelli'.

Perché hanno avuto questo, ma volevano quello: perché volevano di più. 

È proprio vero, a questo mondo c'è tanta gente proprio incontentabile, a cui «non basta mai niente».

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli