Home Giochi Filastrocche

«I folletti di Babbo Natale» filastrocca di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 13.12.2022 - Scrivici

-i-folletti-di-babbo-natale-
Fonte: Shutterstock
I "folletti di Babbo Natale" è una filastrocca che Mimmo Mollicà dedica agli aiutanti di Babbo Natale, le piccole creature leggendarie tutto fare

In questo articolo

«I folletti di Babbo Natale» filastrocca di Mimmo Mòllica

«I folletti di Babbo Natale» è la filastrocca che Mimmo Mòllica dedica a queste creature leggendarie della tradizione popolare. I Folletti di Babbo Natale fanno parte di un corpo speciale di più preziosi aiutanti, sanno rendersi invisibili e posseggono i «geni della famiglia». Dispettosi e pazzerelli, sono buoni lavoratori ed hanno una forza straordinaria.

 

«I folletti di Babbo Natale»

I Folletti di Babbo Natale

fanno parte di un corpo speciale

di più preziosi e operosi aiutanti

e son molti, sono davvero tanti.

Ogni Folletto svolge un proprio ruolo

ben definito e non è mai solo,

c'è chi costruisce giocattoli e doni

per i bambini discoli e buoni.

C'è chi accudisce le renne e le cura,

chi la slitta mantiene sicura:

protagonista di tante leggende

è come gli Elfi dai quali discende,

preservare le case dal male,

per un folletto è davvero normale.

Per il mito son speciali figure,

buffe ed agili, ma brave creature,

fanno a volte anche scherzi e dispetti

però soltanto se non li rispetti,

sono creature piccine e fidate

ma vogliono essere rispettate.

Sempre vestiti di verde e di rosso,

ma dirvi altro davvero non posso,

hanno, si dice, un fiuto speciale,

ma fanno la spia, cosa c'è di male?

Sono allegri e gioviali davvero,

la loro origine rimane un mistero.

Mimmo Mòllica

Il folletto, creatura leggendaria

I folletti, creature leggendarie, fanno parte della tradizione popolare ma sono pure presenti in alcuni romanzi con le loro particolarità. Il folletto viene descritto come un essere piccino, burlone e sfuggente, veloce nei gesti e perfino capace di volare.

Sanno rendersi invisibili ed abitano nei boschi, dentro  tane di conifere o nelle stesse case familiari e nei granai, perché i folletti posseggono i «geni della famiglia».

La notte è per loro, la parte più divertente della giornata. E' proprio di notte, infatti, che amano uscire per divertirsi a fare dispetti: scompigliare i capelli delle donne, mettere in disordine la casa e il granaio, infastidire gli animali nelle stalle. In compenso sono buoni lavoratori e, per quanto piccoli di statura, hanno una forza straordinaria.

Dalle stalle alle stelle

Sanno fare di tutto, curare i prati, il cortile e proteggere le case, ma pure i bambini e gli animali. Incostanti e pazzerelli, sembra abbiano capacità magiche e sappiano predire il futuro interrogando le stelle della notte e la luna. Proprio loro che di notte amano fare le scorribande, fare dispetti, mettere in disordine la casa e infastidire gli animali. In alcuni romanzi vengono descritti come esseri capaci di modificare la loro statura. Se minacciati, infatti, possono crescere e far fronte all'aggressore.

Ogni folletto ha un proprio ruolo nel laboratorio di Babbo Natale, in Lapponia: costruire giocattoli, confezionare i doni dei bimbi, accudire le renne, eseguire la manutenzione della slitta, spedire le lettere e molto altro ancora.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli