Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca dei diritti del bambino»

di Sara Sirtori - 20.11.2020 - Scrivici

filastrocca-diritti-bambino
Fonte: Shutterstock
La «Filastrocca dei diritti del bambino» di Mimmo Mòllica è un omaggio ai bambini e ai loro diritti, perché "il senso morale di una società si misura su ciò che fa per i suoi bambini" (D. Bonhoeffer).

La Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

Il 20 novembre è il giorno in cui l'Assemblea delle Nazioni Unite, nel 1959, adottò la Dichiarazione dei diritti del fanciullo e la Convenzione sui diritti del fanciullo (nel 1989). L'Assemblea dell'ONU raccomandò a tutti i Paesi del Mondo di istituire la Giornata Universale del Bambino, come giorno di fratellanza e comprensione tra i bambini di tutto il mondo. La Convenzione stabilisce una serie di diritti dei bambini, tra questi: il diritto alla vita, alla salute, all'istruzione e al gioco, così come il diritto alla famiglia, alla protezione dalla violenza, alla non discriminazione e all'ascolto della loro opinione.

«Filastrocca dei diritti del bambino»

Il mondo ride se un bambino ha riso, 
tre cose ci ha lasciato il paradiso: 
le stelle, i fiori ed i cari bambini 
coi loro sogni, i giochi, i palloncini. 

Un bambino è il futuro appena nato, 
un bimbo nasce già senza passato 
ed il mistero poi dell'esistenza 
è là, nella magia dell'innocenza. 

Lasciamoli giocare con gli amici, 
lasciamo che i bambini sian felici, 
lasciamoli sbocciare come un fiore, 
tra i fiori della terra sia il migliore. 

A un bimbo tra le cose naturali 
servono le radici e un paio d'ali, 
son le ali per volare e non gli artigli 
il viatico da dare ai nostri figli. 

Il senso morale di questa società 
è tutto in ciò che ai più piccoli dà, 
ciò che un bimbo dai grandi non ha avuto 
non potrà darlo e rimarrà perduto. 

Mimmo Mòllica © 

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli