Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca del nonno»

di Sara Sirtori - 22.09.2020 - Scrivici

nonno-filastrocca
Fonte: Shutterstock
La «Filastrocca del nonno» di Mimmo Mòllica fa parte delle «Filastrocche del nonno e della nonna» e sono il nostro omaggio, in occasione della «Festa nazionale dei nonni» che ricorre il 2 ottobre, a questi «angeli custodi», per sottolinearne l'importanza del ruolo svolto all'interno delle famiglie e della società. "I nonni grandi affetti: chi li ha se li tenga stretti".  

I nonni grandi affetti: chi li ha se li tenga stretti

La «Festa nazionale dei nonni» ricorre il 2 ottobre di ogni anno e vuole essere l'occasione per celebrare l'importanza del ruolo svolto dai nonni all'interno delle famiglie e della società in generale. Regioni, province e Comuni, in occasione della Festa dei nonni, possono promuovere iniziative di valorizzazione del ruolo dei nonni. Le scuole pubbliche e private possono promuovere iniziative, discutere e approfondire le tematiche relative alle crescenti funzioni assunte dai nonni nella famiglia e nella società.

Viene inoltre istituito il «Premio nazionale del nonno e della nonna d'Italia», in favore dei nonni che nel corso dell'anno si siano distinti per aver compiuto azioni particolarmente meritorie sul piano sociale. Allo scopo, con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali e del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, è nominata una Commissione per valutare le dieci azioni socialmente più meritevoli per l'anno in corso.

«Filastrocca del nonno»

Nonno ti voglio bene

e adesso te lo dico

così, come mi viene,

sei il mio migliore amico.

Giocando a far castelli

sembriamo due fratelli,

fingiamo che un colosso,

un pesce grande e grosso,

stia per venirci addosso.

Correndo a più non posso

saltiamo dentro a un fosso,

ma lungo quel percorso

c'è già un supercolosso.

Dopo incontriam gli squali

con gran pinne dorsali.

E allora che facciamo?

È meglio se scappiamo!

Tu allegro come pochi,

compagno dei miei giochi,

complice e mia difesa,

tra noi c'è sempre intesa,

pronto a volermi bene,

sei tu chi a me ci tiene.

Tu guida mia sicura,

tu sei la mia armatura,

con te mi sento forte

perché mi dai manforte,

tu con cui mi confido

perché di te mi fido.

I nonni gran tesoro,

chi cresce senza loro

rinuncia a grandi affetti:

chi li ha se li tenga stretti.

Mimmo Mòllica ©

TI POTREBBE INTERESSARE

Leggi articoli su

articoli correlati

ultimi articoli