Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca dell’orsetto lavatore»

di Sara Sirtori - 04.11.2020 - Scrivici

orsetto-lavatore
Fonte: Shutterstock
La «Filastrocca dell'orsetto lavatore» di Mimmo Mòllica 'prende esempio' da questo curioso mammifero per tornare sulla fondamentale importanza di lavarsi bene le mani per la prevenzione di malattie anche gravi, come il Coronavirus. L'Orsetto lavatore è naturalmente solo un pretesto: l'Orsetto, infatti, 'lava' il cibo nell'acqua prima di mangiarlo. Noi umani, invece, prima di mangiare laviamo sempre le mani?

Bambini: laviamoci bene le mani!

L'orsetto lavatore è un mammifero della famiglia dei Procionidi, originario del nord America. In Italia la sua presenza è stata registrata a nord del fiume Po, ma pure nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, dove di recente è stata accertata la presenza di alcuni nuclei riproduttivi. Si nutre di invertebrati, piccoli mammiferi, anfibi, pesci e uova di uccelli. La sua casa è in prevalenza sugli alberi, ma in particolari condizioni preferisce nascondersi sottoterra. Viene chiamato «orsetto lavatore» perché immerge il cibo nell'acqua prima di mangiarlo. Lo afferra tra le zampette anteriori e lo bagna nell'acqua, come a volerlo lavare, adoperando le zampe come delle vere e proprie mani: ecco perché «orsetto lavatore».

Sembra non ci siano certezze scientifiche sulle vere ragioni che inducono questo mammifero ad immergere il cibo nell'acqua. Secondo alcune 'scuole di pensiero' lo scopo sarebbe quello di ammorbidire il cibo. Secondo recenti studi di zoologia, invece, il procione lo bagna non disponendo di una adeguata salivazione.

Quanto a noi umani, lavarsi accuratamente le mani è da considerarsi un atto d'amore, per se stessi e per gli altri, un gesto fondamentale nella prevenzione del Coronavirus, ma non solo. Lavare bene le mani è un gesto di primaria importanza nella prevenzione delle infezioni.

Il virus, infatti, entra nel corpo attraverso gli occhi, il naso e la bocca, quindi occorre evitare di toccarli con le mani non lavate, come spesso succede.

«Filastrocca dell’orsetto lavatore»

L'Orsetto lavatore

era là che lavava

il suo pasto migliore

e dopo lo mangiava.

L'Orsetto lavatore

un dì vide un signore

che con le mani mangiava

però non le lavava.

L'Orsetto lo guardava

e sorpreso pensava:

«Non lavarsi le mani,

comportamenti umani

davvero molto strani!».

«Io mangio strani vermi

lui invece mangia  germi,

io mangio pesci interi,

lui virus e batteri».

L'Orsetto lavatore

disse allora al signore:

«Lava le mani bene

per la corretta igiene

e per la prevenzione

o rischi un'infezione!».

«Le mani devi lavare

già prima di mangiare,

prima di cucinare,

se il viso poi ti tocchi,

se ti stropicci gli occhi

o dopo avere tossito,

oppure starnutito,

ed anche se per caso

ti sei soffiato il naso».

Firmato con calore:

Orsetto lavatore.

Mimmo Mòllica ©

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli