Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca della guerra» di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 14.03.2023 - Scrivici

einstein-bambino
Fonte: shutterstock
La «Filastrocca della guerra» di Mimmo Mòllica ricorda la nascita di Albert Einstein (14 marzo 1879). Einstein era contro guerra e armi nucleari

In questo articolo

La «Filastrocca della guerra» di Mimmo Mòllica

La «Filastrocca della guerra» di Mimmo Mòllica ricorda la nascita di Albert Einstein (14 marzo 1879), il più importante fisico del XX secolo, conosciuto per la genialità del suo pensiero e delle sue scoperte.  Einstein era decisamente contro la guerra e le armi nucleari. Rimangono celebri le sue frasi e tra queste: "Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre."

«Filastrocca della guerra»

Il re Cocoricò

la guerra dichiarò

al sire Don Totò

che però non l'accettò.

Perciò Cocoricò

per sfida colorò

di rosa, verde e giallo

le penne del suo gallo

e gli tolse altresì

pure il chicchirichì,

cambiandolo in crì crì.

Dopo, Cocoricò,

di nero colorò

tutta l'acqua del mare

e lo fece inquinare.

Ma sire Don Totò

il gallo scolorò,

che ritornò a cantare,

rifece azzurro il mare,

azzurro come il cielo,  

con senno e molto zelo.

I pesci ed i gabbiani

batterono le mani

e i popoli adiacenti

fecero i complimenti:

«Che bravo – dissero in coro –

fantastico lavoro!»

Il sire Don Totò,

che la guerra rifiutò,

ricevette gli onori

da tanti estimatori,

maestri e professori,

registi e bravi attori,

magistrati e pretori,

contadini e pastori

poeti ed oratori,

infermieri e dottori.

Ricevette pandori,

dolci, vini e liquori

e moltissimi fiori

dai mille e più colori,

dai delicati odori,

da fans e ammiratori

ed ebbe la corona

di «pacifica persona».

Mimmo Mòllica

Albert Einstein, la guerra e la bomba atomica

Il 14 marzo 1879 nasceva Albert Einstein, il più importante fisico del XX secolo, conosciuto al grande pubblico per la genialità del suo pensiero, premio Nobel per la fisica nel 1921 «per i contributi alla fisica teorica, in particolare per la scoperta della legge dell'effetto fotoelettrico».

La teoria della relatività rimane uno dei due pilastri della fisica moderna.

"L'uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi."

"Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre."

Sono tra le frasi più conosciute di Albert Einstein, citate spesso a testimonianza del suo pensiero 'politico'.

Contro la guerra

Einstein criticò apertamente il coinvolgimento della Germania nella prima guerra mondiale, ricevendo aspre critiche e perfino attacchi nei confronti delle sue teorie scientifiche.

Con l'avvento di Hitler al potere, Einstein fu costretto ad emigrare negli Stati Uniti, dove insegnò all'Institute for Advanced Study di Princeton. Nel 1939 scrisse al presidente Roosevelt, assieme a molti altri fisici, una lettera divenuta famosa, riguardo alla bomba atomica e alla possibilità che venisse realizzata. Einstein era decisamente contro la guerra e le armi nucleari. Einstein si spense a 76 anni nel 1955.

Rimangono celebri il suo genio e le sue frasi contro la guerra.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli