Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca di Mamma Rocca» di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 16.09.2021 - Scrivici

mascherina
Fonte: Shutterstock
La «Filastrocca di Mamma Rocca» di Mimmo Mòllica si rifà ad una filastrocca popolare che suona come un monito ogni volta che viene pronunciata

La filastrocca di Mamma Rocca

La «Filastrocca di Mamma Rocca» di Mimmo Mòllica si rifà ad una filastrocca popolare che suona come un monito ogni volta che viene pronunciata. Ma cosa non si tocca? Ed ecco che in epoca di pandemia l'esortazione di Mamma Rocca serve a ricordarci di non toccare con le mani bocca, naso e occhi, attraverso cui il virus può arrivare nei polmoni.

«Filastrocca di Mamma Rocca»

Dice la mamma Rocca

si guarda ma non si tocca.

- Ma cosa non si tocca?

- Il naso e anche la bocca!

- È bene che non tocchi

e non stropicci gli occhi,

e a lavarti le mani

molto tempo rimani,

ché son sede del tatto,

perciò stanno a contatto

con quello che mangiamo,

con quello che tocchiamo.

Tutto ciò che la gente

fa disinvoltamente,

davvero normalmente,

è toccare con le mani

denaro, bocca e pani.

Così la mamma Rocca,

che non è affatto sciocca,

qualche volta poi sbocca,

e lo fa in filastrocca.

Dice la mamma Rocca:

«Si guarda ma non si tocca».

Mimmo Mòllica

Ma cosa non si tocca?

Dove è necessario il green pass? Per assistere a uno spettacolo, per visitare una mostra? Per andare in piscina o in palestra, per convegni, mostre e fiere è obbligatorio il green pass? E a scuola, si applica il green pass? Tutte le novità in vigore sono dettate da un decreto approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 9 settembre: regole per scuole, per le università, per le Residenze Sanitarie Assistenziali. Sicché i genitori dovranno esibire il green pass per entrare a scuola, per parlare con gli insegnanti. Le norme previste da tale D.L. (decreto legge) rimarranno in vigore fino al 31 dicembre 2021.

Dal 1° settembre vige l'obbligo del green pass per il personale della scuola e per viaggiare in aereo, sui treni a lunga percorrenza e sulle navi. Sono – tuttavia – previste esenzioni «sulla base di idonea certificazione medica». Le persone esonerate dalla vaccinazione  dovranno sempre rispettare quelle misure di prevenzione che già prima del vaccino erano state dettate come indispensabili per tutti: distanziamento tra persone, lavare bene le mani, uso della mascherina, divieto di assembramenti, etc.

Non toccare occhi, naso e bocca

Sin dal primo lockdown, lavarsi bene le mani e non toccare gli occhi, il naso e la bocca sono state considerate misure importantissime contro il contagio da coronavirus, fondamentali, poiché sono le tre porte attraverso cui il contagio può entrare nel nostro organismo. Il virus, infatti, attraverso cornea e congiuntive oculari è in grado di defluire nel naso e nella gola scendendo nelle vie aeree fino ad arrivare nei polmoni. Allo stesso modo attraverso il naso e la bocca, che perciò non si tocca. Lo dice la Mamma Rocca.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli