Home Giochi Filastrocche

La «Filastrocca di un uccellino» di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 31.07.2023 - Scrivici

passerotto-nido
Fonte: shutterstock
La «Filastrocca di un uccellino» di Mimmo Mòllica racconta un fatto vero: la disavventura a lieto fine di un passerotto caduto dal nido

In questo articolo

La «Filastrocca di un uccellino»

La «Filastrocca di un uccellino» di Mimmo Mòllica racconta un fatto vero: la disavventura a lieto fine di un passerotto caduto dal nido. Per fortuna la bontà di un ragazzino e un colpo di vento lo hanno salvato, riportandolo in volo. E se gli umani gridiamo «hip hip hurrà» per esultare, nel 'regno degli uccelli' si dirà, cinguettando, «cip cip hurrà»?

«Filastrocca di un uccellino»

Un uccellino dal nido caduto

faceva cip cip, gridava «aiuto»,

alla sua mamma lanciava segnali

ed ogni tanto sbatteva le ali.

Dal nido caldo lui era volato

ed il suo cip cip era tanto accorato,

in fondo a un fosso era andato a finire

e non sapeva da lì come uscire,

triste e impaurito così cinguettava

e la sua mamma impaurito invocava.

Un ragazzino lo udì e lo salvò

e l'uccellino felice volò,

non decollò però facilmente,

fu un volo incerto, appena radente.

Ad aiutarlo fu un colpo di vento

che lo alzò in volo in un momento,

e l'uccellino che volava a stento

fece cip cip, felice e contento.

I suoi compagni vedendolo in volo

tornare al nido volando da solo,

dalla stragrande felicità

fecero in coro «cip cip hurrà».

Mimmo Mòllica

Un urlo di gioia universale

«Hip hip hurra!» si dice per esultare, per festeggiare. È l'urlo di gioia oramai 'universale' in tutto il mondo occidentale. Secondo alcuni deriverebbe dall'urlo di gioia dei marinai inglesi "huzzah!", adottato poi nella lingua inglese e trasformato in "hurra" e, quindi, nella lingua francese, divenendo "hourra!".

Esultare in italiano

Nell'Ottocento è stato adottato pure in Italia: «Urrà». Sarebbe una voce di origine «onomatopeica», preceduta da tre hip! hip! hip! e seguita da un corale «urrà».

Per esultare, dunque, "hip hip hip hurrà" sarebbe l'urlo 'universale' di gioia, vittoria, approvazione.

Secondo altri studiosi deriverebbe dall'urlo di battaglia dei soldati prussiani (inizio Ottocento), dai cosacchi: "Hip", "hep" o "hup"  per cadenzare il loro ritmo di marcia. Ma la cosa non finisce qua, altre voci fanno riferimento alle cariche della cavalleria russa, etc.

Cip cip hurrà

Tanta 'ricchezza' di interpretazioni e derivazioni – allora – ci consente di immaginare che pure nel 'regno degli uccelli' si possa esultare di felicità, come nel caso dell'uccellino della filastrocca, tornato in volo sano e salvo, cinguettando «cip cip hurrà», dopo avere corso un brutto pericolo.

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli