Home Giochi Filastrocche

Solstizio d’estate: la «Filastrocca della luna e del sole» di Mimmo Mòllica

di Mimmo Mollica - 18.06.2024 - Scrivici

solstizio-d-estate-la-filastrocca-della-luna-e-del-sole-
Fonte: Shutterstock
La «Filastrocca della luna e del sole» di Mimmo Mòllica è dedicata al «solstizio d'estate», il primo giorno d'estate

In questo articolo

La «Filastrocca della luna e del sole» di Mimmo Mòllica è dedicata al «solstizio d'estate», il primo giorno d'estate, il "giorno più lungo dell'anno", quando la luce, con il sole allo Zenit, ha la massima durata. All'alba il Sole che sorge magicamente, poi lo spettacolo del tramonto. Ed ecco che la Luna torna a prendere il suo posto in una alternanza di luce e di penombra.

«Filastrocca della luna e del sole»

La luna stanca a casa era tornata
all'alba dopo una lunga nottata,
che fosse l'alba lei paziente attese,
e dentro casa poi le luci accese,
e dalla Terra dissero: «È arrivata
c'è luce in casa, la Luna è già rientrata».

All'alba il Sole illuminava il giorno,
la Luna aveva già fatto ritorno,
aveva lavorato dalla sera
restando accesa per una notte intera.

Il sole sta per tramontare

Ma ecco che il sole sta per tramontare,
scende, si affonda lento dentro il mare,
se ne vede soltanto un pezzettino
per lo stupore di ciascun bambino.
Così la Luna quando è quasi sera
ripete al Sole la stessa tiritera,
dopo che il Sole tramonta dentro il mare
gli dice: «Caro, corri a riposare».

Il Sole non ha voglia di dormire

Ma quando il giorno sta già per finire
il Sole non ha voglia di dormire,
vuole stare abbracciato con la Luna
tutta la notte, senza fretta alcuna,
ma sono voglie ben presto interrotte
giacché la luna fa i turni di notte.

Il Sole bacia la Luna e se ne va,
spegne i suoi raggi e nell'oscurità

attende ansioso che si faccia giorno
quando la Luna a casa fa ritorno.


Mimmo Mòllica

L’inizio dell’estate

Arriva l'estate. Il 20 giugno 2024 alle 22.51 ora italiana sarà «solstizio d'estate», il preciso momento astronomico che 'sancisce' l'inizio dell'estate, il giorno più lungo dell'anno, quando la luce sopravanza il buio.

È il primo giorno della stagione estiva, la luce ha la massima durata, con il sole allo Zenit, il punto più alto del cielo. Da questo momento le giornate cominceranno ad accorciarsi gradualmente, in maniera impercettibile, fino al «solstizio d'inverno».

Solstizio d’estate: la «Filastrocca della luna e del sole» di Mimmo Mòllica

Fonte: Shutterstock

Il Sole abbracciato con la Luna

All'alba il Sole sorge magicamente e nel crepuscolo offre lo spettacolo del tramonto, quando la Luna tornerà a prendere il suo posto in una alternanza di luce e di penombra. Alzando gli occhi al cielo, dopo il tramonto, la luna col suo fascino attrae lo sguardo con lo
spettacolo delle costellazioni, dei pianeti e delle stelle cadenti.
In latino «solstitium» è una parola composta da «sol», cioè sole, e «stitium», che vuol dire "fermo". Significa che il sole non vuole andare a dormire e si ferma nel cielo più a lungo, senza voler tramontare:

Il Sole non ha voglia di dormire,
vuole stare abbracciato con la Luna
tutta la notte, senza fretta alcuna.
Ma sono voglie ben presto interrotte
giacché la Luna fa i turni di notte.

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli