Home Giochi

Quali sono i giochi di ruolo preferiti dai bambini?

di Francesca Capriati - 21.06.2024 - Scrivici

giochi-di-ruolo-per-bambini
Fonte: shutterstock
Giochi di ruolo per bambini: a cosa servono i giochi di ruolo e qual è il gioco di ruolo più amato dai bambini? Giochi, carte e giochi da tavolo

In questo articolo

Giochi di ruolo per bambini: quali sono i migliori?

"Facciamo finta che sono un poliziotto?", oppure: la cassiera, un mago, una dottoressa....I giochi di ruolo sono una delle attività preferite dai bambini, soprattutto da quelli piccolini, che amano imitare ciò che accade intorno a loro e quello che fanno gli adulti. E non c'è dubbio che i giochi di ruolo siano una parte fondamentale dello sviluppo infantile, perché stimolano l'immaginazione, la creatività e le capacità sociali dei bambini.

Qual è il gioco di ruolo più amato dai bambini?

In tenera età i giochi di ruolo più amati sono quelli imitativi: cuoco, dottore, mago o fata, maestra, pompiere e tantissimi altri. Quando crescono, poi, i bambini si appassionano a giochi di ruolo da tavolo oppure con le carte.

Quale gioco di ruolo per un bambino di 2 o 3 anni?

Per i più piccoli, giochi semplici come "fare finta di essere mamma o papà" o "giocare con le bambole" sono certamente i giochi di ruolo più amati e aiutano a sviluppare competenze sociali e linguistiche.

Per bambini di 2 o 3 anni, i giochi di ruolo devono essere estremamente semplici e focalizzati sul gioco simbolico piuttosto che su regole complesse. A questa età, i bambini sono più interessati a imitare e sperimentare che a seguire regole elaborate. Ecco alcune idee di giochi di ruolo adatti a questa fascia di età:

  • Giochi di imitazione quotidiana: giocattoli come cucine, strumenti da medico, o set da cucina consentono ai bambini di imitare le attività degli adulti. Ad esempio, un set da cucina con pentole e cibo giocattolo permette ai bambini di "preparare" pasti e servire gli altri.
  • Giocattoli di travestimento: costumi semplici, come quelli da supereroe, principessa, o animali, permettono ai bambini di esplorare diversi ruoli e personalità attraverso il gioco. I travestimenti stimolano la fantasia e il gioco simbolico.
  • Giochi di ruolo basati su libri o favole: i libri illustrati che raccontano storie semplici possono essere un ottimo punto di partenza. Dopo aver letto una storia, i bambini possono ricreare le avventure dei personaggi con giochi di ruolo facili.
  • Giocattoli di finzione come le bambole e i peluche: i bambini possono inventare storie e situazioni per le loro bambole o peluche, dando loro "voci" e creando scenari di gioco.
  • Giochi con animali giocattolo: set con animali di plastica o morbidi permettono ai bambini di creare storie e situazioni in cui gli animali sono i protagonisti. Possono inventare storie su come gli animali si comportano e interagiscono tra loro.
  • Giochi di costruzione: blocchi e costruzioni possono essere utilizzati per creare ambienti o scenari che i bambini possono poi esplorare attraverso il gioco simbolico, come costruire una casa per i loro giocattoli.
  • Giochi di ruolo con oggetti comuni: anche semplici oggetti domestici, come scatole, coperte e cuscini, possono essere utilizzati per creare fortini o case immaginarie dove i bambini possono inventare storie e giochi.

Quali sono i giochi di ruolo adatti per bambini di 8 anni?

Arrivati a otto anni, molti bambini continuano a giocare volentieri ai classici giochi di ruolo che possono iniziare a includere regole più strutturate e avventure più complesse, mantenendo però il focus sulla semplicità e sul divertimento.

I bambini possono esplorare mondi fantastici, combattere mostri e risolvere enigmi. Le meccaniche sono semplificate per essere comprensibili e divertenti, con una forte enfasi sulla narrazione.

Oppure possono impersonare supereroi con abilità speciali e vivere avventure in cui devono combattere il male e salvare il giorno. Le regole sono facili da seguire e le missioni sono adatte all'età.

Con i giochi di detective e mistero potranno risolvere misteri e casi intriganti incoraggiando il pensiero critico e il lavoro di squadra mentre cercano indizi e risolvono enigmi.

Potranno utilizzare dadi e carte per determinare gli esiti delle azioni, ma con regole semplificate. Questo aggiunge un elemento di casualità e sorpresa senza complicare troppo il gioco.

Quali sono i giochi di ruolo per bambini di 10 anni?

A questa età i bambini spesso preferiscono giochi di ruolo più strutturati e complessi, come quelli in scatola che regalano avventure fantasy nelle quali i bambini possono assumere il ruolo di eroi, esplorare mondi fantastici e risolvere enigmi.

Ecco alcune idee di giochi di ruolo per bambini di 10 anni:

  • Giochi di avventure fantasy che permettono ai bambini di esplorare un mondo fantastico, combattere creature magiche e completare missioni. 
  • Giochi di maghi e streghe per vivere avventure magiche e fantastiche, con meccaniche di gioco semplici e ambientazioni piene di incantesimi e creature straordinarie.
  • Giochi basati su un mondo popolare per bambini in un universo conosciuto dai bambini, con avventure e sfide che riflettono le loro serie preferite o temi familiari.
  • Giochi di narrazione per stimolare la creatività dei bambini e aiutare a costruire storie insieme, senza regole complicate.
  • Gioco di avventure con regole adattabili per adattarsi ai loro interessi e livello di esperienza.

A cosa servono i giochi di ruolo?

I giochi di ruolo non sono solo divertenti, ma sono anche educativi (anche se non per forza devono esserlo!): aiutano i bambini a sviluppare competenze cognitive come problem-solving, pensiero critico e capacità decisionali e favoriscono lo sviluppo emotivo, migliorando l'autostima e la capacità di gestire le emozioni.

Attraverso giochi di ruolo, i bambini imparano a cooperare, negoziare e risolvere conflitti in modo corretto. Da piccolissimi amano calarsi in ruoli sempre nuovi e per riuscirci basta mettere a loro disposizione vecchi abiti, bigiotteria, occhiali e utensili da cucina, flaconi di cosmetici vuoti e altri oggetti di uso quotidiano.

Già intorno ai tre anni cominciano a inscenare per gioco situazioni di vita quotidiana (ad esempio sgridano un pupazzo per essersi comportato male o fingono di preparare la cena), poi crescendo questa propensione a voler impersonare personaggi fantastici o reali si consolida.

Crescendo, poi, possono appassionarsi ai giochi di ruolo strategici, quelli in cui ognuno impersonifica un personaggio e bisogna creare una vera e propria trama: giochi che stimolano le capacità critiche, quelle di riflessione e di risoluzione dei problemi, l'immaginazione e anche la cooperazione tra giocatori.

Revisionato da Nicoletta Vuodi

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli