Home Giochi

Giochi estivi per bambini: come essere certi di acquistare un prodotto sicuro

di valentina vanzini - 08.07.2021 - Scrivici

giochi-estivi
Fonte: Shutterstock
L'estate è spiaggia e mare, relax e sole ma anche palette, secchielli, materassini e salvagenti. Ma come essere sicuri dei giochi estivi acquistati?

Finalmente sono arrivate le tanto desiderate vacanze estive. Per molti vogliono dire spiaggia e mare, accompagnati da relax e sole, ma anche da giochi per i bambini. Ma perché una vacanza sia davvero all'insegna del relax e del divertimento, è fondamentale tenere conto della sicurezza, di ciò che si dà ai bambini. Loro potranno divertirsi in libertà e voi essere sicuri che non c'è nulla da temere.  

Ecco, quindi, come accertarsi che i giochi da spiaggia siano sicuri.

 

In questo articolo

Giochi estivi: la sicurezza prima di tutto

Ci sono delle regole ben chiare che chi produce giochi per bambini deve seguire. In  Europa, ogni prodotto deve conformarsi alla direttiva 2009/48/CE, che stabilisce gli standard di sicurezza. Tra le altre cose richiede che i giocattoli riportino  la marcatura CE, che permette a chi acquista di stabilire se sono state seguite le regole.

I prodotti con questo marchio, devono aver posto attenzione all'uso di sostanze pericolose, classificate come:

  • cancerogene
  • mutagene 
  • tossiche per la riproduzione (CMR)
  • sostanze allergeniche
  • taluni metalli, al fine di garantire un elevato livello di protezione dei bambini da rischi causati dalla presenza di queste sostanze nei giocattoli.

La verifica di tale conformità può avvenire:

  • tramite metodo interno dell'azienda produttrice
  • tramite la verifica da parte di un laboratorio esterno

Oltre a questo è neccessario che tutto sia scritto e che sia facilmente comprensibile dal consumatore.

Quali sono le informazioni obbligatorie che devono essere presenti sui giocattoli e sulle loro confezioni?

  • Marcatura CE: come abbiamo detto è necessario per affermare che è stata seguita la normativa;
  • Riferimenti del fabbricante/importatore: chi ha prodotto il gioco, o lo ha importanto, deve essere riconoscibile: vanno riportati tutti i dati;
  • Numero di serie, modello, tipologia: per identificare e rintracciare il prodotto in caso di necessità;
  • Avvertenze e istruzioni d'uso: sono obbligatorie e devono essere chiare;
  • Età minima o massima del bambino servono a far capire da che età si può permettere al bambino di utilizzare un determinato prodotto senza rischi;
  • Particolari abilità necessarie per utilizzare il giocattolo (ove necessario);
  • Peso minimo e/o massimo dell'utilizzatore (ove necessario);
  • Necessità di sorveglianza da parte di un adulto (ove necessario).

Giocattoli in acqua

Se abbiamo visto le informazioni generali che vanno apposte (ma non sempre) sui giocattoli, è importante sapere che per quwlli che si usano in acqua ci sono ulteriori regole. In particolare sul dove possono essere usati (profondità) e se serve la presenza di una persona adulta.  

Rientrano tra i giocattoli, quindi con marcatura CE obbligatoria:

  • Giochi per il bagnetto dei neonati;
  • Barchette, anche funzionanti a batteria;
  • Materassini (fino a 120cm) e canotti gonfiabili;
  • Giocattoli gonfiabili;
  • Salvagenti gonfiabili.

 Non sono invece da considerarsi giocattoli:

  • Salvagenti con mutandina
  • Braccioli e giubbotti galleggianti.

TÜV Italia organizza specifici webinar gratuiti per dissipare ogni dubbio. Per la sicurezza dei bambini è fondamentale acquistare con attenzione i prodotti e attenersi a quanto viene specificato sulle istruzioni e nelle regole di utilizzo. Tutte queste regole, infatti, servono per garantire ai bambini di giocare in libertà, ma senza correre rischi. Al tempo stesso sono utili per i genitori che sanno come comportarsi in base all'uso di ogni giocattolo.

Più sereni mamma e papà, più felici i bambini.
 

Aggiornato il 11.05.2022

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli