Diventare mamma

11 passi facili e ironici per prepararsi alla maternità

Di Concetta Desando
passi-per-la-maternita.180x120
16 giugno 2014
Cominciate a guardare programmi per bambini col rischio di far sciogliere il vostro cervello, immaginate di dividere il lettone in tre e di avere un campo di battaglia in cucina e nell’auto. Gli amici? Li sentirete solo su Facebook… Ecco 11 passi ironici e divertenti per prepararsi alla maternità pubblicati sull'Huffington Post

Per prepararsi al parto ci sono corsi, manuali, video su Youtube, consigli della nonna, raccomandazioni della mamma. Ma poi, una volta terminato il momento fatidico, una volta che il bebè è venuto al mondo, non c’è libretto di istruzioni: bisogna imparare a diventare genitori, e bisogna impararlo alla svelta. Ecco allora che Bunmi Laditan, autrice di “The Honest Toddler, A Child’s Guide to Life”, ha stilato per il blog “Parents” dell’Huffington Post un manualetto per prepararsi alla genitorialità: 11 passi ironici e divertenti per essere sicuri di arrivare con le carte in regola alla nascita del bambino. (Leggi ache 42 cose che cambiano nella vita dopo la nascita di un figlio)

 

1. La vostra ombra

Per abituarvi ad avere a che fare con un bambino, assumete un attore che diventi la vostra ombra, che vi stia appiccicato ogni minuto del giorno. È anche il caso che entriate in confidenza, perché verrà con voi pure in bagno. E ogni 15 minuti preparategli uno snack. (Leggi anche: Come educare i bambini all'autonomia; Mio figlio è viziato? Oppure no)

 

2. Amici solo su Facebook

Chiamate tutti i vostri amici senza figli, e dite loro che state partendo per un lungo viaggio: d’ora in avanti vi sentirete solo su Facebook.

 

3. Fare tutto con una mano sola

Per abituarvi a portare a termine i semplici compiti di un genitore, procuratevi un paio di manette e legatevi una mano dietro la schiena. Poi proseguite normalmente negli impegni della vostra giornata. (Potrebbe interessarti Nasce un bimbo, nasce una mamma)

 

4. Uno zoo in auto

Se avete in programma di usare l’auto, fatevi prestare tre oranghi dallo zoo. Poi fateli sedere sui sedili posteriori dell’auto e guidate.

 

5. Guerra in cucina

Cucinare è una parte importante degli impegni familiari. Comprate un libro di ricette, trascorrete otto ore preparando il piatto più delizioso e difficile presente sul libro. Quando è pronto e alla giusta temperatura, fatelo diventare freddo. Poi gettatelo contro il muro della cucina e pulite. (Scopri tutte le ricette per bambini e famiglia)

 

6. Addio sonni tranquilli (Leggi anche Il neonato non dorme? Consigli per genitori stanchi)

Diventare genitore ha un impatto anche sul modo in cui dormite. Per prepararvi, scegliete l’allarme più fastidioso che avete sul telefonino, e chiedete a uno sconosciuto per strada di impostare 2-3 sveglie a orari a caso ogni notte per un mese. E se pensate di lamentarvi con qualcuno, tenete a mente che tutto ciò è in qualche modo opera vostra. (Leggi anche i consigli di tata Adriana sulla nanna dei bambini)

 

7. Mamma che ansia!

Un altro tratto distintivo del diventare genitore è il fatto di vivere continuamente in apprensione. Per abituarvi, ingaggiate il pilota di uno di quegli aerei che creano scritte nel cielo con il fumo, e chiedetegli di scrivere nel cielo di una prigione di massima sicurezza tutti i vostri dati più sensibili (la password di accesso al conto corrente, ad esempio). (Leggi anche: Mamma, ritrova la serenità)

 

8. W Peppa Pig!

Iniziate a guardare in TV i programmi per bambini. Potreste sentire uno strano rumore nella testa: non vi preoccupate, e il suono del vostro cervello che si scioglie. (Leggi anche Tv, a piccole dosi)

 

9. Un letto per tre

Potreste avere un figlio che vuole dormire con voi. Oh gioia! Iniziate a impratichirvi nell’arte di condividere il giaciglio con un bebè chiedendo a un falegname di costruirvi un letto speciale. Dev’essere largo un terzo di un letto matrimoniale standard, e ci dovrete dormire senza cuscino o lenzuola. Se pensate che sia troppo costoso, potete fare pratica dormendo nella vasca da bagno.

 

10. Auto o deposito?

Trasformare la vostra auto in una vettura da genitore è molto semplice. Tutto ciò di cui avete bisogno è: 18 calze spaiate, 6 pannolini puliti in tre diverse misure, 2 pannolini sporchi, 6 tazze di briciole di vario tipo, mezza tazza di marmellata o di altra sostanza appiccicosa, 18 giocattoli rotti, 2 manciate di confetti, 2 confezioni vuote di succo di frutta, abiti di ricambio per 10 bambini. Miscelate il tutto, avendo cura di spargere per bene la marmellata, e quindi gettate gli ingredienti alla rinfusa nell’auto.

 

11. Campo di battaglia

Visitate un negozio di abiti usati e comprare 10 grossi sacchetti di vestiti per bambini. Sparpagliateli per il salotto, portate in casa gli oranghi del punto 4 e quindi iniziate a ripiegare i vestiti. Buona fortuna. (Leggi anche Mamme più felici e meno stressate in 10 mosse)

 

Ti potrebbero interessare anche:

 

Salute neomamma: i 40 giorni dopo il parto, come affrontarli

 

Leggi la Guida al bambino

 

Scopri l' Agenda del neonato (0-12 mesi)