Home Gravidanza

18° settimana di gravidanza

di Nostrofiglio Redazione - 20.10.2023 - Scrivici

diciottesima-settimana-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ecco che cosa succede al tuo corpo e a quello del tuo bambino durante la 18° settimana di gravidanza

In questo articolo

18° settimana di gravidanza

Una fase di transizione in cui il bimbo comincia a perfezionare il proprio sistema nervoso e la futura mamma impara a convivere con il fardello del pancione. Vediamo dunque cosa succede al corpo della donna e a quello del bambino durante la diciottesima settimana di gravidanza.

18° settimana di gravidanza: i sintomi

A questo punto della gravidanza normalmente ci si è lasciati alle spalle i sintomi più fastidiosi, i quali però potrebbero lasciare il posto ad altri effetti fisiologici dovuti all'ingrossamento del feto nel pancione e ai continui sbalzi ormonali. Oltre alla stanchezza è infatti piuttosto comune sentirsi più fragili e soggetti a dolorini di natura ossea e muscolare.

Altri sintomi frequenti possono essere:

  • bruciore di stomaco
  • stipsi
  • vertigini 
  • crampi agli arti inferiori
  • mal di testa
  • epistassi (sangue dal naso)
  • respiro affanoso

18° settimana di gravidanza: la pancia

La 18ª settimana di gravidanza rappresenta una fase in cui si inizia a notare maggiormente il pancione. C'è un leggero aumento del volume addominale e la necessità di indossare vestiti più larghi o specifici per la gravidanza a questo punto. La sua dimensione può variare notevolmente da una persona all'altra. La forma e la dimensione del ventre durante la gravidanza dipendono da diversi fattori, tra cui la costituzione fisica della donna, il numero di gravidanze precedenti e la posizione del feto.

Fonte: Shutterstock

18° settimana di gravidanza: consigli di salute

Stipsi: mal comune

La stitichezza è frequente in gravidanza e può essere causato da diversi fattori: gli ormoni della gravidanza in primis (con indiziato principale il progesterone, che rallenta le funzioni intestinali), ma anche le abitudini alimentari, la scarsa attività fisica o variabili psicofisiche come lo stress frequente. 

Il consiglo. La stipsi si può risolvere puntando sulla dieta che va arricchita il più possibile con fibre. È una buona idea consumare frutta e verdura cotte ed evitare i frutti poco maturi.

Il succo di cottura delle prugne essiccate è un rimedio naturale che può dare una mano. Anche il movimento può aiutare l'intestino a vincere la sua pigrizia. L'uso dei lassativi è sconsigliato per i possibili effetti collaterali, quali diarrea e dolori addominali. In ogni caso, meglio non assumerli di propria iniziativa, ma chiedere sempre all'operatore sanitario che segue la gravidanza.

Crampi e gonfiore

Durante questa fase della gravidanza possono diventare piuttosto frequenti anche improvvisi crampi, soprattutto notturni. Le cause di questi incovenienti potrebbero risiedere dalla maggiore sedentarietà, dalla disidratazione o dalla mancanza di alcuni minerali all'interno dell'organismo.

Il consiglio: per diradare la frequenza di questi episodi si potrebbero integrare all'interno della propria dieta più alimenti ricchi di potassio e magnesio (es: banane, legumi, frutta secca...), cercare di fare un po' di leggera attività fisica e massaggiare gambe e piedi con dell'acqua fredda prima di coricarsi, così da favorire la circolazione.

Immagini feto a 18 settimane di gravidanza

Fonte: Shutterstock

Il feto nella 18° settimana di gravidanza

Alla diciottesima settimana il bimbo pesa circa 200 grammi ed è lungo 14 centimetri (più o meno come un cetriolo).

Il cuoricino è ormai completamente formato e si possono contare dai 60 ai 120 battiti al minuto. Inoltre i neuroni si moltiplicano rapidamente per poi aggregarsi, ricoperti da quella che viene definita guaina mielinica, una rivestimento biancastro che velocizza gli impulsi nervosi.

Questo influisce anche sul senso dell'udito, adesso decisamente più sviluppato tanto che il feto, con le orecchie che cominciano a sporgere dalla testa, può cominciare ad udire distintamente alcuni suoni.

Età gestazionale: cinque mesi (CALCOLO DPP - Data presunta del parto)

Fonte: Shutterstock

Domande e risposte

Quando si iniziano a sentire i movimenti del bimbo nel pancione?

Già dalla quindicesima il bimbo inizia a muoversi, ma perché la madre inizi a percepirlo bisogna attendere più o meno fino alla ventesima settimana.

A che mese corrisponde la diciottesima settimana di gravidanza?

Durante la diciottesima settimana ci troviamo nel quinto mese di gravidanza.

Video della 18° settimana di gravidanza

Che cosa accade al feto nella pancia? Scoprilo con questo video sulla gravidanza dalla 17° alla 20° settimana.

Bibliografia:

18 settimane di gravidanza: quanti mesi sono?

La 18° settimana di gravidanza è nel quinto mese di gravidanza

Scopri anche tutte le altre settimane di gravidanza

Gravidanza settimana per settimana

Seguiamo le crescita dell'embrione che poi diventa feto dalla prima settimana di gravidanza fino alla quarantesima. Vedremo la crescita del feto e in che modo cambia il corpo della futura mamma, fino quando è prevista la data del parto.

Tutte le informazioni utili sulle quaranta settimane di gravidanza, all'interno degli articoli tante informazioni sullo sviluppo del bambino, su cosa sta accadendo al corpo e consigli utili sugli esami da fare in base al calcolo delle settimane di gravidanza.

Come si calcolano i mesi di gravidanza

l primo giorno da utilizzare per fare il calcolo dell'inizio della gravidanza è sempre il giorno iniziale dell'ultima mestruazione.
  • Primo mese: dal primo giorno dell'ultima mestruazione fino a 4 settimane + 3 giorni (0w - 4w+3).
  • Secondo mese: da 4 settimane + 4 giorni a 8 settimane + 5 giorni (4w+4 - 8w+5).
  • Terzo mese: da 8 settimane + 6 giorni a 13 settimane + 1 giorno (8w+6 - 13w+1).
  • Quarto mese: da 13 settimane + 2 giorni a 17 settimane + 4 giorni (13w+2 - 17w+4).
  • Quinto mese: da 17 settimane + 5 giorni a 21 settimane + 6 giorni (17w+5 a 21w+6).
  • Sesto mese: da 22 settimane + 0 giorni a 26 settimane + 2 giorni (22w - 26w+2).
  • Settimo mese: da 26 settimane + 3 giorni a 30 settimane + 4 giorni (26w+3 - 30w+4).
  • Ottavo mese: da 30 settimane + 5 giorni a 35 settimane + 0 giorni (30w+5 - 35w).
  • Nono mese: da 35 settimane + 1 giorno a 40 settimane + 0 giorni (35w+1 - 40w).

Revisionato da Nicoletta Vuodi

Crea la tua lista nascita

lasciandoti ispirare dalle nostre proposte o compila la tua lista fai da te

crea adesso

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli