Home Gravidanza

Ventesima settimana di gravidanza

di Valentina D'Andrea - 05.02.2021 - Scrivici

ventesima-settimana-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la ventesima settimana di gravidanza.

In questo articolo

Ventesima settimana di gravidanza

La mamma comincia a sentire il bimbo muoversi nel pancione e il feto è sempre più pesante. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna, vediamo cosa succede al corpo della donna e a quello del bambino durante la ventesima settimana di gravidanza.

I sintomi della ventesima settimana di gravidanza

Sebbene in questo periodo molte madri possano apparire raggianti e in ottima forma, non è inconsueto soffrire di qualche sintomo poco piacevole come mal di testa, episodi di dispnea o stanchezza cronica. Uno dei più comuni in questa fase di gravidanza è anche un frequente prurito, causato dalla pelle secca e disidratata. Per questo è molto importante cercare di bere circa due litri d'acqua ogni giorno.

Altri sintomi frequenti possono essere:

  • bruciore di stomaco
  • stipsi
  • vertigini 
  • crampi agli arti inferiori
  • epistassi (sangue dal naso)

Consigli salute nella ventesima settimana di gravidanza

Voglia di un caffè

In gravidanza, il caffè può essere bevuto, ma a patto di non esagerare, perché la caffeina attraversa la barriera rappresentata dalla placenta, raggiungendo il feto sul quale può avere effetti nocivi, specialmente sull'attività cardiovascolare, a causa delle sue proprietà eccitanti. Tra l'altro, limitare il caffè e le bevande eccitanti può favorire la capacità di addormentarsi e la qualità del riposo notturno.

Il consiglio: gli esperti raccomandano di evitarlo, se possibile. Se invece non ci si vuole privare di questo rito, è raccomandabile non superare i 300 milligrammi al giorno di caffeina. In un caffè espresso il contenuto di caffeina è di circa 100 milligrammi, ma la caffeina è presente anche nel cioccolato (circa 10 mg ogni 25-50 grammi), nelle bevande a base di cola (circa 40-46 mg per bicchiere); nel té (da 20 a 90 mg per tazza).

Che cosa fare nella ventesima settimana di gravidanza

I controlli periodici

Il periodo che va dalla 19esimma alla 28esima settimana prevede nuovi controlli e in particolare:

  • la seconda visita ginecologica.
  • l'esame completo delle urine (da eseguire due volte nel periodo indicato).
  • l'esame del sangue per il dosaggio della glicemia (2 volte).
  • flussimetria Doppler materna, non obbligatoria ma utile per tenere sotto controllo l'afflusso di sangue che va dall'arteria uterina alla placenta.

Seconda ecografia

Tra le 19 e le 21 settimane è prevista anche l'ecografia del secondo trimestre (o morfologicagrazie alla quale si potrà monitorare le dimensioni del feto e la presenza di eventuali anomalie nella sua anatomia, sia interna (organi) che esterna. Se l'esito di tale esame sarà positivo, allora la futura mamma à attendere la terza ecografia, mentre in caso di contrario potrebbe essere necessario sottoporsi ad altri esami d'apporfondimento.

Il pancione: forma e dimensione

Pancia piccola o grande? Non importa: la dimensione del pancione è irrilevante in relazione al buon andamento della gravidanza, mentre quello che conta è che il bambino cresca a un ritmo regolare e che le sue dimensioni siano adeguate rispetto all'epoca di gravidanza, eventualità che viene accertata con l'ecografia.

Non è dunque vero che una pancia piccola segnala che il bambino non si sta sviluppando in modo armonico né che una pancione ben visibile già intorno alla ventesima settimana sia segno che il feto è molto più grande della norma.

La forma del pancione predice il sesso?

Non è vero neppure che la forma della pancia è predittiva del sesso del bambino, come a volte si sente dire. Una pancia rotondeggiante può celare un maschietto, così come può esserci una bambina in una pancia che punta in avanti senza allargarsi sui fianchi.

Il feto nella ventesima settimana di gravidanza

Con l'inizio della ventesima settimana di gravidanza ci troviamo ormai a metà del percorso di gestazione. In questo momento il feto continua a guizzare come un pesciolino nel liquido amniotico e ora è sufficientemente grande per far percepire i propri movimenti alla mamma. Può anche mettersi un dito in bocca e succhiarlo, un'abilità che perderà alla nascita e ritroverà solo intorno al quinto-sesto mese di vita.

Ora il bimbo pesa circa 260 grammi ed è lungo oltre 15 centimetri(come una grossa banana). Lo scheletro è pressoché formato e conta 300 ossa, le quali nei mesi a seguire si salderanno insieme fino a diventare 206.

Età gestazionale: cinque mesi (CALCOLO DPP - Data presunta del parto)

FONTI: NHS; BabyCenter

Domande e risposte

Quando si sente il feto muoversi?

Dalla ventesima settimana la madre comincia a sentire i movimenti del bambino nel pancione.

A che mese di gravidanza siamo?

Giunti alla ventesima settimana ci strova nel quinto mese di gravidanza.

Revisionato da Niccolò De Rosa

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli