Home Gravidanza

Ventiseiesima settimana di gravidanza

di Valentina D'Andrea - 11.03.2021 - Scrivici

ventiseiesima-settimana-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ecco che cosa succede al tuo corpo e quello del bambino durante la ventiseiesima settimana di gravidanza

In questo articolo

Ventiseiesima settimana di gravidanza

La gravidanza è giunta al settimo mese e il bimbo comincia ad aprire gli occhietti. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna, vediamo cosa succede al corpo della donna e a quello del bambino durante la venticinquesima settimana di gravidanza.

I sintomi della ventiseiesima settimana di gravidanza

Arrivati al terzo e ultimo trimestre di gravidanza il corpo della futura mamma inizia a risentire della fatica e dello stress (mentale e fisico) di portare in grembo una creatura in continua crescita e che ormai non solo sta raggiungendo un peso e un ingombro considerevole, ma si muove e scalcia. Dunque nelle prossime settimane sarà del tutto normale sentirsi molto più affaticate e goffe nei movimenti.

La pressione esercitata dall'utero inoltre potrebbe causare mal di schiena e problemi di circolazione, con conseguente gonfiore a gambe e piedi e frequenti crampi. Tale problema può acuirsi di notte, con conseguente peggioramento della qualità del riposo, che però  in questa fase è essenziale per il mantenimento di un buono stato psicofisico.

Altro sintomo tipico di questo momento della gravidanza può essere la comparsa di uno strano prurito che però non viene accompagnato dall'arrossamento della pelle (prurito senza esantema). Se tale sintomo persiste nel tempo, meglio contattare un medico, poiché potrebbe essere un fenomeno legato ad una patologia del fegato (abbastanza rara) chiamata colestasi gravidica.

Altri sintomi frequenti possono essere:

  • emorroidi
  • bruciori di stomaco
  • mal di testa
  • stipsi
  • vertigini 
  • epistassi (sangue dal naso)

Consigli salute nella ventiseiesima settimana di gravidanza

Riposo

Come già accennato, il riposo è una componente fondamentale in questi ultimi mesi. Il ristoro del sonno infatti aiuta a gestire con maggior serenità le faticose giornate, nonché i momenti di maggiore stress che attendono la futura mamma.

Il consiglio: per riposare adeguatamente durante la notte è bene trovare la giusta posizione che non esercita troppa pressione su ventre e gambe, così da scongiurare crampi o fastidi che vadano a danneggiare la qualità del riposo. La posizione migliore è quella rivolta sul fianco sinistro e ci si può aiutare con cuscini o, se il letto lo permette, particolri inclinazioni del materasso. Utile per dormire bene anche un'alimentazione corretta (es: niente cibi pesanti, soprattutto a cena, o alimenti contenenti caffeina) ed evitare di dormire troppo al pomeriggio.

Cosa fare nella ventiseiesima settimana di gravidanza

La ricerca dell'albumina nelle urine

Tra gli esami periodici da svolgere nel corso di una gravidanza fisiologica c'è anche quello delle urine (già fatto e da ripetere tra 24 e 27 settimane), In particolare, si prevede la ricerca nelle urine di proteine e, tra queste, di albumina.

Si tratta di una proteina prodotta dal fegato e normalmente presente nel sangue. Ha il compito di regolare la "pressione oncotica" che serve a garantire una corretta distribuzione dei liquidi nei tessuti e tra i vasi sanguigni. Se tutto va bene non è presente nelle urine, o comunque lo è in scarsa quantità. Quando compare in quantità significativa (albuminuria) indica che i reni non stanno svolgendo bene la loro funzione. La presenza di albumina nella urine associata a ipertensione è segno di preeclampsia.

Il feto nella ventiseiesima settimana di gravidanza

Alla ventisesima settimana di gravidanza il feto è lungo 35-36cm, pesa quasi 800g e si muove in continuazione.

Nell'intestino si forma il meconio, una sostanza di scarto che dopo la nascita, in seguito all'introduzione del latte, si trasformerà in vere e proprie feci. Lo sviluppo dei polmoni prosegue a pieno ritmo. Iniziano a formarsi i primi depositi di grasso, per cui il bambino comincia ad assumere l'aspetto di un bebè perfettamente formato. A 26 settimane, il bimbo presenta unghie già formate e i suoi polmoni cominciano a produrre il surfattante, una sostanza importantissima per permettere l'espansione dei polmoni alla nascita e per evitare che gli alveoli polmonari collassino a ogni espirazione.

Età gestazionale: sette mesi (CALCOLO DPP - Data presunta del parto)

FONTI: NHS; BabyCenter

Domande e risposte

Quanti mesi sono alla ventiseiesima settimana di gravidanza?

Si entra nel settimo nese e, quindi, comincia il terzo trimestre.

Come sta il feto alla ventiseisima settimana?

Il feto pesa circa 800g, è lungo 35cm e continua a muovere gli arti e a girarsi nel pancione.

Revisionato da Niccolò De Rosa

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli