Home Gravidanza

Ventisettesima settimana di gravidanza

di Valentina D'Andrea - 16.03.2021 - Scrivici

ventisettesima-settimana-di-gravidanza
Fonte: Shutterstock
Ecco che cosa succede al tuo corpo e quello del bambino durante la ventisettesima settimana di gravidanza

In questo articolo

Ventisettesima settimana di gravidanza

Il feto ormai si muove e percepisce il mondo che lo circonda, mentre la mamma, un po' affaticata, comincia a preparsi al momento del parto. Ecco che cosa succede al tuo corpo e al tuo bambino durante la ventisettesima settimana di gravidanza. Con la consulenza scientifica della ginecologa Elisabetta Canitano, presidente dell'associazione onlus Vita di donna.

I sintomi della ventisettesima settimana di gravidanza

Arrivati al settimo mese di gravidanza il corpo comincia a prepararsi al momento del parto e la futura mamma potrebbe accusare l'accumulo di stress e fatica dato dagli sbalzi ormonali e dal crescente peso del feto nel pancione (che in più ora si muove).

Altri sintomi frequenti possono essere:

  • emorroidi
  • bruciori di stomaco
  • crampi agli arti inferiori
  • mal di testa
  • prurito
  • stipsi
  • vertigini 
  • epistassi (sangue dal naso)

La linea nigra

La linea nigra A questo punto della gravidanza potrebbe potrebbe già essere comparsa sul pancione una linea scura che corre verticalmente dal pube all'ombelico e, a volte, anche oltre. Un'antica credenza popolare vuole che la linea superi l'ombelico quando si aspetta una bambina e che si sia in attesa di un maschietto se non la oltrepassa: ovviamente è solo una leggenda senza fondamento.

La linea nigra compare come conseguenza dell'eccessiva produzione di melanina, responsabile anche delle macchie gravidiche sul viso. Con la differenza che la linea, nella quasi totalità dei casi, si attenua gradualmente fino a sparire del tutto nell'arco di qualche mese dopo il parto, mentre le macchie sul viso possono rimanere per lunghissimi periodi.

Consigli salute ventisettesima settimana di gravidanza

In questa fase della gravidanza è del tutto normale aumentare di peso: non solo un piccolo organismo continua a crescere nel pancione, ma la progressiva sedentarietà causata delle sempre maggiori difficoltà a muoversi con agio rendono più facile l'accumulo di massa. Tuttavia è necessario tenere sotto controllo la situazione cercando di fare un po' di movimento (nei limiti ragionevoli delle proprie possibilità fisiche) e mantenendo una dieta sana ed equilibrata.

Quindi niente paura se ci si accorgerà di smagliature o ci si sentirà più gonfie: l'importante è alimentarsi bene e bere molto.

Cosa fare nella ventisettesima settimana di gravidanza

Il momento della nascita del piccolo ormai comincia a stagliarsi all'orizzonte, quindi può essere già l'ora di prepararsi al momento, magari seguendo dei corsi pre-parto o preparando una valigia d'emergenza per ogni evenienza. Inoltre dalla ventisettesima settimana è possibile (consigliabile) sottoporsi ad alcuni esami: 

  • Esame urine per rivelare la presenza di eventuali alterazioni renali. Oltre alla presenza del diabete in questo periodo può suggerire la presenza di gestosi.
  • Test di Carpenter, un esame di screening che valuta la glicemia prima dell'ingestione e dopo un'ora (il test è positivo per valori superiori o uguali a 140 mg/dl dopo il carico). La sua positività non indica la presenza del diabete ma serve per effettuare un test più approfondito e diagnostico: l'OGTT.
  • L'OGTT, ossia un test per rilevare casi di diabete gestazionale.
  • Creatininemia per controllare l'indice di funzionalità renale
  • Test di Coombs indiretto solo se gruppo sanguigno Rh negativo
  • Ecografia ostetrica.

Il feto nella ventisettesima settimana di gravidanza

Verso la 27ma settimana, i movimenti del bambino possono essere avvertiti con chiarezza anche dall'esterno, semplicemente appoggiando una mano sul pancione. A volte compare sulla superficie del pancione una piccola gobba che corrisponde a un piedino o a una manina.

Il piccolo ormai apre gli occhi, distingue i suoni e prosegue nello sviluppo del sistema nervioso. Può avere il singhiozzo, che la mamma percepisce come piccoli sussulti che si manifestano a intervalli regolari.

Età gestazionale: sette mesi (CALCOLO DPP - Data presunta del parto)

FONTI: NHS; BabyCenter

Domande e risposte

Cosa succede nella ventisettesima settimana di gravidanza?

La madre comincia ad aumentare considerevolmente di peso ed il feto prosegue a sviluppare il sistema nervoso.

In che mese di gravidanza mi trovo?

La ventisettesima settimana è l'ultima del settimo mese di gravidanza.

Revisionato da Niccolò De Rosa

TI POTREBBE INTERESSARE

ultimi articoli