Alimentazione bambini

Studio inglese: barretta di cereali sana? No, è solo un mito

Muesli
23 Agosto 2012
L'associazione dei consumatori Which? ha esaminato 30 barrette sul mercato, solo una non aveva alti contenuti di zucchero. Gli snack esaminati inoltre presentavano alte quantità di grassi. "La gente spesso sceglie le barrette di cereali, pensando che siano più sane di cioccolato o biscotti - ha detto l'associazione - ma la nostra ricerca dimostra che questo è solo un mito"
Facebook Twitter Google Plus More

L'immagine delle barrette di cereali come snack sano è solo una 'leggenda'. In realtà questi alimenti, secondo uno studio finanziato dal gruppo inglese di consumatori 'Which?' e di cui ha parlato nei giorni scorsi la Bbc, conterrebbero alti livelli di zuccheri e di grassi.

In particolare, dei 30 diversi tipi di barrette esaminate, solo una non aveva alti contenuti di zuccheri, mentre 16 ne avevano più del 30%. In una c'era l'equivalente di quattro cucchiaini di zucchero - più di quanto ne contenga una piccola lattina di coca cola e pari al 20% della soglia giornaliera di zuccheri raccomandata. Negli altri snack analizzati sono state riscontrate anche alte quantità di grassi e grassi saturi. Ad esempio, delle sette barrette vendute per i bambini, sei contengono alti livelli di grassi saturi.

L'associazione inglese dei consumatori ha messo a confronto il contenuto nutritivo delle barrette usando le informazioni delle aziende produttrici e usato una sorta di semaforo, apponendo luci rosse, gialle o verdi, quando i livelli di grassi, grassi saturi, zuccheri e sali erano alti, medi o bassi. "

Le aziende devono ridurre il contenuto di zuccheri e grassi nei prodotti destinati ai bambini - commenta Richard Lloyd, direttore esecutivo di 'Which?' - e fare controlli più rigidi nel modo in cui sono pubblicizzati. La gente spesso sceglie le barrette di cereali, pensando che siano più sane di cioccolato o biscotti, ma la nostra ricerca dimostra che questo è solo un mito".

Scopri su nostrofiglio.it tutto sull'alimentazione del bambino sulle colazioni