BABY SHOWER

Come organizzare un baby shower: idee e consigli

Di Alice Dutto
babyshower
02 Novembre 2018
Dal numero degli invitati alla location perfetta, passando per il tipo di buffet e regali, ecco tanti consigli per organizzare una festa della nascita a regola d'arte
Facebook Twitter More

Arriva dagli Stati Uniti una festa che, negli ultimi tempi, sta avendo sempre più successo anche nel nostro Paese. È il baby shower, un momento importante per celebrare il bambino che sta per arrivare, ma soprattutto la sua mamma.
La tradizione vuole che si organizzi solo per il primogenito, ma è sempre più frequente che si ripeta anche per i fratellini.

 

«Il senso di questa festa è quello di fare in modo che i futuri genitori abbiano tutto l'occorrente per accogliere il nuovo nato ed evitare che, nei primi giorni dopo il parto, la loro casa sia invasa di amici e parenti» spiega Paola Pagano, titolare di Baby Planner Italia, l'agenzia che organizza battesimi, comunioni, compleanni, baby shower ed eventi speciali in tutta Italia.

Durante il baby shower, infatti, le mom to be ricevono una vera e propria “doccia” (shower) di regali per la nascita del bambino.

 

Come si organizza un baby shower perfetto

Ecco le risposte dell'esperta alle domande più frequenti sul tema:


Chi lo organizza?
In genere, sono le amiche della futura mamma a organizzare questa festa.


Quando lo si organizza?
Si organizza verso gli otto mesi di gravidanza, in un momento propizio per la futura mamma.


Chi partecipa?
Si tratta di una festa generalmente molto intima, a cui partecipano non più di 10-15 ospiti tra amici della coppia in attesa e nonni.


Dove si organizza?
Essendo una festa ristretta, molto spesso viene organizzata nella casa dei futuri genitori, o in quella dei loro amici. In alternativa, si prenota la saletta di un bar o di un ristorante, ma comunque un ambiente riservato. L'appuntamento è solitamente di pomeriggio, verso le 16.


Quanto dura e come si svolge?
Il party dura circa due ore e nella maggior parte dei casi, si tratta di una festa a sorpresa. Generalmente si prevedono un momento di accoglienza, attività e giochi per animare l'atmosfera, poi il buffet e l'apertura dei regali.

Come si allestisce lo spazio?

Una parte importante della festa riguarda il tema: in genere si sceglie un personaggio amato dai futuri genitori o qualcosa a cui sono molto legati. Si prepara poi l'allestimento, che prevede un angolo con il buffet e l'immancabile torta di pannolini. Uno spazio è riservato ai regali da consegnare alle amiche come ricordo della festa.

Che regali si fanno?
Il senso della festa è quello di regalare tutto ciò che può essere utile ai genitori in vista della nascita del loro bambino. Tanti sono i negozi che organizzano delle vere e proprie liste a tema. Per non sbagliare, il consiglio è quello di puntare sull'abbigliamento: dalle tutine alle scarpine, passando per le calze e i cappelli.

 


Uno degli elementi clou del baby shower è poi la torta di pannolini, «È composta più o meno da due pacchi di pannolini e vari prodotti per l'igiene del bambino, come shampoo, creme e spazzoline. È sempre un regalo molto apprezzato dalle future mamme».


Quanto costa?
«Per un baby shower classico si parte dai 250 euro e poi si sale a seconda dei servizi richiesti, come il servizio fotografico o la sessione di make up o di trucco del pancione. La tradizione vuole che siano le amiche della futura mamma a offrire la festa, dividendo il costo tra loro».