Bellezza

Gravidanza, quali creme usare

crema_viso
04 Marzo 2013
In gravidanza via libera alle creme abituali, tranne poche eccezioni. Se però la pelle diventa più sensibile, meglio scegliere linee specifiche per pelli delicate
Facebook Twitter Google Plus More

“In gravidanza può succedere che la pelle diventi più sensibile e che anche cosmetici collaudati per anni possano dare qualche reazione cutanea” dice Angelo Marzano, Dirigente medico presso la Clinica dermatologica - Università di Milano. “E’ anche vero però che tante donne continuano ad adoperare tranquillamente le stesse creme di prima senza avere alcun fastidio.

Per questo, il consiglio è di continuare a usare gli stessi cosmetici se non danno problemi; se però dovessero manifestarsi pizzicori o reazioni cutanee, sarà necessario rivolgersi a linee specifiche per pelli sensibili o, ancor meglio, sentire il parere di un dermatologo”.

Aggiunge: “Come indicazione di massima, i cosmetici hanno una penetrazione solo superficiale e non vengono assorbiti al punto da poter attraversare la barriera placentare e raggiungere il feto".

Leggi anche il trucco con i minuti contati

“I prodotti davvero ‘off limits’ sono pochi: è sconsigliato ad esempio usare creme (che più che cosmetici sono farmaci) con acido retinoico, un derivato della vitamina A indicato in caso di acne. A dire il vero, non vi sono evidenze scientifiche della teratogenicità (cioè i possibili rischi al feto) delle applicazioni locali di acido retinoico (di cui invece è tassativamente vietata l’assunzione per via orale nei nove mesi e nei due anni precedenti la gravidanza), ma per precauzione si preferisce rivolgersi ad alternative più sicure, come creme blandamente esfolianti.

Da evitare anche i peeling chimici ad elevate concentrazioni, mentre sono concesse concentrazioni cosmetiche, tipo l’acido glicolico fino al 5%.

Meglio lasciar stare i prodotti di erboristeria: certe erbe o fitoestratti, per quanto ‘naturali’, potrebbero infatti dar luogo a reazioni cutanee, specie se ci si espone al sole.

Per il resto, valgono alcune regole di buon senso: acquistare solo prodotti di case dermatologiche, non applicare i cosmetici dopo la scadenza o se si notano segni di alterazione e dare sempre una sbirciata alle etichette, in modo da accertarsi che non vi siano avvertenze specifiche per donne gravide”.

Leggi anche gli articoli: Cellulite in gravidanza, Smagliature in gravidanza, Smalto in gravidanza, Tatuaggi in gravidanza, Tinta in gravidanza

Puoi chiedere consiglio a altre mamme nel forum, sezione Consigli sulla gravidanza