Belly painting

Belly painting, cos'è, quando e come farlo

Di Sara De Giorgi
bellyp.
29 Luglio 2019
Il belly painting è una forma d'arte che celebra il periodo della gravidanza. Realizzato da body painter specializzati, può essere utilizzato anche per realizzare immagini indimenticabili di un momento unico della vita. Abbiamo intervistato Laura Caltagirone, esperta body painter, per chiederle di raccontarci qualcosa in più su questa pratica artistica molto interessante.
Facebook Twitter Google Plus More

Anche la gravidanza può diventare... una vera e propria opera d'arte. Come? Attraverso il belly painting, che è una tendenza proveniente dagli Stati Uniti e molto diffusa tra le future mamme italiane. Il pancione diviene una "tela" sulla quale un body painter specializzato dipinge decorazioni varie, tra cui personaggi, paesaggi, alberi, fiori, ecc. Reputato una forma importante di body art, il belly painting può essere utilizzato anche per foto ricordo e come un modo allegro per dare alla famiglia la notizia del sesso del futuro bebè. Abbiamo intervistato Laura Caltagirone, esperta body painter, per chiederle di raccontarci qualcosa in più su questa pratica artistica molto interessante.

 

Belly painting, che cos'é

 

Laura ci ha innanzitutto spiegato che il belly painting è una forma d’arte che celebra la gravidanza e, in particolare, è il ramo del body painting riservato alle mamme in dolce attesa.

 

«In questa occasione il pancione viene colorato per festeggiare in allegria la nuova vita che sta per arrivare e, non di meno, la donna che ha raggiunto la sua forma più bella, quella della mamma! È anche un ottimo modo per sdrammatizzare l’avvento del parto ed immortalare con un servizio fotografico originale, il pancione che poi svanirà».

 

LEGGI PURE: Foto d'autore che rivelano il lato sexy della gravidanza

 

Belly painting, a che mese di gravidanza è consigliabile farlo

 

«Solitamente si fa nei mesi in cui il pancione risulta già bello grande, quindi dal settimo in poi, senza aspettare troppo, altrimenti si finisce per dover rinunciare. Diciamo tra il settimo e l’ottavo mese. Alcune coppie decidono di fare più dipinti a distanza di tempo, creando così una sorta di storia che evolve insieme al bimbo: può essere ad esempio un semino all’inizio della gravidanza, che dopo qualche mese diventa un germoglio e che cresce fino all’ultimo mese in cui sarà diventato un albero».

 

Tipologie di colori che è possibile adoperare

 

Laura sottolinea come sia fondamentale scegliere dei colori adatti.

 

«Spesso si sentono mamme che insieme ai papà vogliono divertirsi a dipingere il pancione da soli o insieme ai fratellini più piccoli, ed è sicuramente un’attività stupenda da condividere. Bisogna però utilizzare prodotti idonei, quindi no trucchi della mamma, no colori di carnevale del supermercato, ma colori atossici e ipoallergenici che siano soprattutto facili da rimuovere».

 

«Un altro accorgimento è quello di non tenere i colori per più di un giorno sul pancione, anche se sono sicuri, perché la pelle deve poter traspirare».

 

Qualche esempio di belly painting per chi è in attesa di un maschietto?

 

«I soggetti per il belly painting sono davvero un’infinità, ma diciamo che ci sono i più amati, come i personaggi Disney o le famiglie degli animali. Quasi tutti sono adatti sia per i maschietti sia per le femminucce».

 

«Dipende più dai gusti di mamma e papà piuttosto che dal sesso del nascituro. Spesso infatti il dipinto racconta un po’ la storia di loro due e del loro bimbo... ed ecco che un soprannome dato al bebè diventa il soggetto del disegno, o i personaggi preferiti dell’infanzia dei genitori si trasformano nelle caricature della neo famiglia. Diciamo che tra i più richiesti per chi aspetta un maschietto ci sono: la famiglia del "Re Leone", Guizzo, la tartarughina di "Alla ricerca di Nemo", Dumbo cullato dalla sua mamma».

 

E per chi aspetta una bimba?

 

«Diciamo che ormai non c’è più un divario ben definito tra maschietti e femminucce. Spesso i soggetti sono gli stessi, magari riadattati, si cambia il colore, il contesto. Ovviamente ci sono soggetti più indicati per le femminucce e quelli che mi vengono più richiesti sono Minù degli "Aristogatti" e Minnie».

 

LEGGI ANCHE: 10 foto della gravidanza che tutte dovremmo avere

 

Consigli per scegliere un valido artista esecutore del belly painting

 

  1. Leggere recensioni o chiedere consigli. «Innanzitutto sempre, sempre, sempre quando si sceglie qualcosa di così importante, guardare le recensioni oppure chiedere consiglio ad amiche che lo hanno già fatto».
  2. Guardare le foto dei disegni. «Sicuramente già dalle foto si può constatare la bravura dell’artista».
  3. Bisogna comunque sempre informarsi sui prodotti utilizzati.

«Ci sono anche artiste più professionali, che offrono pacchetti che possono interessare la coppia. Personalmente cerco sempre di aggiornare i miei servizi in modo da riuscire a dare alle mie clienti sempre qualcosa in più che possa piacere, come ad esempio pacchetti con foto stampate, pacchetti con attività extra oppure per il baby shower, che, oltre ad offrire il dipinto a domicilio, saranno completi di cornice personalizzata per foto buffe da fare durante la festa. La cornice potrà essere utilizzata anche per appendere alla parete il transfer del proprio dipinto su tela. Non anticipo di più perché sarà disponibile tra qualche tempo, ma se siete curiosi e volete maggiori informazioni vi invito a seguire i miei canali Facebook e Instagram e a mettervi in contatto con me!».

 

Belly painting
| www.laurabellypainting.it
Belly painting
| www.laurabellypainting.it

GUARDA ANCHE: Immagini emozionanti della gravidanza

Belly painting
| www.laurabellypainting.it

 

GUARDA ANCHE LA GALLERIA FOTOGRAFICA: